-
Archivio News

MODA TENNIS: 8 LOOK CHE SPACCANO (MA ANCHE NO…)

Il primo Slam dell’anno a Melbourne è anche la prima grande passerella di moda tennistica

di Enzo Anderloni | 29 gennaio 2016

Il primo Slam dell’anno a Melbourne è anche la prima grande passerella di moda tennistica. Sotto il sole australiano si presentano le nuove collezioni, scoprendo le nuove tendenze e i nuovi colori della stagione. E osando anche parecchio. Qualcosa riesce, qualcos’altro…

di Mauro Simoncini - foto Getty Images

Per questioni cronologiche lo Slam di Melbourne è davvero un appuntamento atteso con trepidazione da tutti gli appassionati. Non solo per fame di tennis “giocato” visto che è di fatto il primo grande evento della nuova stagione dopo la pausa, ma anche - e talvolta soprattutto - perché in quel dell’Australia le grandi marche di tennis presentano le novità. Non solo racchette, anche scarpe, borse e soprattutto completini e vestitini. Fan e appassionati devono scegliere con quale mise presentarsi ai prossimi allenamenti o nei match settimanali: è una scelta importante. Troveranno ispirazione?

L’OMBELICO DI SERENA Serena Williams ci ha abituato da sempre a sorprese decisamente vistose. Anche nell’edizione 2016 di questi Australian Open Nike ha preparato per lei un vestitino giallo con bordi neri e… ombelico scoperto. Ora che Serenona non è proprio in forma atletica non è esattamente un bel vedere. E c’è anche un nuovo modello di scarpe con una sorta di calzacavigliera inglobata.

DI NUOVO GLI SMANICATI Sembra ieri ma in realtà i tempi delle canotte e dei pantaloni “a pinocchietto” di Rafa Nadal di Nike sembravano oramai passati. La moda funziona un po’ così: rivedere ora le vittorie al Roland Garros del maiorchino con quell’outfit come si dice, “fa strano”. Eppure il colosso americano della moda sportiva ha deciso di riprovarci; e forse, nel contesto anche meteorologico di Melbourne con l’asfissiante caldo australiano, ci sta anche. Soprattutto se fai indossare una canotta a un ventenne esuberante e pittoresco come Nick Kyrgios.

Stona e molto se invece a metterla è un atleta elegante anche tecnicamente con Grigor Dimitrov. Meno male che per il match con Roger Federer il bulgaro ha ripreso la classica maglietta.

FIOR DI FRAGOLA STAN La somiglianza con i colori di un famoso gelato confezionato Algida l’ha confezionata un telecronista dall’Australia, il bravo Jacopo Lo Monaco. Ed è azzeccatissima per il nuovo completino Yonex di Stan Wawrinka, che già nel maggio dello scorso anno aveva sbalordito tutti con pantaloncini a quadrettoni abbastanza improbabili. Ora i giapponesi di Yonex gli fanno indossare un outfit rosa shocking con sfumature (e calze!) gialle fluorescenti.

IL PIGIAMA DI GENIE Lei ci piace in altre vesti. Tennistiche s’intende, certo. Ma Eugenie Bouchard potrebbe essere meglio vestita e sfruttata da quelli di Nike. Il pigiamino a righe biancorosso sembra un po’ intristire l’esuberanza della giovane canadese.

L’ARANCIO DI MILOS Il brand è molto conosciuto a livello mondiale, specialmente per le sneakers. Se già l’anno scorso anche grazie all’ottima stagione di Raonic si è fatto conoscere dagli appassionati di tennis, quest’anno pare che New Balance voglia spingere sull’acceleratore. Polsini, calze e scarpe arancioni spezzano cromaticamente sul completino azzurro blu e bianco. E poi dello stesso colore anche l’accessorio distintivo del canadese, il “manicotto” scaldabraccio; che Milos indossa per questioni di protezione della pelle. Ma che in realtà grazie alla compressione favorisce la risposta muscolare. Il look nel complesso è davvero frizzante.

ROSA SHOCKING O IMMERSA NEI FIORI Sui campi femminili se ne sono viste un po’ di tutti i colori, è proprio il caso di dirlo. Emblematica la varietà anche solo dello stesso brand. Gli italiani di Lotto per esempio si sono presentati da un lato con una floreale Lepchenko dall’altra con la nuovissima linea di vestitini indossata da Aga Radwanska, presentatasi in quel di Melbourne tutta in rosa.

LA BANDANA DI PAT CASH Non poteva non cadere l’occhio sui match degli ex campioni. C’è chi ha cambiato gli sponsor, i vestiti o le racchette. Ma poi c’è anche chi ha ancora a 50 anni la stessa volée. E anche la stessa bellissima bandana a scacchi, inconfondibile. E in Australia si sente proprio a casa.

GIOCATORI VINTAGE, COMPLETINI PURE A loro modo tre giocatori molto diversi, meno “omologati”. Il primo (John Isner) con il suo prepotente servizio e le sue leve lunghe; gli altri due, mancini: uno di fantasia e classe tennistica sopra la media (Feliciano Lopez) con il suo serve&volley, l’altro serio professionista della racchetta da oltre dieci anni (Gilles Müller, nella foto). Tre completini di brand storici per il tennis, Fila, Ellesse e Sergio Tacchini. Poche fantasie, colori sobri, e le righe, protagoniste degli anni Ottanta. Un tuffo nel passato.