-
Archivio News

SOCIAL IBI 2015: LA COSTRUZIONE DI UN GRANDE SUCCESSO

Il boom digitale, oltre che di affluenza del pubblico (è stata ancora un’edizione con numeri da record) degli Internazionali BNL d’Italia protagonista nella rassegna romana dove ci si confronta sulle ...

di Enzo Anderloni | 10 giugno 2015

Il boom digitale, oltre che di affluenza del pubblico (è stata ancora un’edizione con numeri da record) degli Internazionali BNL d’Italia protagonista nella rassegna romana dove ci si confronta sulle tematiche del web, della tecnologia, dell’innovazione e dei social media

di Angelo Mancuso

“Abbiamo voluto creare un grande network, una piazza multimediale a disposizione non solo dei 200mila che sono affluiti al Foro Italico durante il torneo”. Parole di Diego Nepi Molineris, direttore operativo degli Internazionali BNL d’Italia, intervenuto alla “Social Media Week” in a Roma (si conclude venerdì 12 giugno) presso la Casa del Cinema nel suggestivo scenario di Villa Borghese. Un’occasione che vede numerosi ospiti confrontarsi sulle tematiche del web, della tecnologia, dell’innovazione e dei social media: un punto importante su presente e futuro della comunicazione digitale.

Ai responsabili di Business International – Fiera di Milano Media non è sfuggito il successo digitale, oltre che di affluenza del pubblico (è stata ancora un’edizione con numeri da record), degli Internazionali BNL d’Italia. Un boom sintetizzato da questo tweet: 552.000 visualizzazioni e 129.000 utenti unici nella sola giornata delle finali lo scorso 17 maggio. Numeri che hanno reso gli Internazionali BNL d’Italia l’evento sportivo più popolare su Twitter. Più della Serie A del calcio, visto spesso come una meta inaccessibile, più del Giro d’Italia e della MotoGp.

“L’obiettivo è rendere gli Internazionali BNL d’Italia non solo social, ma un’esperienza digitale - ha spiegato Annalisa De Luca, digital chief - lo abbiamo fatto raccontando i dieci giorni del torneo. Una storia che va oltre i risultati sportivi, che pure ne sono il cardine e l’asse portante. Abbiamo realizzato dei contenuti esclusivi cercando di essere la voce e l’occhio di chi non era lì al Foro Italico con noi fisicamente, ma aveva comunque la voglia, la passione o la semplice curiosità di partecipare. Grazie anche alla collaborazione di SuperTennis, la tv della Federazione Italiana Tennis, il profilo social del torneo ha offerto agli appassionati i risultati in tempo reale, i momenti sportivi e non più significativi, il dietro le quinte con i protagonisti, ovvero i giocatori e le giocatrici”.

Ha regalato emozioni e il bersaglio è stato centrato. Lo dicono i numeri: una crescita di interazioni su Twitter del 450% rispetto all’edizione precedente accompagnata da un aumento di fan su Facebook del 290%.

“Comunicazione integrale su più canali, da facebook e twitter, da instagram youtube . Questa è la nostra parola d’ordine”, ha detto Luca La Mesa, social media strategist. Con un paio di novità che hanno catturato l’interesse ed il gradimento degli utenti. Ad esempio i live con Periscope delle conferenze stampa delle stelle mondiali della racchetta, dei loro allenamenti e dei tanti eventi organizzati durante i dieci giorni del torneo. Oppure, sempre grazie a SuperTennis, la possibilità da parte dei telespettatori, di commentare in diretta le sfide del torneo femminile, in una chat su Whattsapp ogni giorno con un ospite illustre, da Paolo Bonolis a Gene Gnocchi, da Gianmarco Tognazzi a Massimo Caputi, da Corrado Barazzutti a Mara Santangelo e Marco Maneschincheri. Un modo per interagire direttamente con quanto avveniva in campo. Tv e Whatsapp: un esperimento senza precedenti, che ha prodotto un grande impatto: oltre 12.000 messaggi e più di 3.500 richieste di entrare a far parte dei gruppi di chat.

Un magnifico puzzle, frutto di un attento programma studiato con attenzione e competenza a tavolino, ma in cui il valore aggiunto è stato la capacità di chi lavorava sul campo di improvvisare quando era necessario, di cogliere lo spunto che colpisce la fantasia dell’appassionato, che lo cattura. Grazie a tutto ciò l’edizione numero 72 degli Internazionali è stata raccontata in ogni particolare, fuori e dentro, in ogni suo momento ed in ogni sua sfaccettatura.

La risposta digitale dei visitatori è andata al di là di ogni più rosea aspettativa. Ora la nuova sfida, con il coinvolgimento della varie anime della Federazione Italiana Tennis e di SuperTennis, è trasformare questo tesoro di consensi e apprezzamenti in un progetto crossmediale di ampio respiro. Con una parola guida: sorprendere.