-
Archivio News

LA GINNASTICA SPECIALE DI SEPPI E RAONIC

Pilates e Gyrotonic sono le tecniche con cui Laura Lucchino lavora sul fisico degli atleti, anche su quelli di Milos Raonic (“non riusciva più a infilarsi le scarpe) e Andreas ...

di Enzo Anderloni | 03 luglio 2015

Pilates e Gyrotonic sono le tecniche con cui Laura Lucchino lavora sul fisico degli atleti, anche su quelli di Milos Raonic (“non riusciva più a infilarsi le scarpe) e Andreas Seppi (“lo resetto alle fine di ogni match”). Anche a Wimbledon

di Alessandro Nizegorodcew

Due parole chiave: Prevenzione e Riabilitazione. Il tennis moderno mette a dura prova il corpo, costretto a sforzi continui e quotidiani che mettono a repentaglio la salute del professionista. Ogni settimana un torneo, ogni giorno un duro allenamento, lunghi viaggi, stress fisici e mentali. Una buona preparazione atletica non basta più, serve altro. Pilates e Gyrotonic rappresentano il presente e il futuro del lavoro fisico nello sport e in particolar modo nel tennis. Andy Murray ha usufruito del Gyrotonic dopo il delicato intervento chirurgico subito alla schiena sul finire del 2013, ma tanti giocatori hanno ormai capito l’importanza di una perfetta postura del proprio corpo, per curare ma soprattutto prevenire ogni genere di infortunio.

Seppi e Raonic - Andreas Seppi e Milos Raonic non hanno avuto, fino a ora, una stagione fortunatissima dal punto di vista fisico. Costretti a stop forzati per problemi, rispettivamente, ad anca e caviglie, hanno trovato rifugio (e soprattutto soluzioni) nel lavoro di Laura Lucchino, tra le maggiori esperte italiane di Gyrotonic e Pilates nella cura degli atleti professionisti. “Raonic non riusciva più a infilarsi le scarpe - racconta la Lucchino - ma allo stesso tempo non si poteva permettere di fermarsi. Insieme a me ha rimesso il suo corpo in movimento lavorando da coricato o da seduto. Appena rimessosi in piedi - prosegue - ha potuto svolgere gli esercizi richiesti dal suo preparatore. Per quanto riguardo Andreas, con cui collaboro da poco prima del Roland Garros, abbiamo impostato un lavoro che riguarda il «reset»: dopo l’allenamento o il match cerco di riportare il suo bacino e la sua anca in una posizione tale che nel momento in cui ricomincia a giocare non abbia pressioni sulla parte interessata. Il suo problema - speiga - è alla cartilagine e va monitorato costantemente affinché non si ripresenti: è un tipo di infortunio che non può essere sottovalutato”.

Lavoro, lavoro, lavoro - Andreas Seppi non ha mai avuto paura della fatica e in allenamento, ha sempre mostrato grinta e determinazione fuori dal comune. “Stiamo rompendo le scatole ad Andreas in continuazione - spiega ancora la Lucchino - ma devo ammettere che si è dimostrato un ragazzo d’oro, si impegna tantissimo, ha grande forza di volontà e svolge tutte le attività col massimo rispetto di chi ha di fronte. Ha capito quanto fosse importante questo tipo di lavoro e in poche settimane ha raggiunto risultati incoraggianti. Non ho potuto seguirlo a Nottingham ma ora sono a Wimbledon per supportarlo”.

Chi è Laura Lucchino

Laureata all’ISEF di Torino nel 1997 e titolare dello studio Boulegàn di Cuneo, Laura Lucchino (nella foto con Andreas Seppi) arriva dal mondo della ginnastica. Esperta di rieducazione funzionale e allenamento per sportivi di alto livello, utilizza i metodi Pilates e Gyrotonic.

Da yoga, danza e nuoto tutti i principi del Gyrotonic

Il Gyrotonic è un sistema di allenamento che consiste in esercizi basati sul movimento pluridirezionale. Nato negli anni ’80 negli Stati Uniti grazie all’idea del danzatore ungherese Juliu Horvath, è oggi strumento di eccellenza per prevenzione e riabilitazione sportiva. I principi generali si rifanno a yoga, danza, nuoto e arti marziali, affinché ogni muscolo e ogni articolazione siano coinvolti in esercitazioni ondulatorie e ritmiche durante le quali ogni parte del corpo è attiva.

Le tecniche del Dottor Pilates: 500 esercizi per bilanciare il corpo

“La realizzazione e il mantenimento di un corpo sviluppato uniformemente con una armonia mentale in grado di svolgere quotidianamente i molti e vari compiti con naturalezza, facilità e con piacere”. Questo l’obiettivo dichiarato di Joseph Pilates (da qui il nome), studioso tedesco che traendo spunto da yoga e do-in sviluppò la sua tecnica nella prima metà del 20° secolo, mettendo a punto più di 500 esercizi che bilanciano il corpo e forniscono supporto alla colonna vertebrale.