-
Archivio News

AVANTI TUTTA, COL SERVE&VOLLEY

In costante ricerca della rete, sia al servizio con gli angoli che in risposta con gli effetti

di Enzo Anderloni | 24 novembre 2015

In costante ricerca della rete, sia al servizio con gli angoli che in risposta con gli effetti. I giocatori di volo possono sfruttare struttura fisica, reattività e riflessi per esercitare continua pressione sugli avversari. Ecco come punti e schemi diventano brevi

di R. Marinuzzi e M. Dell'Edera, I.S.F. Roberto Lombardi - foto Getty Images

La tipologia di giocatore che prendiamo in analisi oggi è quella “serve & volley”. Attualmente, come conseguenza delle velocità sempre più elevate, ma soprattutto per l’alta specializzazione della risposta al servizio, è lo stile di gioco meno presente nel panorama tennistico mondiale, assente per quanto riguarda il movimento femminile. Tra i più rappresentativi di questa categoria possiamo citare Radek Stepanek e Feliciano Lopez.

Lo spagnolo Feliciano Lopez, 34 anni e n.17 Atp, è uno dei rari rappresentati della tipologia Serve & Volley

Serve e taglia molto, va sempre verso la rete

Un giocatore “serve & volley” si può individuare con estrema facilità rispetto alle altre tipologie. Il suo gioco è sempre proiettato alla ricerca costante della rete, a seguito del servizio, a seguito della risposta al servizio. Tra i suoi punti di forza annovera una grande padronanza del gioco al volo e di conseguenza un corretto posizionamento a rete. Grande abilità nel variare il servizio, modificando rotazioni e direzioni. Solitamente esegue bene anche lo slice di rovescio, molto utilizzato per approcciare a rete, anche a seguito della risposta al servizio (chip & charge). Reattività di riflessi e grande capacità di spostamento in avanti sono caratteristiche fisiche di centrale importanza per esprimere al meglio il suo gioco.

Prova gli schemi

Ogni giocatore “Serve & Volley” possiede dei propri schemi specifici che cerca di attuare soprattutto nei momenti topici del match. Suggeriamo adesso due degli schemi più utilizzati dai migliori rappresentanti di questo stile di gioco.

1. Slice e volée

Il giocatore “Serve & Volley” serve da destra con rotazione slice con l’obiettivo di creare un’apertura di campo laterale e di portare l’avversario a rispondere con i piedi in corridoio o fuori dallo stesso. Successivamente eseguirà una discesa a rete per giocare una volée nel campo libero.

2. Quando usare il Chip&Charge

Il giocatore “Serve & Volley” in risposta da sinistra a una seconda palla di servizio (o anche a una prima palla poco consistente) prova a eseguire un approccio a rete in lungolinea. Sul servizio a uscire potrà risultare molto efficace l’utilizzo dello slice di rovescio, è il cosiddetto Chip&Charge.

Il serve & volley paga soprattutto al servizio:

82% di game vinti e “prime” oltre il 60

Dai dati statistici elaborati nei principali tornei del circuito ATP emerge che i giocatori “Serve & Volley” utilizzano al meglio il servizio, con percentuali riferite al numero di ace e ai game vinti in battuta che si avvicinano a quelle di un attaccante da fondo. Per quanto concerne la risposta al servizio, le percentuali di game vinti sono addirittura maggiori. Di seguito vengono riportati alcuni dati rilevati nel 2014 tra i top 50 delle classifiche Atp.

Caratteristiche ATP

Statura 187,5 cm

Peso 78 Kg

Numero di ace 6,5

% di 1° servizio 62,5

% game di servizio vinti 82

% game di risposta vinti 24,5