-
Archivio News

PADDLE PER TUTTI, MA QUANTO PIACE AI VIP

Molti calciatori appassionati: da Francesco Totti, che si è fatto costruire un campo in casa, all'ex-allenatore dell'Inter Roberto Mancini

di Enzo Anderloni | 16 agosto 2016

Molti calciatori appassionati: da Francesco Totti, che si è fatto costruire un campo in casa, all'ex-allenatore dell'Inter Roberto Mancini. E Leo Messi sogna di giocare con il n.1 Belasteguin. Tanti anche i tennisti, Nadal compreso

di Gianpaolo Martire

La paddle mania sta contagiando tutti. A fianco dei numeri in crescita che vedono sempre più atleti avvicinarsi a questo sport, il paddle prende sempre più piede anche tra i vip, soprattutto tra quelli del mondo del pallone. Dal campo di calcio al campo da paddle il passo sembra essere breve per tanti. Su tutti, Francesco Totti. Il capitano della Roma è uno dei più attivi e dei più appassionati sportivi che si è avvicinato al mondo del paddle, tanto che si è fatto costruire un campo in casa. Lo conferma anche la Gazzetta dello Sport, che in un articolo dello scorso 27 giugno racconta come il paddle sia uno dei “segreti” per tenersi in forma del capitano giallorosso, prossimo alla sue venticinquesima stagione con la maglia della Roma. Per restare in giallorosso, anche il jolly Alessandro Florenzi è solito calcare la pista da paddle, come la chiamano in Spagna.
“Sono tantissimi gli sportivi, soprattutto del calcio, e i vip che giocano a paddle - racconta Gianfranco Nirdaci, coordinatore del settore paddle della Federtennis -. Oltre a Totti e Florenzi, giocano spesso anche Gigi Di Biagio, Vincent Candela, Stefano Fiore e Luca Marchegiani, ma anche tanti altri”. Il perché di questo successo è presto detto: “Come dice Vincenzo Santopadre, il primo colpo che si fa nel tennis è il servizio, un colpo molto complesso. Nel paddle invece si parte con il colpo da sotto, molto più semplice. La facilità di approccio al gioco è uno dei principali motivi del successo» continua Nirdaci. Il paddle poi, è uno degli sport più “aggregativi” e di compagnia e, soprattutto, “la colpa è sempre del compagno”.

Calciatori innamorati
Luca Marchegiani, ex portiere della Lazio e della Nazionale e attualmente opinionista per Sky, ha anche fatto qualche passo in più, giocando in serie B con il 3C Roma. “Marchegiani è un grande giocatore, uno degli avversari più difficili che abbia mai affrontato - prosegue Nirdaci, che è anche presidente della Canottieri Aniene Roma, club campione d’Italia -. Anche Candela ha capito subito l’essenza del gioco, mentre una menzione particolare la merita Fiore (ex Udinese e Lazio, ndr), che tecnicamente sembra proprio un giocatore di paddle”. Uscendo da Roma, molto attivo anche il tecnico dell’Inter Roberto Mancini, che qualche mese fa postò una foto su Instagram raccontando di un match giocato insieme a Sylvinho, Sergio Scariolo e Nicola Berti. Si è talmente affezionato al paddle, tanto da costruire un campo nel proprio centro sportivo, Gianluca Zambrotta, che ha così portato questo sport nel nord Italia, a San Fermo (Como). Fenomeno sul campo da calcio oggi e, forse, un domani fuori classe anche sulla pista. Lionel Messi, asso del Barcellona, è un grande amico del n.1 del paddle Fernando Belasteguin (insieme nella foto) e pare gli abbia confessato che il suo grande sogno sia quello di far coppia con lui.

Da Errani a Nadal
Ma non sono solamente i calciatori ad essersi appassionati al paddle; anche tanti tennisti stanno imparando a conoscerlo. Ci sono ex pro, come la francese Sandrine Testud, ex n.9 al mondo Wta, che ha vestito anche la maglia della Nazionale ed è recentemente arrivata al secondo posto in serie A con il TC Le Molette. Vincenzo Santopadre e Flavio Cipolla sono riusciti anche a laurearsi campioni d’Italia con il Circolo Canottieri Aniene Roma. Anche i migliori dei circuiti si dilettano nel paddle. Sara Errani, insieme ad Anabel Medina Garrigues (insieme nella foto), ha preso parte al Valencia Master, uno dei principali tornei del World Paddle Tour, nel novembre 2015 arrivando alle fasi finali. Grande appassionato di paddle anche Rafael Nadal: già si vocifera per lui un futuro da padelista professionista…