-
Archivio News

COMINCIA A PIOVERE, QUANDO CI SI FERMA?

La sospensione di una partita a causa delle precipitazioni sono sempre decise dagli ufficiali di gara, e dipendono molto dalla superficie su cui si gioca

di Enzo Anderloni | 29 novembre 2015

La sospensione di una partita a causa delle precipitazioni sono sempre decise dagli ufficiali di gara, e dipendono molto dalla superficie su cui si gioca. la terra rossa è quella che necessita di più valutazioni. i sintetici diventano scivolosi obbligando allo stop più rapido

La situazione

Nicola sta giocando una partita di singolare di primo turno di un tabellone principale di un torneo contro Alessandro.

Cosa succede?

Sul punteggio di 3-2 in favore di Nicola nel primo set inizia a piovere leggermente. Ma per il momento il gioco continua. Sul punteggio di 4-3 per Alessandro, Nicola chiede di sospendere la partita per le condizioni atmosferiche.

Con la pioggia ci si può fermare

In particolare modo quando si disputa un match all'aperto, le condizioni climatiche giocano un ruolo fondamentale al fine dello svolgimento di una partita di tennis, in quanto possono condizionare pesantemente il tipo di gioco dei giocatori. Mentre il freddo, il caldo, il vento di norma non comportano particolari conseguenze in termini di sospensione del gioco (anche se in realtà il caldo in determinate condizioni può consentire una breve sosta tra il secondo e terzo set nel tennis femminile), la pioggia spesso può determinare la sospensione, decretata dall'arbitro o dal giudice arbitro, della partita in corso.

Superficie per superficie

La parte a volte più complicata è la valutazione delle condizioni del campo in relazione alla quantità e alla intensità della pioggia, oltre al tipo di superficie sulla quale si sta giocando. Una pioggia debole potrebbe non comportare nessun disagio né ai giocatori e nemmeno al campo se stessimo giocando sulla terra battuta, ma non potrebbe dirsi la stessa cosa se stessimo giocando sul veloce, che ovviamente diventa scivoloso molto presto. Ovviamente, quasi immediata diviene la sospensione su una superficie in erba.

Valutazione delle condizioni

Posto che una pioggia intensa comporta una immediata sospensione su tutte le superfici, in caso di pioggia debole, in particolare sulla terra, appare quindi necessario non appena ritenuto opportuno, valutare le condizioni del campo, sia verificando che non si scivoli sulle righe rese bagnate sia sincerandosi che la terra non si stia impregnando troppo di acqua e sia pericoloso continuare a giocare.

La decisione agli ufficiali

È importante ricordare che questa è una decisione dell'arbitro o del giudice arbitro e non dei giocatori, i quali non possono lasciare il campo fino a quando non siano autorizzati a farlo. Nel nostro caso si potrebbe anche pensare che Nicola, il quale ha perso due giochi consecutivi, possa utilizzare come pretesto la pioggia per far sospendere il gioco a danno del suo avversario. Ovviamente i casi di sospensione per condizioni atmosferiche possono intervenire in ogni momento della partita, senza nessun riguardo del punteggio, a differenza di quanto diviene rilevante nei casi di sospensione per oscurità. Ma questo lo vedremo in un'altra occasione.