-
Archivio News

FAI COME RAONIC: ATTACCA FORTE, ATTACCA SUBITO

Lo chiamano "attacking player", serve forte e spara il diritto alla ricerca veloce del punto

di Enzo Anderloni | 08 novembre 2015

Lo chiamano "attacking player", serve forte e spara il diritto alla ricerca veloce del punto. Ecco le caratteristiche del giocatore d’attacco puro, che però non cerca la rete. Numeri, statistiche e due schemi tattici da utilizzare

di R. Marinuzzi e M. Dell’Edera I.S.F. Roberto Lombardi - foto Getty Images

Sei un vero “attacking player”, un giocatore d’attacco? Negli ultimi anni, in un tennis dove l’aspetto fisico è sempre più determinante, è emersa una nuova tipologia di giocatore: si tratta proprio dell’attacking player. Ottimi interpreti di questa tipologia di giocatore sono Milos Raonic e John Isner. A livello femminile questa tipologia di giocatore non è presente anche se Serena Williams, classificata tra le attaccanti da fondo, per alcuni versi si avvicina alle caratteristiche dei giocatori appartenenti a questa categoria.

Scambi rapidi

Il giocatore “attacking player”, come l’attaccante da fondo, si contraddistingue per un alto numero di colpi vincenti messi a segno nell’arco di una partita. Per differenziare queste due tipologie di giocatore, solitamente si prendono in considerazione il numero medio di scambi eseguiti durante un match. “L’attacking player”, per esaltare i suoi principali punti di forza e nascondere i suoi punti di debolezza, tende a concludere gli scambi con estrema rapidità.

Le armi letali

Tra le sue principali armi possiamo considerare il servizio e la grande potenza espressa nei colpi a rimbalzo, eseguiti privilegiando traiettorie lineari dell’attrezzo per esprimere grande velocità. La sua statura elevata solitamente gli comporta delle difficoltà negli spostamenti a medio e lungo raggio.

Prova gli schemi

Ogni “Attacking Player” possiede schemi specifici. Eccone due tra i più utilizzati dai rappresentanti di questo stile di gioco. Sono simili a quelli dell’attaccante da fondo, ma in questi due casi c’è sempre l’opzione dell’approccio a rete.

Schema 1: Prepara l’approccio

Il giocatore “attacking player” serve da destra a uscire con l’obiettivo di creare un’apertura di campo laterale (portare l’avversario a rispondere con i piedi in corridoio o fuori dallo stesso). Successivamente proverà a eseguire un diritto lungolinea con l’obiettivo di terminare lo scambio un colpo vincente o approcciare a rete. Per eseguire al meglio questo schema il servizio dovrà essere indirizzato prendendo come riferimento la linea laterale del campo.

Schema 2: Apri il campo servendo esterno

Il giocatore “attacking player” serve a uscire da sinistra con l’obiettivo di eseguire un diritto Inside-In vincente o un approccio a rete. Ovviamente per diritto Inside-in si intende la tipologia di diritto eseguito dal lato del rovescio e indirizzato sul diritto dell’avversario.