-
Archivio News

PALLINA COLPITA, PUNTO FINITO. O NO?

Se una palla in gioco ne colpisce una che giace sul campo in un'area “buona”, cioè entro le righe, bisognerà necessariamente rigiocare il punto

di Enzo Anderloni | 07 agosto 2016

Se una palla in gioco ne colpisce una che giace sul campo in un'area “buona”, cioè entro le righe, bisognerà necessariamente rigiocare il punto? Quasi mai, perché il punto procede. Eppure c'è un'eccezione che ci obbliga a farlo…

La situazione
Antonio sta giocando una partita di singolare contro Francesco. La partita si gioca senza arbitro.

Che cosa succede?
Antonio serve una prima palla di servizio che rimbalza fuori: Francesco di istinto la colpisce ma lo fa rispedendo la pallina in rete in quanto conscio della chiamata fuori del servizio. La palla rotola sul lato del campo di Francesco e si ferma esattamente sulla linea centrale di servizio. Antonio serve la seconda pallina la quale va a rimbalzare direttamente sopra la pallina che giace sulla linea centrale di servizio. Così Francesco non riesce a rispondere correttamente.

Come si procede?
Questo interessantissimo caso ci è stato posto da un nostro attento lettore che prende in considerazione un episodio che non accade mai nei tornei che siamo abituati a vedere alla tv (in quanto i raccattapalle presenti provvederanno sempre a rimuovere una pallina giacente sul campo): può però accadere nei tornei sia professionistici che amatoriali.
A livello di regolamento, in effetti, non è fatto obbligo a nessuno di rimuovere forzatamente una pallina che possa trovarsi in mezzo al campo. È molto importante ricordare però che, nel momento in cui entrambi i giocatori iniziano il punto con quella condizione, implicitamente stanno accettando il rischio che quella pallina possa interferire nel gioco.

Lo scambio continua
La conseguenza è che, come nel nostro caso, se una palla dovesse colpire durante il gioco una palla giacente in mezzo al campo, il gioco continua regolarmente: se quindi Alfredo dovesse essere in grado di colpire la pallina allora lo scambio continuerà, altrimenti perderà il punto.

E se la palla era fuori?
Nel caso in cui la palla giacesse al di fuori del campo oppure al di fuori dell'area di battuta, non potremmo rifarci alla casistica sopra indicata, perché comunque la pallina si trova in un lato del campo che in ogni caso è considerato “out” e dunque la pallina in gioco rimbalzerebbe – fisicamente - fuori dalle righe e dunque dall'area di gioco.

Si rigioca sempre il punto se…
Esiste però un'eccezione alla fattispecie spiegata nel caso di questo numero. Ricapitolando: la palla servita supera la rete e rimbalza proprio sulla palla che giaceva, all'interno delle righe e dunque nell'area di gioco, sul campo avversario. Ebbene, l'unico caso in cui si dovrà per forza rigiocare il punto si avrà quando - una volta avvenuta la carambola tra le due palline - non sarà possibile stabilire quale, tra le due palle per l'appunto, è la palla effettivamente in gioco e quale era “morta”.