-
Archivio News

TATTICA: 5 SITUAZIONI DA ALLENARE

Sono quelle che si riscontrano in tutti i match

di Enzo Anderloni | 22 agosto 2015

Sono quelle che si riscontrano in tutti i match. Bisogna lavorarci molto durante l'apprendimento per evitare future lacune tattiche. Vediamo perché

di Antonio Daino - foto Getty Images

Nell'ottica di un insegnamento multilaterale, lo sviluppo di questo obiettivo dell'area mentale è uno dei presupposti indispensabili per garantire un buon apprendimento tattico. A questo punto però, abbiamo un'altra domanda alla quale dare risposta.

Come fare, da un punto di vista didattico, per combinare autoefficacia e tattica? La risposta è semplice. Bisogna allenare cinque situazioni di gioco. Guardando una partita di tennis, possiamo renderci conto di quali sono le cinque situazioni che si presentano costantemente durante tutto l'arco del match.

1. Il servizio 2. La risposta al servizio 3. Entrambi i giocatori scambiano da fondo 4. L'approccio a rete 5. L'approccio a rete dell'avversario

Solitamente allievi in fase di apprendimento, amatori, ma anche atleti più evoluti, riscontrano delle problematiche nel fronteggiare alcune di queste situazioni. Diventa essenziale quindi, fin dalle prime lezioni di minitennis, far sì che gli allievi si trovino a risolvere problematiche tattiche in tutte le zone del campo, affrontando tutte le situazioni appena descritte. Questo tipo di approccio didattico favorisce uno sviluppo adeguato dell'autoefficacia, e di conseguenza uno sviluppo tattico ottimale.

L'importanza di una scelta

Sappiamo bene che parlando di tattica ci riferiamo a delle scelte che l'atleta dovrà eseguire in riferimento a ogni singola situazione di gioco. Perché dunque tattica e autoefficacia sotto strettamente collegate tra di loro? Facciamo un esempio. Poniamo il caso che un giovane atleta, nella sua formazione tennistica, abbia allenato poco la situazione legata all'approccio a rete. Di conseguenza questo allievo svilupperà sicuramente una scarsa convinzione nelle proprie capacità di affrontare quella determinata situazione. Come conseguenza di questo processo, il nostro giovane atleta faticherà a scegliere tatticamente di eseguire un approccio verso la rete quando il suo avversario gli offrirà questa opportunità.

Ecco perché allenamenti mirati e costanti finalizzati allo sviluppo ottimale di queste cinque situazioni di gioco agevoleranno sicuramente l'atleta nella soluzione di problematiche di ordine tattico.