-
Archivio News

OVERGRIP: MEZZO MILLIMETRO CHE TI CAMBIA LA PRESA

Cinque modelli top a confronto

di Enzo Anderloni | 24 luglio 2015

Cinque modelli top a confronto. La maggior parte dei "pro" colloca sopra al rivestimento base del manico (grip) della racchetta un ulteriore, sottilissimo strato che ottimizza impugnatura, assorbe il sudore e soprattutto si può sostituire facilmente e frequentemente

di Mauro Simoncini

Alzi la mano chi non è mai stato coinvolto nella sindrome da overgrip. “Pazzesco! Con questo il manico diventa troppo grosso, questo mi lascia il colore, quest’altro è troppo spesso, quel modello si consuma subito, e con l’altro mi scivola ancora la mano. Non riesco a trovare il mio” .

Ecco un super concentrato da spogliatoio, capitolo: manico e overgrip. Sì, perché intanto occorre fare una distinzione che non è solo formale, ma sostanziale; e potrebbe salvare qualche acquisto sbagliato. Il grip è lo strato di rivestimento collocato di serie direttamente sulla struttura del manico, sul telaio direttamente, incollato dalle aziende. Quello che una volta, per intenderci, era di cuoio.

Per overgrip si intendono invece tutti i nastri più sottili che possono essere collocati al di sopra del manico, del grip appunto, senza colla o materiale aggiuntivo. Sono mediamente tutti di spessore infinitesimale (intorno al mezzo millimetro) di mille colori o nel più classico bianco (che voci di corridoio dicono migliore per l’assenza di coloranti aggiuntivi). Usa do un overgrip , e sostituendolo con frequenza ( i pro lo fanno anche più volte nel match) si ottiene una presa sempre ottimale. E in questo modo si rende il grip (sottostante) praticamente eterno. Ecco una selezione di cinque modelli di successo. In una stagione quella estiva in cui è più facile che la racchetta… vi scappi di mano.

TOURNA GRIP

Il famoso Tourna Grip è l'overgrip originale usato da molti professionisti. Pete Sampras per anni si è affidato a questo nastro Blu/violaceo che ha il vantaggio di poter esser ri-utilizzato su due lati. E’ morbido e assorbente; per molti giocatori e(es. Richard Gasquet) il binomio cuoio e Tourna rappresenta il top in termini di comfort e presa saldo sul manico della racchetta.

Spessore: 0,6 mm

BABOLAT VS

E’ l'originale overgrip VS della Babolat. Superficie liscissima e spessore tra i più sottili sul mercato (0,45 mm); promette anche una buona durata oltre che comfort e morbidezza comuni ad altri modelli della stessa ditta francese. Ha come il Tourna una lunghezza appena abbondante anche per i bimani o per manici più lunghi. Disponibile anche in nero, blu, arancione, rosa e giallo.

Spessore: 0,4 mm

WILSON PRO

L’overgrip elegante bianco che Roger Federer fa collocare sul manico dei suoi telai. Più sottile della media, mantiene buone le prestazioni in termini di presa e morbidezza anche quando è consumato o semplicemente sporco. Ottimo come assorbimento, comfort e anche durata.

Dispondibile anche in verde, rosa e giallo.

Spessore: 0,5 mm

HEAD PRESTIGE PRO

C’è uno speciale materiale (elastomeri poliuretanici) a rinforzare l’overgrip di punta dell’azienda austriaca, con il nome della storica racchetta; un overgrip senza forellini che garantisce buona presa e una discreta morbidezza.
Spessore: 0,6 mm

YONEX SUPERGRAP

Probabilmente non così conosciuto ma merita un giro di prova. L’over dell’azienda giapponese è un mix di aderenza e comfort, e grande capacità di assorbimento. Lungo e sottile nella norma accoglie la mano al meglio e regala una presa sicura ed efficiente anche alle temperature estive più ostiche.

Spessore: 0,6 mm