-
Archivio News

HEAD RADICAL MPA, LA RACCHETTA CON DUE PIATTI

Con Graphene Xt la nuova edizione della Head Radical propone un modello con lo schema corde Adaptive, interscambiabile (16x16 o 16x19)

di Enzo Anderloni | 27 novembre 2015

Con Graphene Xt la nuova edizione della Head Radical propone un modello con lo schema corde Adaptive, interscambiabile (16x16 o 16x19). Una racchetta versatile, stabile e sicura specialmente per colpire da fondo con un po’ di rotazione. Costa 239,95 euro

di Mauro Simoncini

Era la novità più attesa di questo finale di stagione 2015. Tutta la gamma Radical di Head rivista con l’introduzione della tecnologia Graphene XT, di ultimissima generazione, ridistribuendo le masse nei punti strategici dal manico alla testa del telaio. Una gamma che già nella precedente edizione ha avuto gran successo in negozio, grazie a modifiche più che sostanziali rispetto ai modelli vecchi. Oltre alla più pesante e selettiva Pro (da 310 grammi) il modello più polivalente e adattabile ai diversi livelli e tipi di gioco era Radical MP (295 grammi di peso senza corde e 98 pollici quadrati di ovale).

Tecnologia

Al telaio in questione si è aggiunta ora la versione Radical MPA, dotata di Asp, Adaptive String Pattern. In pratica, la possibilità di sostituire i bumper (passacorde) trasformando l’ormai classico e tipicamente moderno schema da 16 corde verticali e 19 orizzontali in un pattern più rivoluzionario 16x16, con maglie decisamente larghe per avere più comfort, spinta e rotazioni. Poi le nuove Radical sono tutte pronte ad accogliere il Sony Smart Tennis Sensor, con un semplice clip alla fine del manico, rimuovendo il tappo.

In Campo

Abbiamo provato la racchetta incordata 16x16. Il primissimo sostantivo che viene in mente è: sicurezza. Intesa come stabilità, sostanza, abbinata a manovrabilità. Il telaio si sente comodamente in mano, equilibrato; ma la palla che esce, e facilmente, dal piatto corde è piena e pesante da ribattere. Lo sweetspot è ampio, generoso se si considera l’ampiezza contenuta dell’ovale, un midplus da 98”. Davvero soddisfacente appoggiarsi sulla palla dell’avversario. In più c’è il valore aggiunto dello schema corde 16x16; maglie larghissime significa grande facilità nell’imprimere rotazioni, specie quelle in top.

La pallina gira anche se non si è esperti in materia, e non scappa. Sorprende davvero il controllo, che si conferma anche in colpi più raffinati come il backspin di rovescio, immediato e preciso. Tenendo sempre presente la possibilità di cambiare il pattern, aggiungendo 3 corde verticali, la racchetta si dimostra stabile e solida in ogni zona del campo, addirittura d’aiuto quando in difesa non si è prontissimi fisicamente né tantomeno perfetti dal punto di vista tecnico.

Facilità e controllo caratterizzano anche i colpi al volo mentre la maneggevolezza e la resa delle variazioni tagliate colpiscono al servizio. Incisivo anche oltre alle aspettative pure quando si tentano slice a sorpresa o seconde palle più cariche in kick. In sintesi un’agonistica facile, buona anche per molti giocatori di club, specialmente con schema corde 16x16. Diventa sicuramente più tosta, selettiva e da picchiatori se viene montato il tipico pattern 16x19.

IL LAB

Peso g.291Ovale 98 Profilo 20-23-21 mm Bilanciamento 31,9 cm Rigidità 65 Inerzia 319 Potenza 53 su 100 Controllo 43 su 10 Maneggevolezza 75 su 100

IL PAGELLONE: 81/100

Estetica 8,5

A fondocampo 8

Al volo 8

Servizio 8

Top 8

Back 7,5

Potenza 9

Controllo 8

Maneggevolezza 8

Comfort 8