-
Archivio News

LA NUOVA HEAD DI GASQUET, ESTREMAMENTE GIALLA

Da pochi giorni sul mercato la nuova collezione Head Extreme, con Graphene XT materiale di ultima generazione, la racchetta del semifinalista di Wimbledon Richard Gasquet

di Enzo Anderloni | 17 luglio 2015

Da pochi giorni sul mercato la nuova collezione Head Extreme, con Graphene XT materiale di ultima generazione, la racchetta del semifinalista di Wimbledon Richard Gasquet. Spinta notevole senza perdita di controllo ne fanno un attrezzo destinato a un’ampia fascia di agonisti

di Mauro Simoncini

Ci sono racchette che si sono conquistate nel tempo uno zoccolo durissimo di appassionati utilizzatori che difficilmente cambiano, se non di fronte a nuove evoluzioni. Una di queste è la Head Extreme (nelle versioni Pro ed MP), che da quasi 10 anni ha arricchito le collezioni della Casa austriaca di un attrezzo dall’avolale più tondeggiante rispetto alle classiche Prestige e Radical e dalla maggiore spinta e tolleranza sui colpi decentrati.

Una racchetta portata al successo da Ivan Ljubicic e Roberta Vinci, ma anche grande protagonista tra i duellanti sull'erba di Wimbledon in pugno a Richard Gasquet, da sempre legato al giallo fluo del più“profilato” (26 mm di spessore) tra gli attrezzi agonistici della casa austriaca.

Nuova versione con Graphene: redistribuite le masse nel telaio

Oltre a essere diventata molto piùgialle e aver preso tinte fluo, la nuova Extreme si èarricchita di Graphene XT, il materiale tecnologicamente più evoluto, molto più leggero e 200 volte più resistente dell’acciaio, che ha permesso agli ingegneri austriaci una redistribuzione delle masse più verso manico e cuore, a favore di maneggevolezza e velocità.

Sono in vendita da luglio quattro nuovi modelli: la Pro (315 grammi), la MPA (300 grammi), la Rev Pro (270 grammi) e la piùleggera Lite (265). La vera novità, come giàaccaduto sulle nuove Speed targate 2015 (il cui testimonial è invece il numero 1 al mondo Djokovic), è la possibilitàdi cambiare "in corsa" lo schema corde. Infatti i modelli MPA e REV PRO sono dotati di schema incordatura ad attivo ASP, cioèviene venduto un set di grommet (passacorde) sostitutivo che trasforma il pattern oramai classico con 16 corde verticali e 19 orizzontali con un rivoluzionario 16x16.

E' una delle ultime tendenze: racchette con reticoli maglie sempre piùlarghe per regalare potenza e spin, in altri casi addirittura con piùcorde verticali che orizzontali. Ma qui c'èpersino la possibilitàdel ricambio immediato, sul medesimo tipo di telaio; magari in base all'avversario, alle condizioni meteorologiche o alla superficie di gioco. Una variante in piùda personalizzare facilmente con l'aiuto dell'incordatore.

Le prestazioni: gran spinta da fondo senza perdere controllo

In ogni caso le Extreme si confermano racchette agonistiche (in particolare i modelli MPA e PRO), non difficili ma di notevole spinta, molto stabili e sicure dal fondo campo. Accessibili anche a livelli di gioco piùbassi, proprio per maneggevolezza eccellente e ampiezza dello sweetspot (punto di impatto ideale), che aiuta anche in situazioni di difesa o di colpi non perfetti tecnicamente.

L'ACCESSORIO

Fischia, che damper!

Sonic Damp di Babolat è un accessorio che viene utilizzato, come molti altri damper, per assorbire le vibrazioni dell’incordatura (in realtà modificano soprattutto il suono delle corde all'impatto della pallina).

La peculiarità di questo specifico modello da cui il nome (Sonic) è che il foro nel triangolo di silicone (blu o giallo) che si incastra alla base delle due corde verticali centrali, fa emettere un fischio tanto più acuto quanto più ampio e veloce e il movimento. Utile ma anche divertente costa intorno ai 5 euro.