-
Archivio News

PALLA PERSA E ROTTA? VA SOSTITUITA COSÌ

Sapevate che per regolamento c'è un numero minimo di palle con cui cominciare un punto

di Enzo Anderloni | 14 febbraio 2016

Sapevate che per regolamento c'è un numero minimo di palle con cui cominciare un punto? Se una palla va persa o si rompe, va sostituita. Ma bisogna cercare quella giusta, nuova o usata. Anzi, deve essere “di simile usura”. Ecco come scegliere senza sbagliare

La situazione

Patrizio sta giocando una partita di singolare contro Corrado. La partita si gioca con cambio palle stabilito in 7/9 (quindi con primo cambio palle dopo 7 giochi giocati e poi sempre ogni 9 giochi completati), come succede nei match Atp.

Che cosa succede?

Sul punteggio di 5-4 in favore di Corrado, una palla va a finire oltre la recinzione del campo e non si riesce più a recuperare. L'arbitro a questo punto, si trova a dover sostituire la palla andata persa. Con quale tipo di palla dovrà andare a farlo. Dovrà essere una palla "nuova" o palla "usata"?

I numeri minimi

Normalmente in una partita di tennis, una volta stabilito il numero di palle che viene utilizzato nel corso della partita, in automatico viene stabilito anche il numero minimo di palle con cui è possibile iniziare un punto (con 4 palle in gioco, numero minimo per giocare un punto sono 3 palle; con 6 palle il numero minimo sarà invece 4). In caso avessimo in campo un numero inferiore al numero minimo richiesto, sarà necessario fermare la partita e ripristinare quantomeno il numero minimo con il quale sia possibile iniziare un punto.

“Di simile usura”

Quante volte vi sarà successo giocando una partita a tennis di perdere una palla, di romperla, o di farla cadere in una pozzanghera tale da renderla inutilizzabile perché bagnata. Quando ciò succede sarà necessario ripristinare la palla andata persa con una palla definita "di simile usura". Dunque non significa necessariamente “usata”, potrebbe essere anche nuova.

Per determinare se una palla debba essere considerata ancora nuova o usata ci si rifà al numero di giochi che sono stati giocati da quando il cambio palle è stato effettuato: fino a due giochi completi, le palline in campo saranno considerate ancora nuove. Non appena viene servito il primo servizio del terzo gioco, esse saranno considerate usate.

Entro i due game, serve la palla nuova

Il warm up, ovvero la fase di riscaldamento, convenzionalmente viene considerato come due giochi, ecco il motivo per il quale il primo cambio palle viene effettuato con un intervallo inferiore rispetto ai successivi. Nel nostro caso, quindi, essendo passati due giochi dopo il precedente cambio palle, e non essendo ancora iniziato il terzo gioco successivo, le palle saranno ancora considerate nuove e la palla andata persa andrà cambiata con una palla nuova.