-
Archivio News

ROBERTA VINCI, CHE FESTA A SORPRESA!

Domani, 18 febbraio, Roberta Vinci compie 33 anni

di Enzo Anderloni | 17 febbraio 2016

Domani, 18 febbraio, Roberta Vinci compie 33 anni. A San Pietroburgo si è regalata la decima perla. E la prospettiva di entrare tra le top 10. E a noi ha riaperto la prospettiva di vederla ancora in campo nel 2017

di Enzo Anderloni

Una cosa così non si era mai vista sul campo da tennis: per la premiazione di Roberta Vinci a San Pietroburgo è stato allestito un vero e proprio spettacolo, tale da rimandare subito a una di quelle cerimonie fantasmagoriche che in campo sportivo vengono studiate solo per i Giochi Olimpici. Giochi di luce, ballerine, coreografie e una vera e propria scenografia che ha aggiunto spettacolo al grande spettacolo che l’azzurra aveva disegnato sulla superficie sintetica del Wta Premier russo, con le sue variazioni, le sue plastiche volée, la bellezza di un gioco che è un insieme di tecnica, rapidità, ritmo, intelligenza ed eleganza.

Così l’inedito show che gli organizzatori russi, alla prima edizione Premier del loro torneo, avevano pensato per stupire il mondo (e che potrebbe essere destinato a rappresentare un nuovo modello di festa in onore del vincitore di un torneo di tennis) ha finito per premiare proprio lei, uno splendido esempio di tennista.

Gli strani intrecci del destino non finiscono qui, se consideriamo che domani, giovedì 18 febbraio, è il compleanno di Roberta. E che questa settimana potrebbe regalarle l’oggetto del desiderio più profondo, quel posto tra le prime dieci giocatrici del mondo che sarebbe suggello definitivo a una carriera da grande campionessa, già n.1 del mondo in doppio, realizzatrice insieme a Sara Errani di un Career Grand Slam nella specialità, 10 titoli Wta di singolare nel palmarès.

E se non dovesse riuscirci ora, c’è tempo (ci sono solo 347 punti tra lei, n.13 e Maria Sharapova, n.6 Wta). La magia di questa settimana sembra averle già fatto cambiare idea: questa non sarà più la sua ultima stagione. E dunque ha tutto il tempo per provarci, esibendosi con successo su tutti i palcoscenici del mondo, dimostrando che non di soli muscoli e pallate vive il tennis, ma anche di morbide palle tagliate.

E di una ricchezza di spirito maturata dentro e fuori dal campo, nel tempo, che ti permette un fine settimana di essere in tv a Milano, a sganasciarti dalle risate con in pugno una racchetta gigante e addosso un costume gonfiabile da lottatrice di sumo in una sfida carnevalesca con Alessandro Cattelan, e quello dopo a San Pietroburgo a tagliuzzare e infilzare di vere volée Ana Ivanovic e Belinda Bencic. Tanti auguri, Roberta; tanti auguri a te.

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 6 - 2016

Per scaricare il numero completo della nuova rivista settimanale potete

CLICCARE QUI

Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf

SuperTennis Magazine – Anno XII – n.6– 17 febbraio 2016

In questo numero

Festa a sorpresa Pag.3

Circuito Wta: Robertina salverà il mondo (del tennis) Pag.4

Batch-point: la prima e l’ultima Pag.6

Circuito Atp: Dominic Thiem, l’ora del predestinato Pag.8

Focus: e ora Fritz fa paura Pag.10

Terza pagina- Guillermo Vilas e il suo Gran Willy Pag.6

I numeri della settimana Pag.12

Il tennis in tv: 18 ore al giorno… Pag.14

Giro d’Italia: Kinder, sport all’infinito Pag.16

Circuito Fit-Tpra: 4 marzo, punti doppi Pag.18

Personal coach: Rovescio a due mani? Ci sono tre modi… Pag.20

Racchette e dintorni, test: Wilson Ultra 97 Pag.22

La regola del gioco: Il giudice arbitro, posso chiamarlo? Pag.24