-
Archivio News

RACCOGLIERE LE PALLE È UN DIRITTO O UN DOVERE? SCOPRILO

Dopo uno scambio una palla resta a rete

di Enzo Anderloni | 17 maggio 2016

Dopo uno scambio una palla resta a rete. Non ci sono i raccattapalle, e uno dei due giocatori chiede all'altro di togliere la pallina dal centro del campo. E questi è obbligato a farlo oppure può decidere di rifiutarsi?

La situazione
Eugenio sta giocando una partita di singolare contro Paolo, senza la presenza dei raccattapalle.

Che cosa succede?
Dopo un lungo scambio e un colpo terminato a rete, una palla resta dentro il rettangolo di gioco dalla parte di Eugenio. Paolo, che si accinge a servire, chiede al suo avversario di spostare la pallina che giace di fatto nel campo di gioco. Che cosa succederà a questo?

Maledetta pigrizia
Succede molto spesso di avere una palla che giace in mezzo al campo. La si lascia lì frequentemente anche soltanto per semplice pigrizia. Insomma, non vogliamo rimuoverla, è una situazione che si verifica molto di frequente soprattutto nei tornei che siamo abituati a giocare al nostro club. Nei tornei che siamo abituati a vedere in tv, invece, questa fattispecie non può mai accadere visto che sono sempre presenti dei raccattapalle, il cui ruolo è appunto quello di raccogliere tutte le palline presenti sul campo e non renderle visibili durante il gioco. Perché succede? Il motivo è semplice: per evitare che un qualunque potenziale disturbo possa essere arrecato al gioco, sia visivo che pratico, come per esempio trovarsi la pallina “morta” tra i piedi, cercando di recuperare la palla in gioco in quel momento.

Obbligo o diritto?
Nel nostro caso non essendoci i raccattapalle, saranno i giocatori stessi a occuparsi di recuperare da soli le palline per giocare; ed eventualmente anche a spostare le palline da loro ritenute potenzialmente pericolose. Nel nostro caso, Paolo richiede all'avversario di spostare una pallina che giace in mezzo al campo probabilmente perché visivamente gli crea fastidio, essendo proprio all'interno del campo di gioco: di conseguenza ha assolutamente diritto di chiedere di spostare la pallina. E questa è una visione condivisa da tutti. Attualmente, invece, non si ha una comune visione, su quanto debba essere fatto dall'avversario.

Rimuovere la palla è…
A fronte di una richiesta diretta del giocatore, l'avversario ha l'obbligo di rimuoverla? La maggior parte degli arbitri propende per il no, non viene considerarlo un obbligo da parte del giocatore. Il motivo, in effetti, è anche dato dal fatto che se durante lo scambio, la palla in gioco dovesse rimbalzare su quella che giace in mezzo al campo, al 95% dei casi essa non sarà più giocabile, comportando un vantaggio per il giocatore che ha colpito per ultimo. E dunque andando nella pratica a totale svantaggio di chi si sia opposto alla richiesta e abbia deciso di mantenere la palla lì dov'era.