-
Archivio News

ALTRO CHE AMATORIALE, È UNA PRESTIGE

Profilo spesso, confortevole e con piatto oversize, Head Prestige PWR ha specifiche amatoriali ma performance più da agonistica

di Enzo Anderloni | 08 luglio 2016

Profilo spesso, confortevole e con piatto oversize, Head Prestige PWR ha specifiche amatoriali ma performance più da agonistica. Pesantezza di palla, backspin e volée i pregi più evidenti. Costa 259,95 euro

di Mauro Simoncini

Bisognerebbe per un attimo accantonare le categorie, che sono semplificative e talvolta riduttive. Inquadrare una racchetta come amatoriale o agonistica può limitarne i pregi o definirne confini “troppo stretti” per quanto riguarda i potenziali utilizzatori. Non esistono racchette di serie A o di serie B, ma telai dedicati a diversi tipi di giocatori, in base a caratteristiche fisiche, capacità tecniche e non solo.Ci sono racchette che si collocano a metà strada per alcune specifiche più selettive miscelate con altre; e poi ci sono altre racchette la cui carta d’identità mostra pronunciate tendenze amatoriali, ma poi in campo dimostrano resa e sensazioni più tipiche di attrezzi agonistici.
È ciò che accade se si impugna una Head Prestige PWR: a prima vista è un “quasi-racchettone” con profilo spesso (dai 26 ai 28 millimetri), ampio ovale oversize da 107 pollici quadrati, peso molto contenuto (270 grammi) e lunghezza extra (oltre 69 centimetri). Poi però quando sei in campo ti dà esiti più “cattivi”, aiutando in potenza ma garantendo molto controllo. Con una maneggevolezza a cinque stelle.

IN CAMPO
Scendendo in campo con la nera ed elegante Prestige, è la comodità a dominare su tutto il resto. Leggera come le colleghe della linea, ha però un bilanciamento meno spostato in avanti (con l’incordatura montata a 34,7 centimetri). Ne consegue un maneggevolezza più che buona ma con un contributo in termini di spinta e potenza comunque considerevole.
In questo senso ha sicuramente un ruolo decisivo l’inserimento del Graphene (il materiale più forte e leggero del mondo) anche in questo attrezzo firmato Head, che ha dato ai progettisti la possibilità di distribuire masse verso testa e manico.
Da subito il meglio lo si ottiene eseguendo preparazioni raccolte, swing corti e colpi per lo più piatti o con poca rotazione. Gli impatti sono pastosi e - con l’adeguata incordatura (multifilamento in questo caso) - il comfort è notevole, anche quando la velocità si alza. Qualche sporadico top-spin sorprende in senso positivo, ma eccelle senza ombra di dubbio il back-spin: facile da eseguire e molto incisivo se a farlo sono mani esperte. Un back che, basso e profondo, funziona bene sia all’attacco che in recupero.
La sicurezza nelle giocate di volo è l’altro fiore all’occhiello di questa Prestige, con la quale le volée escono perentorie, decise e controllate al centimetro. I doppisti (non solo over) da Club, ma anche i Quarta Categoria più abituati a scendere a rete, potranno approfittarne al massimo. Infine il servizio: come già detto il “giusto” peso destinato alla testa della racchetta bilancia maneggevolezza e inerzia. L’attrezzo gira agevolmente nell’aria ma all’impatto si trasferisce molta potenza (si sente la lunghezza XL). Esecuzioni piatte, e soprattutto slice, le varianti migliori.
Una racchetta seria, completa, perfetta per i giocatori di stampo classico, per quelli di club ma anche per agonisti di Quarta Categoria che ricercano potenza e comfort prima di tutto. Accessibile a molti, anche se non è adatta a tutti.

IL LAB
Lunghezza: 69,42 cm - Peso: 287 g
Ovale: 107 - Profilo: 26-28 mm
Bilanciamento: 34,7 cm
Rigidità: 66 - Inerzia: 317
Potenza: 49/100 - Controllo: 53/100
Maneggevolezza: 75/100
(test effettuato con incordatura
Head Velocity, tensione 24-23 kg)

IL PAGELLONE: 81/100

Potenza: 9 | Controllo: 8 | Maneggevolezza: 9 | Fondo: 7 | Rete: 8 | Servizio: 8 | Top: 7 | Back: 9 | Estetica: 8 | Comfort: 8