-
Archivio News

TAYLOR FRITZ E LORENZO SONEGO: DA ROMA AL FUTURO

Il più promettente degli americani e la bella sorpresa italiana proveniente della Pre Qualificazioni trovano agli Internazionali BNL d’Italia il palcoscenico ideale per lanciare le rispettive carriere

di Enzo Anderloni | 11 maggio 2016

Il più promettente degli americani e la bella sorpresa italiana proveniente della Pre Qualificazioni trovano agli Internazionali BNL d’Italia il palcoscenico ideale per lanciare le rispettive carriere. E non solo loro…

di Enzo Anderloni - Foto A. Costantini, G. Sposito

Il futuro del tennis riceve il suo battesimo nella Città Eterna. La foto dello statunitense Taylor Fritz, 18 anni, con la fidanzata Raquel davanti a piazza San Pietro ne è l’emblema. Questo ragazzino che gli americani, a partire dallo stesso Pete Sampras, hanno identificato come il leader di domani è arrivato agli Internazionali BNL d’Italia a giocarsi le qualificazioni da n.73 del mondo.

Si è trovato di fronte un vecchio marpione del circuito, Radek Stepanek, 37 anni e due Davis nel carniere, n.32 del mondo. Ha perso un match tirato in tre set mostrando però la scioltezza, la classe del suo repertorio ancora acerbo. E poi, da ragazzo colto ed educato qual è, non ha perso l’occasione per dare un primo sguardo a una delle città più belle del mondo. Dove probabilmente tornerà spesso da protagonista.

Uno sguardo sul futuro, partendo dal Foro Italico, l’hanno dato anche i giovani italiani che, partendo dalle Pre-qualificazioni, sono approdati ai tabelloni Atp e Wta. Bello e significativo che tra tanta gente esperta, pronta a battersi fino in fondo, alla fine l’abbiano spuntata i Cecchinato, i Caruso, 23 anni entrambi, ma soprattutto un ventenne come Lorenzo Sonego, n.333 del mondo.

Lorenzo ha lottato come un disperato nel match di spareggio contro Andrea Arnaboldi, 161 Atp. Rimontando da 2-5 al terzo set. Recuperando fisicamente dopo che aveva dovuto ritirarsi per un risentimento muscolare nel match precedente. Sonego, torinese, allievo da sempre del maestro “Gipo” Arbino, è stato poi quello che è arrivato più vicino a mettere anche la ciliegina sulla torta: al primo turno del tabellone principale, sul campo n.2 del Foro Italico (sulle tribune non c’entrava più nemmeno uno spillo) ha ceduto solo 7-5 al terzo set contro il portoghese Joao Sousa. Uno che la settimana prima aveva portato al terzo set un certo Rafa Nadal. Era solo la seconda volta che Sonego affrontava un top 100 in vita sua: Sousa è n.30 del mondo e il filiforme Lorenzo (un metro e 89 ma solo 73 chili) ci ha giocato alla pari.

È questo il messaggio che arriva da Roma, invasa domenica dai ragazzini delle elementari (2.000 circa) che hanno giocato gli Internazionali d’Italia di mini-tennis e le finali del progetto Racchette di Classe: stanno arrivando le nuove generazioni. Hanno tanta voglia di tennis. Promettono quantità e qualità e il meccanismo di questi Internazionali BNL sempre più “d’Italia” alimenta la crescita.

Non è un caso che già lunedì sera, prima giornata piena dei main draw, sia già stato battuto l’incasso totale del torneo 2015: 9.750.775€ contro 9.544.858 dello scorso anno.

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 18 - 2016

Per scaricare il numero completo della nuova rivista settimanale potete CLICCARE QUI Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf

SuperTennis Magazine – Anno XII – n.18– 11 maggio 2016

In questo numero

Da Roma al futuro Pag.3

IBI 16 – pre qualificazioni: Sonego e Giovine un posto tra i grandi fila Pag.4

IBI 16 Eventi: campioni di dopodomani, Racchette di Classe Pag.10

Il tennis in tv: Valeria Solarino: “Tennis amore mio! Pag.8

Terza Pagina: Le sette meraviglie di Stan Smith Pag.14

Circuito Atp e Wta: riecco Djokovic, la furia… rossa Pag.16

I numeri della settimana Pag.18

Circuito Fit-Tpra: Amatori, chi sarà il campione italiano? Pag.20

Tennis e vacanze: Un’estate di stage adulti, iscrizioni già aperte Pag.22

Fondo rotativo FIT – Impianti: ecco i primi 508.567 euro per i club Pag.24

Giovani - Luda non si ferma più Pag.26

Personal coach – Il selfie del tennista Pag.28

La regola del gioco- Raccogliere le palle, diritto o dovere? Pag.29