-
Archivio News

INTERNAZIONALI PER AMATORI, IL 5 GIUGNO LE FINALI

Da giovedi' gli amatori italiani si sfidano nella tappa del SuperSlam organizzata al Foro Italico

di Enzo Anderloni | 03 giugno 2016

Da giovedi' gli amatori italiani si sfidano nella tappa del SuperSlam organizzata al Foro Italico. Un’occasione speciale che porta a Roma centinaia di “fighters”. Si giochera' anche sul Campo Pietrangeli

di Max Fogazzi

CLICCA QUI PER RISULTATI, TABELLONI E ORARI

A pochissimi giorni dalla chiusura degli Internazionali BNL d’Italia, il torneo italiano Masters 1000 Atp e Premier Wta, al Foro Italico è il momento di cambiare rotta. E di far entrare in campo quelli che in maggio erano sugli spalti ad applaudire i grandi del tennis. A fare il tifo per loro. Adesso è invece il momento di applaudire il movimento amatoriale più importante di sempre, radunato a Roma. L’occasione è l’appuntamento con il SuperSlam Series del Foro Italico, in pratica gli internazionali d’italia per amatori inserita nella serie di tornei speciali che ricalcano i Grand Slam sia come date che come superfici di gioco. E infatti a Roma si gioca sulla terra rossa, come a Parigi, all’inizio di giugno, come al Roland Garros.

In 700 al via
Non solo le attese sono da grande torneo. Anche i numeri, con oltre 700 iscrizioni nei tabelloni che vanno dal singolare al doppio misto. Con atleti-amatori che arrivano da tutt’Italia per vivere un emozione fantastica, unica: giocare un torneo sui campi del Foro Italico. Proprio come era successo per le fasi nazionali dei Campionati pro­vinciali. Parlando di organizzazione, praticamente tutti i campi del Foro Italico saranno utilizzati dai “Fighters” Fit-Tpra, perfino l’amatissimo Stadio “Pietrangeli” che per l’occasione sarà il campo centrale dell’evento. Quello che ospiterà le fasi più calde.

Un’occasione unica
Un numero così elevato si spiega in due modi. La rapida crescita del circuito Fit-Tpra e la grande occasione data a tutti gli appassionati. Qualcosa di davvero imperdibile. E così per il tabellone open maschile, fatto storico fin qui per il circuito, sarà composto da oltre 150 amatori. Tutti decisi a dare il massimo e rendere la vita difficile alla testa di serie numero 1, vale a dire Andrea Biolo. Che però si presenta al Foro molto agguerrito per dimenticare il “boccone amaro” dell’Australian Open di inizio stagione, quando fu battuto da Luca Orru e uscì di scena al terzo turno.

Spirito Tpra
Proprio Biolo è un grande portabandiera del ranking Fit-Tpra, uno di quelli che non solo vince sul campo, ma è anche un giocatore capace di creare gruppo, mixando la voglia di tennis con la giusta dose agonistica. E con il divertimento puro dello stare insieme. Senza dimenticare la classifica, i punti, le posizioni, le vittorie e le sconfitte, ma è certo che nello spirito Tpra un evento del genere è pensato per essere vissuto con il sorriso. “Ma poi - commenta il n.2 del ranking amatoriale - nessuno entra in campo per perdere”. Presente a Roma ci sarà anche il Truck Multipower, lo sponsor Fit/Tpra che oltre alla maglia ufficiale dell’evento consegnata a tutti i partecipanti darà anche a tutti i “fighters” un pacco gara di prodotti energetici e di integrazione. Ora parola al campo, giovedì 2 il via e domenica 5 spazio alle finali.