-
Archivio News

IL TALENTO OVERSIZE DI LAMINE OUAHAB

Lamine Ouahab non è il classico super-atleta, anche se il sito Atp dice che pesa 83 kg

di Enzo Anderloni | 13 agosto 2015

Lamine Ouahab non è il classico super-atleta, anche se il sito Atp dice che pesa 83 kg. Lui, il suo quintale di classe lo esprime tra smorzate e accelerazioni. Questa settimana era iscritto al Futures di Appiano (Bz)

di Alessandro Nizegorodcew

Quante volte avete sentito dire che una grande preparazione atletica è imprescindibile nel tennis moderno? In quante circostanze avete sentito parlare di uno sport oggi più che mai legato alla prestanza fisica, sia essa rappresentata da potenza muscolare, velocità o resistenza? Ora provate a spiegare tutto questo a Lamine Ouahab, giocatore marocchino “oversize”, che ha cominciato questo 2015 giocando un tennis ai limiti della fantascienza. Tanto da incantare Casablanca, nella prima fetta di stagione, superando Haase (n.88 Atp) e Garcia-Lopez (n.24 Atp) di fronte all’incredulo e infuocato pubblico di casa. Talento cristallino, alterna smorzate millimetriche ad accelerazioni al fulmicotone con entrambi i fondamentali.

La scheda “alleggerita”

Fin qui, nulla di strano, se non fosse che il suo 1.85 di altezza non è accompagnato dagli 83 kg che il sito ufficiale Atp gli assegna (per capirci, se fosse vero avrebbe altezza e peso di Rafael Nadal), bensì almeno 20 in più. Nonostante ciò riesce a essere sufficientemente veloce e la corsa in avanti potrebbe quasi essere definita “rapida”. La domanda che sorge spontanea quando lo si osserva è: “Ma come fa? Come può con quel fisico tenere il ritmo dei super-atleti del circuito Atp?”. A Casablanca è stato eliminato nei quarti dallo spagnolo Daniel Gimeno-Traver, ma gli spettatori del torneo nord-africano sono letteralmente impazziti per il loro “nuovo” beniamino. Si, perché Ouahab è nato in Algeria il 22 dicembre del 1984, ma dopo alcuni screzi con la propria federazione ha deciso a fine 2013, sfruttando anche il matrimonio con una donna marocchina, di cambiare nazionalità.

Sognando i Top 100

A inizio 2015 era partito da numero 587 del mondo, ma dopo un trionfo challenger, tre titoli futures e i quarti a Casablanca, il ranking oggi recita 237. L’ultimo dei futures citati, vinto in quel di Safi, rappresenta il ventiquattresimo alloro Itf della carriera di Ouahab. Solo i romeni Crivoi e Ionita hanno saputo fare altrettanto. Visto lo stato di forma (da non confondere con la linea) di Lamine, il record assoluto sembra davvero a un passo. Ouahab, che si sta avvalendo della collaborazione tecnica dell’ex campione marocchino Hicham Arazi, nei Top 100 non è mai entrato (best ranking n.114 raggiunto nel 2009), ma il sogno, mai come oggi, potrebbe tramutarsi in realtà. A suon di smorzate, amatriciane, rovesci lungolinea e pizze margherita.

Magri per forza? No grazie

Chi l'ha detto che bisogna essere magri per forza? Lamine Ouahab non è l'unico talento in versione XL. Nelle prime 200 Wta c'è anche Taylor Townsend, promessa americana oversize, classe 1996 (19 anni compiuti lo scorso aprile). Un bel messaggio nell'epoca dei super-fisicati: arrivare in alto, sognare di giocare ai massimi livelli si può anche con qualche chilo in più. Peccato che il sito ufficiale della WTA non indichi né altezza né peso, lasciando lo spazio vuoto negli appositi spazi. Perché mai?

La carta d'identità

Nome: Lamine Ouahab

Luogo di nascita: College Park, Maryland

Data di nascita: 20 gennaio 1998

Altezza e peso: 185 cm per 83 kg (dato ufficiale Atp)

Ranking Atp: 237

Best Ranking: 114 (2009)

Coach: Hicham Arazi

Tornei vinti: 24 Futures