-
Archivio News

LO STRANO CASO DEL DOPPIO… GIOCO

Un caso molto particolare ma realmente accaduto, che si è prestato a varie opinioni e interpretazioni

di Enzo Anderloni | 26 ottobre 2015

Un caso molto particolare ma realmente accaduto, che si è prestato a varie opinioni e interpretazioni. In un match di doppio, sul punto decisivo, che cosa succede in caso di errore di posizionamento dei ricevitori e, contemporaneamente, di “let” chiamato? E come bisognerà riposizionarsi alla ripresa?

La situazione

Si sta giocando un doppio del campionato a squadre di Serie A1, dove il sistema di punteggio applicato è quello del punto decisivo in caso di parità.

Che cosa succede?

Proprio in una situazione di parità, prima di decidere da che lato i ricevitori risponderanno, essi cambiano posizione nella ricezione. L'arbitro non si accorge dell'errore e si inizia a giocare il punto.

A causa di una palla che arriva dall'altro campo, viene chiamato un 'let, primo servizio': in quel momento l'arbitro realizza che i giocatori si erano scambiati di posizione.

Come si procede?

Questo caso, realmente successo, ha scatenato numerose reazioni ed opinioni, entrando in gioco differenti aspetti legati alle regole di tennis di nostra conoscenza. In primo luogo, come già evidenziato in casi precedenti, siamo tutti a conoscenza del fatto che uno dei principi fondamentali in caso di errore è che l'errore si corregge immediatamente non appena scoperto. Questa norma, nel caso di ordine di ricezione sbagliato in doppio non si applica completamente, dato che esiste un'altra norma che sancisce che l'ordine in ricezione verrà mantenuto così alterato fino al termine di quello specifico gioco. La logica alla base di questa seconda regola è quella di cercare di limitare il più possibile le conseguenze scaturenti da questo errore.

La discriminante

Il caso presentato ha un'ulteriore elemento costituito dal fatto che una volta iniziato il punto, viene chiamato un “let, primo servizio” che consentirà di rigiocare quel punto e tornare al momento della “parità”.

Solo in questo caso

Il caso in questione dunque è ovviamente molto particolare, in quanto si deve ri-giocare il punto decisivo, dopo il quale quel game sarà comunque terminato. Di conseguenza in caso di scoperta dell'errore e del fatto che quel punto dovrà essere rigiocato, ripristinare immediatamente l'ordine dei ribattitori sarà in effetti possibile, dato che questa correzione non comporterà nessun tipo di conseguenza, essendo di fatto l'ultimo punto di quel gioco (vale solo in caso di punto decisivo).

Ma non si cambia lato

Ripristinato il corretto ordine dei ribattitori, verrà comunque mantenuto fermo il lato dal quale si riceve, dato che la regola prevede che una volta scelto il lato, esso non potrà essere modificato.