-
Archivio News

TENNIS AL FUTURO: MA QUANDO ARRIVANO I PEZZI… DI RICAMBIO?

Con l’eccezione di Milos Raonic, semifinalista a 25 anni, gli Australian Open ripropongono i soliti grandi protagonisti

di Enzo Anderloni | 27 gennaio 2016

Con l’eccezione di Milos Raonic, semifinalista a 25 anni, gli Australian Open ripropongono i soliti grandi protagonisti. E anche in campo azzurro ci si affida sempre alla solita, solida generazione che ci ha regalato grandi soddisfazioni. I ricambi arriveranno: serve pazienza, non fretta

di Enzo Anderloni – Foto Getty Images

Nessun italiano ancora in gioco nella seconda settimana degli Australian Open e subito partono i mormorii. Ci manca tanto Flavia Pennetta. Roberta Vinci ha salutato con un tweet struggente gli Open d’Australia. E i ricambi dove sono? Calma. Siamo abituati troppo bene. Il nostro team maschile è solido. Andreas Seppi si è battuto benissimo con l’imbattibile Djokovic. Fognini ha avuto una giornata così così contro un giocatore tosto e anomalo come Gilles Muller e Bolelli contro Tomic ha giocato alla pari, anche da acciaccato.

Sara Errani non ha brillato, Camila Giorgi ha beccato al primo turno Serena Williams. Hanno rispettivamente 28 e 24 anni, sono la n. 19 e n. 36 del mondo. Con una splendida Roberta Vinci ancora in pista, e una prossima rientrante Karin Knapp, siamo ancora decisamente competitivi per svariate stagioni. E dietro ci sono tanti giovani, maschi e femmine, che stanno lavorando e crescendo bene.

Il problema del ricambio esiste, ma non è italiano: è mondiale. Da questi Australian Open ci si aspettava qualche squarcio di futuro, pur con tutto il bene che vogliamo a Roger e Rafa, a Nole e Andy, a Serena, i quattro Fab Four più la superstar che hanno innalzato la popolarità del nostro sport a livelli planetari. Visti i seri scricchiolii di Nadal, che dal Roland Garros 2015 ha lasciato il posto nel quartetto a Stan Wawrinka, ci stiamo abituando all’idea che il nuovo deve avanzare. Istintivamente vorremmo che cominciasse a farlo presto.

Il fatto che degli ultimi 8 Grand Slam 6 se li siano presi Djokovic e Serena Williams accresce questo senso di blocco ai vertici. Il fatto poi che tanti ultratrentenni continuino a tener stretto il loro posto nelle alte sfere (non solo Federer, ma anche i David Ferrer, i Feliciano Lopez, tutta gente ben preparata sotto ogni aspetto) e che i Nick Kyrgios, Borna Coric, Alexander Zverev, ma anche i Kei Nishikori, Grigor Dimitrov, Bernard Tomic, David Goffin sbattano ancora il muso contro i primi della classe alimenta i borbottii. Solo Milos Raonic, dopo una stagione interlocutoria (causa acciacchi vari), si è presentato in Australia cresciuto come uomo e giocatore. La sua battaglia con Wawrinka, vinta in 5 set, è l’unico vero scrollone alle alte sfere.

Questa è la realtà del nostro sport. I ricambi ci sono, in Italia e nel resto del mondo. Arriveranno. La scalata è lunga e difficile. Come ha detto Maria Sharapova, dopo aver battuto in due set tirati la stellina svizzera Belinda Bencic, “questi sono destinati a prendere il nostro posto. Ma non ancora”. Dunque, perché avere fretta? Godiamoci sereni la vecchia classe, a partire dalla nostra, che è un gran bello spettacolo. E lasciamo tempo ai ricambi di consolidarsi, supportandoli con un ambiente sereno e carico di fiducia. Un confronto prematuro con i monumenti del tennis di oggi, troppo carico di attese, rischierebbe di farli a pezzi. Doverli rimettere insieme allungherebbe inutilmente l’attesa.

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 3 - 2016

Per scaricare il numero completo della nuova rivista settimanale potete CLICCARE QUI

Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf

SuperTennis Magazine – Anno XII – n.3– 27 gennaio 2016

In questo numero

Prima pagina: pezzi… di ricambi Pag.3

IBI 2016: gli Internazionali sono già cominciati Pag.4

Batch-point: io, io: asino mio Pag.5

Circuito mondiale, il caso: Rafa non c’è più? Pag.8

Terza pagina: Bobby Riggs, la grande scommessa Pag.10

Focus: Maria Sakkari Pag.12

I numeri della settimana Pag.14

Il tennis in tv: in diretta dai due “500” Pag.16

Circuito Fit-Tpra: come cambia lo Slam Pag.17

Personal coach: perché Djokovic sta con le gambe tanto divaricate… Pag.18

Racchette e dintorni: 8 look che spaccano ( ma anche no…) Pag.19

La regola del gioco: due palle? Si rifa? No, impossibile… Pag.21