-
Archivio News

INTERNAZIONALI JUNIOR: ORLANDO LUZ È IL N.1

Il brasiliano che ha vinto il Trofeo Bonfiglio al Tc Milano sale in testa alla classifica mondiale

di Enzo Anderloni | 24 maggio 2015

Il brasiliano che ha vinto il Trofeo Bonfiglio al Tc Milano sale in testa alla classifica mondiale. Ma la star di domani si chiama Marketa Vondrousova, 15 anni, della Repubblica Ceca…

di Gabriele Riva - Foto Francesco Panunzio

Orlando Luz fa la star. Lo fa in campo, con una finale maestosa per intensità, precisione e concretezza. E lo fa vincendo il 56° Trofeo Bonfiglio, conquistando i campionati Internazionali d'Italia juniores (unica prova ITF dello stesso grado dei 4 tornei del Grande Slama) e lasciando Milano con la vetta del ranking mondiale. Una settimana perfetta, chiusa con una vittoria di cuore e sostanza sul talento mancino del francese Corentin Denolly. Ma ci sono volute due ore e 35 minuti di gioco, al termine delle quali il brasiliano ha finito con i crampi proprio mentre gli consegnavano la coppa.

“È stata una partita incredibile - ha detto il vincitore - e sono stato molto bravo a rimanere concentrato quando ero sotto nel terzo set”. Sì, perché Denolly, unico europeo rimasto nel tabellone maschile già dai quarti di finale, era andato avanti di ben due break nel parziale decisivo, e sembrava lanciato verso un successo insperato e fino a metà del primo set difficilmente pronosticabile. Alla fine però la chiave l'ha trovata Luz, cominciando a sradicare le difese del transalpino con diverse smorzate in serie di diritto, tutte a buon fine. Il Brasile entra per la prima volta nell'albo d'oro del Tc Milano Alberto Bonacossa.

La finale femminile è durata invece soltanto 55 minuti. Utili alla mancina ceca Marketa Vondrousova, ancora quindicenne, per avere la meglio sulla canadese Charlotte Robillard-Millette, pure lei mancina: un 6-2 6-2 con pochi dubbi, in favore della testa di serie n.2 del tabellone e n.4 del ranking mondiale giovanile. Una di cui sentiremo parlare a livello assoluto. Una ragazza timida, la ceca, solo fuori dal campo - al contrario dell'avversaria che sa già come muovere la coda bionda in funzione di fotografi e ammiratori - ma decisa e determinata sul rettangolo di gioco. Abile in tutto: nel cercare gli angoli col servizio, nello spingere da fondo con il rovescio bimane e nel leggere tatticamente le situazioni di gara. “Oggi ho giocato davvero un buon tennis - ha detto Marketa, che rimette la sua bandiera nell'albo d'oro dopo Katerina Siniakova (2012) - ma sono stata in ottima condizione per tutta la settimana, tanto da aver avuto un solo momento critico nei quarti di finale (vinto comunque per 6-4 6-3 sull'altra canadese Sebov, ndr)”.

I VINCITORI

MARKETA VONDROUSOVA: nata a Sokolov, Repubblica Ceca, il 28 giugno del 1999.

Mancina con rovescio a due mani, la ceca è attualmente al numero 4 del ranking Junior, suo best ranking, e al numero 715 delle classifiche mondiali Wta.

La ceca nel 2015 ha già vinto un torneo professionistico da 10 mila dollari di montepremi in Polonia. Nel circuito Junior, in gennaio, ha vinto il 22° Slovak Indoor di Bratislava, evento di Grado 2 del circuito Itf. Nel 2014 ha raggiunto le semifinali sia al Roland Garros che a Wimbledon juniores.

In questa edizione del Trofeo Bonfiglio era accreditata della testa di serie numero 2. E' giunta in finale senza perdere nemmeno un set. Ha battuto al primo turno l'australiana Hon per 6-2 6-4, al secondo turno l'ungherese Udvardy per 6-0 6-0, negli ottavi di finale la statunitense Gordon, ai quarti di finale la canadese Sebov per 6-4 6-3 e in semifinale la svizzera Masarova per 6-2 6-3.

ORLANDO LUZ: nato a Carazinho, Brasile, l'8 febbraio del 1998.

Destrorso con rovescio a due mani, il brasiliano è attualmente al numero 2 del ranking junior, ma con la finale al Bonfiglio è già certo di diventare n.1. È anche numero 546 delle classifiche Atp.

Nel 2015 ha già vinto due dei più prestigiosi eventi internazionali giovanili, sempre in Brasile: prima ha trionfato al Banana Bowl di Asuncion, torneo di Grado 1 Itf, poi ha conquistato il torneo di Grado A di Porto Alegre. Nell'agosto 2014 ha conquistato l'Argento ai giochi olimpici giovanili di Nanchino, in Cina.

In questa edizione del Trofeo Bonfiglio era accreditato della testa di serie numero 1. E' giunto in finale senza perdere un set battendo al primo turno lo statunitense Blanch per 6-3 6-3, al secondo turno l'estone Raisma per 6-3 6-4, negli ottavi di finale il polacco Hurkacz per 7-6 6-3, nei quarti di finale il vietnamita Ly per 6-1 7-6 e in semifinale il giapponese Santillan per 6-4 6-2.

Nella foto sopra, la premiazione del torneo maschile: da sinistra, l'assessore allo sport della regione Lombardia Antonio Rossi, il vincitore Orlando Luz, il presidente del Tc Milano Bonacossa Enrico Cerutti, il finalista Corentin Denolly, la cugina di Antonio Bonfiglio (cui sono intitolati gli Internazionali d'Italia Juniores) Marisa Bonfiglio e l'ambasciatrice del tennis italiano Lea Pericoli

I RISULTATI

Tabellone singolare maschile, finale

O. Luz (BRA) [1] b. C. Denolly (FRA) [5] 6-4 6-7(2) 7-6(3)

Tabellone singolare femminile, finale

M. Vondrousova (CZE) [2] b. C. Robillard-Millette (CAN) [7] 6-2 6-2