-
Archivio News

LE NUOVE SPEED HANNO TUTTO UN ALTRO… SUONO

Provata in anteprima la nuova collezione delle Head Speed con l'inserimento del Graphene Touch, che offre un impatto attutito, anche sul piano sonoro

di Enzo Anderloni | 23 settembre 2016

Provata in anteprima la nuova collezione delle Head Speed con l'inserimento del Graphene Touch, che offre un impatto attutito, anche sul piano sonoro. Agonistiche equilibrate e pastose, sia Mp sia Pro sono due racchette per moderni picchiatori da fondo, stile Djokovic

di Mauro Simoncini

Quando una racchetta sta per molto tempo in mano al numero 1 del mondo, è scontato che a ogni riedizione ci sia moltissima attesa. Quando anni fa gli austriaci di Head scelsero Novak Djokovic come testimonial, mai scelta fu più azzeccata: è intorno al fuoriclasse serbo che su mette in evidenza il mondo Speed di Head, una linea di racchette che si è aggiunta alle storiche famiglie Prestige e Radical.

In questa nuova edizione targata 2016 restano a livello estetico il bianco e il nero come colori principali, ma sono conditi da evidenti pennellate di rosso; nei loghi e nelle scritte Speed ci sono poi motivi e trame che richiamano la testa del falco, l’animale preferito di Nole. E non a caso poi, a proposito di rosso, anche Head stessa propone le prime immagini delle racchette con incordatura rossa (il monofilo Head Lynx, un validissimo abbinamento utilizzato anche nei nostri test).
Ma la differenza rispetto al passato dei nuovi modelli di Speed, nei negozi dal 22 settembre, è sostanziale e succosa e riguarda il materiale che caratterizza i telai: il Graphene - il materiale più leggero e più forte che esista - diventa Touch. Cambia il suono, migliora il feeling all'impatto con la palla, grazie a una maggiore ammortizzazione e una conseguente miglior sensibilità.
È forse la primissima volta che si fa esplicito riferimento al suono; addirittura sul sito ufficiale, Head propone l'ascolto del suono del Graphene e del Graphene Touch, per cogliere le differenze con le proprie orecchie.

IN CAMPO
Si definisce pastosità quella sensazione tutta tennistica di gioco quando la palla sembra fermarsi piacevolmente sul piatto corde al momento dell'impatto per partire poi "telecomandata" (si spera) nella direzione voluta. Questo si sente da subito con queste Speed condite dal Graphene Touch, al di là del suono e delle capacità tecniche del giocatore.
La Speed Mp è la tipicissima moderna racchetta 300x100 (300 grammi e 100 pollici quadrati di piatto corde), buona un po’ per tutti i livelli e i tipi di giocatori. Ma attenzione, perché ha una serie di caratteristiche ben definite che ne impreziosiscono le performance se le si sa sfruttare. Innanzitutto il profilo sottile (22 mm) che ne aumenta seppure di poco la selettività ma anche il controllo; in secondo luogo la rigidità (62) con un valore tra i più bassi attualmente presenti sul mercato. Significa sensibilità e tocco un po’ “old style”, e quella sensazione di pastosità e pienezza degli impatti.
È un attrezzo che si manovra comodamente da fondocampo, in tutte le situazioni. Anche in difesa lo sweetspot ampio concede un po di aiuto. È un piacere colpire piatto o gestire la palla con una copertura in top appena accennata; benissimo anche il back, che riesce facilmente anche a chi lo usa solo in emergenza. La Speed Mp conferma la sua compattezza e versatilità anche nei pressi della rete dove le volée escono facili ma anche precise e incisive per chi ama spesso concludere al volo. Completa al servizio,è una racchetta con si può provare sia a spingere a tutto braccio una “prima” piatta o cercare soluzioni alternative tagliate in slice, con altrettanta precisione.
Le sensazioni di gioco di pastosità, controllo e sensibilità decisamente pronunciate si confermano anche “al volante” della Head Speed Pro; certo il pilota deve necessariamente essere più esperto è dotato. Non sono tanto i 10 grammi aggiuntivi di peso a fare la differenza ma il bilanciamento più spostato indietro di 1 centimetro e il pattern (schema corde n.d.r.) più fitto con 18 corde verticali e 20 orizzontali. Il controllo è a tratti addirittura chirurgico ma per essere profondi con costanza bisogna spingere a tutta birra: con il bilanciamento più spostato verso il manico la spinta (inerzia 316) non viene certo regalata. E anche la trama più fitta delle corde non concede supplementi di spinta. Grandissima precisione con i tagli indietro, ma top poco generoso.
In sintesi la nuova edizione in versione MP di Head Speed è una soluzione perfetta per molti agonisti, al di là del livello e del tipo di gioco: si spinge facilmente ma con controllo e soprattutto si "sente" la palla anche nelle situazioni più tecnicamente impegnative. I più esperti, agonisti dal 4.1 in su, che picchiano con continuità e sono preparati fisicamente, possono giovarsi della precisione della Pro, che però presenta qualche asperità in più. Sempre peraltro attutita dal Graphene Touch…

HEADE SPEED MP

IL PAGELLONE 83/100 Potenza 8 | Controllo 8 | Maneggevolezza 8 | Fondo 9 | Rete 8 | Servizio 8 | Top 8 | Back 9 | Estetica 8 | Comfort 9 | Prezzo di Listino: 249,95 euro

IL LAB Lunghezza 68,6 cm Peso 313 g Ovale 100 Profilo 22 mm Bilanciamento 33,4 cm Rigidità 62 Inerzia 326 potenza 51/100 controllo 48/100 maneggevolezza 69/100. (telaio incordato con sintetico monofilamento Head Lynx - tensione 23-22 kg)

HEADE SPEED PRO

IL PAGELLONE 81/100 | Potenza 7 | Controllo 9 | Maneggevolezza 8 | Fondo 8 | Rete 8 | Servizio 8 | Top 7 | Back 9 | Estetica 8 | Comfort 9 | Prezzo di Listino: 269,95 euro

IL LAB Lunghezza 68,6 cm Peso 324 g Ovale 100 Profilo 22 mm Bilanciamento 32,5 cm Rigidità 62 Inerzia 316 potenza 45/100 controllo 56/100 maneggevolezza 76/100 (telaio incordato con sintetico monofilamento Head Lynx - tensione 23-22 kg)