-
Archivio News

FIT E P.T.R. IN CAMPO: DUE PARTNER… MONDIALI

La partnership tra il Professional Tennis Registry e la Federtennis garantisce ancora più opportunità di aggiornamento professionale agli insegnanti di tutta Italia

di Enzo Anderloni | 28 marzo 2019

La partnership tra il Professional Tennis Registry e la Federtennis garantisce ancora più opportunità di aggiornamento professionale agli insegnanti di tutta Italia. Che possono anche sfruttare molti servizi di qualità… internazionale

La Fit e i suoi maestri guardano al futuro. E guardano anche al mondo, inseriti con un ruolo da protagonisti nella geografia internazionale con racchetta. Da questo presupposto è nata la partnership tra la Federtennis azzurra e il PTR. Il Professional Tennis Registry è stato fondato nel 1976 dal famoso coach e maestro americano Dennis Van der Meer con lo scopo di riunire in un‘associazione mondiale gli insegnanti di tennis. Ma anche con l’intento di riconoscersi in un codice etico per condividere principi di professionalità, tolleranza e rispetto, che sono proprio le iniziali “PTR”. La volontà era quella di promuovere il tennis con corsi, studi, ricerche scientifiche, libri, riviste, video, ma anche favorire i contatti e gli scambi di esperienze tra gli insegnanti di tennis delle diverse nazioni. E poi ‘certificare’ tutto questo lavoro attraverso qualifiche di validità internazionale, universalmente riconosciute, in diverse specializzazioni.

Nel 1989 la prima volta in Italia
Il PTR iniziò a farsi conoscere in qualità di associazione di servizi per insegnanti di tennis già a metà Anni ‘80 quando Luciano Botti reduce dall’esperienza americana, dove conobbe Dennis Van der Meer, il fondatore di PTR (allora UPSTR), iniziò a promuovere l’associazione tra gli insegnanti di tennis italiani.
Nel 1989 Dennis Van der Meer arrivò in Italia per il suo primo stage rivolto agli insegnanti di tennis (alla Accademia del Tennis di Milano); è poi tornato negli anni successivi per i primi appuntamenti PTR che si svolsero al Ct Le Pleiadi di Moncalieri (allora casa di Riccardo Piatti e dei migliori tennisti italiani). In pochi anni il PTR in Italia passò da 40 a 300 soci. Questo sviluppo portò Van der Meer a decidere di insediare un ufficio PTR anche in Italia, affidandone la guida proprio a Luciano Botti, che era nel Team Van der Meer già dal 1981.

Oltre mille associati
Fu così che PTR, grazie a numerosi servizi aggiuntivi a quelli internazionali che la sede italiana sviluppò nel tempo, crebbe ulteriormente per arrivare a oggi a contare in Italia oltre 1.300 associati, quasi tutti insegnanti di tennis certificati FIT (Tecnici, Maestri e Istruttori) che in PTR hanno trovato un’altra associazione al loro servizio, sia per migliorare la loro professionalità con corsi di aggiornamento e altri programmi educativi, sia per essere inseriti in ambito internazionale, favorendo contatti e condivisione di esperienze in un’atmosfera famigliare che conta su 16.500 altri soci in 125 Paesi diversi.
La conferma della validità dell’associazione, che si riconosce in valori umani e professionali ben definiti nel codice etico, che gli associati accettano e condividono, è stata anche sancita dall’ISF FIT che, nell’ambito della partnership che si è instaurata, approva i programmi educativi PTR, studiati e sviluppati per essere complementari e in sinergia a quelli dell’ISF.
La partnership PTR/FIT ha ulteriormente favorito gli insegnanti di tennis FIT che usufruiscono di condizioni associative in PTR estremamente vantaggiose, oltre a poter accedere al programma di equiparazione delle qualifiche.

Il “Registry”? Ecco che cosa fa
PTR offre molti servizi, anche su molti degli aspetti pratici della vita lavorativa quotidiana. Dalla ricerca di lavoro alle consulenze fiscali, PTR viene in aiuto agli associati con un servizio di segreteria e consulenza a loro disposizione con risposte telefoniche immediate e sempre entro le 24 ore per quelle in forma scritta.
L’obiettivo comune di PTR e FIT è quello di essere d’aiuto a tutta la categoria degli Insegnanti di tennis certificati e con grande sinergia riuscire a offrire sempre migliori servizi al fine di accrescere competenze e professionalità. Per questo - e non solo - la loro è una partnership… mondiale.