-
Archivio News

PIANETA ITF JUNIOR: OCCHIO A QUESTI UNDER 18

Vediamo i baby campioni in pole position per esplodere nel circuito dei grandi nel 2016 analizzando la stagione appena conclusa

di Enzo Anderloni | 29 dicembre 2015

Vediamo i baby campioni in pole position per esplodere nel circuito dei grandi nel 2016 analizzando la stagione appena conclusa. Davanti a tutti ci sono l'americano Taylor Fritz e l'ungherese Dalma Galfi. Tra gli azzurri bene Andrea Pellegrino e Bianca Turati. In più, una lunga panoramica sull'attività Tennis Europe, con uno zoom sugli Under 16 e 14 più promettenti del mondo (italiani compresi)

di Viviano Vespignani

Con la disputa in Florida di un Orange Bowl di prima qualità, specie in campo femminile, si è chiuso il calendario junior Itf 2015. In vetta alle classifiche ci sono il 18enne statunitense Taylor Fritz (nella foto) e la 17enne ungherese Dalma Galfi (nella foto), il cui risultato più significativo ha coinciso con la firma apposta agli Us Open Junior. Per Taylor si tratta di un primato annunciato e a dir poco schiacciante considerato che a fine anno lo troviamo numero 176 del mondo nel ranking Atp. Dalma invece ha conquistato la cima sul filo di lana, nell'ultima occasione utile, quella offerta proprio dall'Orange Bowl.

A Plantation, Florida, le è bastato raggiungere le semifinali per distaccare di una manciata di punti la sedicenne ceca Marketa Vondrousova, vincitrice quest'anno al Trofeo Bonfiglio di Milano. Nulla da fare per l'inglese Katie Swan, caduta rovinosamente al 2° turno.

Sorpresa Kecmanovic

Di fatto, Taylor ha raggiunto il primato under 18 vincendo gli Us Open Junior sulla scia della finale di Parigi e delle semifinali colte al Bonfiglio e a Wimbledon. Alle sue spalle, una furibonda battaglia per la conquista del posto d'onore ha coinvolto sei pretendenti tra i quali, a sorpresa, è emerso il 17enne norvegese Casper Ruud, autore di ottimo tour in Sud America nel gennaio scorso. Il terzo posto è stato appannaggio dell'ungherese Mate Vlakusz, autore di un convincente finale di stagione, ma i fuochi d' artificio li ha accesi tutti, nella seconda settimana di dicembre, un sedicenne di Belgrado, Miomir Kecmanovic (nella foto). Lo ha fatto battendo per 6-3 2-6 7-6, nella finale dell'Orange Bowl, il solido ateniese Stefanon Tsitsipas (già secondo nel 2014). Con questo successo, Miomir ha guadagnato la palma di più giovane top 15 del mondo. Non va tralasciato però che al 16° posto si è insediato un 15enne canadese fresco vincitore a Bradenton, in Florida, dello storico “Eddie Herr”, vale a dire il già (quasi) famoso Felix Auger-Aliassime.

Paul guarda in alto

A Tommy Paul, primo a Parigi, secondo a Flushing Meadows e quinto a Wimbledon, sta stretto il nono posto, ma l'americano ha giocato solo quattro tornei ben sapendo che il ranking under 18 si basa sui sei migliori punteggi (al 25% quelli relativi ai doppi). Non c'è che dire: il circuito junior lo ha davvero snobbato - così come ha fatto Reilly Opelka, altro americano di belle speranze che trionfò a Wimbledon - ma resta al suo attivo una strepitosa media di 219 punti/torneo, indice di un rendimento a livelli record. Orlando Luz, che ha fatto centro nei nostri Internazionali Junior oltre che a Porto Alegre (Brasile), non è andato oltre la sesta poltrona, ma il risultato non stupisce perché il brasiliano è un terraiolo che soffre, e non poco, le superfici rapide.

Tre azzurri Top 50

Che l'Orange Bowl 2015 vada targato “teenager” lo dice anche e sopratutto un ottimo tabellone femminile. Il successo è andato alla 15enne Bianca Vanesa Andreescu, ennesimo talento sbocciato in Canada. Finalista la 16enne americana Kayla May, mentre sul terzo gradino del podio una precocissima 14enne, cioè la russa Anastasia Potapova, quest'anno finalista nell'under 18 di Prato. Tra i top 50 del mondo compaiono tre azzurri. Si tratta del pugliese Andrea Pellegrino (nella foto), che in tema di tornei di Grado 1 ha vinto a Santa Croce ed è stato secondo in Paraguay, e la brianzola Bianca Turati, autrice di un bel tris di successi da Casablanca, Marocco, a Cap d'Ail, Francia, passando per Salsomaggiore (6 vittorie in totale, record femminle. Quello maschile è di Gianluigi Quinzi a quota 11). Tris che, con la variante di Tunisi al posto di Casablanca, è stato realizzato anche da Gian Marco Moroni, 17enne romano. L'elenco dei plurivincitori termina col nome della 15enne Lisa Piccinetti (in Grecia e Moldavia). Poco oltre la 50a posizione troviamo Beatrice Torelli, vincitrice ad Asuncion, in Paraguay.

Record: abbiamo vinto 27 tornei Itf Under 18

366 tornei disputati in 118 nazioni, 6 in Italia. 84 nazioni contano almeno un successo, i più vincenti sono Stati Uniti, Russia e Cina, rispettivamente con 86, 66 e 29. Da parte sua l' Italia, al pari della Gran Bretagna, ha raggiunto una notevole quarta posizione in virtù di 27 vittorie - oltre a 18 finali e 43 semifinali - che uguagliano il record nazionale raggiunto due anni fa. L'ultima vittoria di Andrea Guerrieri (tesserato ad Albinea) nel torneo indoor di Zagabria, in Croazia. (v.v.)

Baby azzurri nei ranking: 5 ragazzi e 3 ragazze Top 100

I migliori dieci italiani nelle rispettive classifiche giovanili di fine anno (al 14 dicembre 2015), dai ranking Atp e Wta, a quelli Itf Under 18.

Ranking ATP

Rank. Giocatore

1 1003 Enrico Dalla Valle

2 1067 Julian Ocleppo

3 1090 Andrea Guerrieri

4 1128 Federico Bonacia

5 1180 Matteo Tinelli

6 1184 Sasha Merzetti

7 1278 Raul Brancaccio

8 1544 Andrea Pellegrino

9 1570 Luca Giacomini

10 1634 Andres Gabriel Ciurletti

Ranking Wta

Rank. Giocatrice

1 468° Bianca Turati (nella foto)

2 472° Jessica Pieri

3 848° Verena Hofer

4 858° Federica Bilardo

5 945° Beatrice Torelli

6 952° Lucrezia Stefanini

7 1050° Anna Maria Procacci

8 1088° Anna Turati

9 1233° Lucia Bronzetti

10 273° Tatiana Pieri

ITF Under 18 maschile

Rank. Giocatore

1 33 Andrea Pellegrino

2 50 Gian Marco Moroni

3 70 Corrado Summaria

4 84 Federico Bonacia

5 90 Marco Mosciatti

6 111 Samuele Ramazzotti

7 112 Andres Gabriel Ciurletti

8 147 Julian Ocleppo

9 179 Riccardo Balzerani

10 236 Giovanni Fonio

ITF Under 18 femminile

Rank. Giocatrice

1 41 Bianca Turati

2 54 Beatrice Torelli

3 97 Ludmilla Samsonova

4 109 Lucrezia Stefanini

5 139 Jessica Pieri

6 191 Federica Mordegan

7 199 Monica Cappelletti

8 203 Anna Turati

9 288 Federica Bilardo

10 289 Tatiana Pieri

Le baby azzurre hanno vinto 3 titoli Pro

La presenza degli junior nelle alte sfere del tennis è sempre stata oggetto di forti dosi di interesse. Nel 2015 i migliori giovani in vetta sono il tedesco Alexander Zverev e la svizzera Belinda Bencic, entrambi nati nel 1997, rispettivamente n.83 Atp e n.14 Wta. Appaiono lontani i tempi nei quali a 18 anni Diego Nargiso fu n.67 del mondo e Katia Piccolini n.37, oppure quando (era il 1993) all' età di 16 anni Francesca Bentivoglio divenne n.73. Oggi, come dicono le classifiche pubblicate in queste pagine, l'Italia conta una presenza relativamente numerosa ma di secondo piano e una presenza femminile ridotta. I nostri junior non sono mai andati oltre le semifinali nei tornei Futures, Federico Bonacia e Andrea Guerrieri a Santa Margherita di Pula, Julian Ocleppo ad Antalya (Turchia), ed Enrico Dalla Valle a Sassuolo. Sia pure composto da risultati scaturiti in prove da 10.000 dollari, il panorama in gonnella è decisamente più corposo con quattro vittorie, tre finali e sette semifinali. Jessica Pieri (nella foto) ha vinto tre tornei ed è stata una volta finalista, Bianca Turati ha dalla sua un successo, una finale e quattro semifinali, mentre Federica Bilardo un successo e una semifinale a Solarino, Sicilia. In controtendenza si prospetta invece il doppio maschile ove sono andati a segno Andrea Pellegrino, Dalla Vallle e Ocleppo, il quale ha dalla sua anche tre finali ed un gruzzoletto di 50 punti Atp. (v.v.)