-
Archivio News

IL NUMERO 1 DEL MONDO NEL BEACH TENNIS? È ITALIANO

La domanda - È vero che nel beach tennis il numero 1 del mondo è italiano

di Enzo Anderloni | 17 marzo 2019

La domanda - È vero che nel beach tennis il numero 1 del mondo è italiano?

Risponde Luca Bidolli, Comitato FIT per il Beach Tennis

La risposta
Sì, è vero: il numero uno del mondo di beach tennis è italiano e si chiama Tommaso Giovannini. Ha 23 anni, è romagnolo di Lugo, nel ravennate, e ha conquistato il primo posto del ranking ITF a metà febbraio. Ma non è questo l’unico grande traguardo tagliato in questo periodo dal beach tennis azzurro. L’ultimo mese è stato ricco di grandi eventi: in rapida successione si sono disputati il torneo internazionale ITF di Ferrara, i Campionati Italiani Assoluti Indoor 2019 a Faenza, i ‘Campionati’ Under sempre in Romagna e i ‘Campionati’ Over a Grosseto (Beach Tennis Arena e Ct). Il tutto mentre la città di Terracina si guadagnava l’assegnazione dei Campionati Mondiali 2019.
Ma andiamo con ordine e partiamo proprio dal leader della classifica mondiale ITF. Un’ulteriore conferma che il movimento azzurro è ai vertici nel beach tennis in pratica sin dalla nascita dell’ITF Beach Tennis Tour nel 2008. Nell’attuale classifica maschile, ci sono 9 italiani nei primi 11 del mondo e 16 nei primi 24, in quella femminile ci sono 7 italiane in una Top 10 guidata, nell’ordine, da Daina, Cimatti e Gasparri. Giovannini ha raggiunto la leadership internazionale grazie agli importanti risultati colti nel circuito in coppia col russo Nikita Burmakin (il precedente numero uno, ndr) e sporadicamente con altri partner. Tommaso è giovane e ha molti margini di miglioramento.

Gli scudetti degli Assoluti
I Campionati Italiani Assoluti Indoor 2019 di beach tennis hanno messo in palio i primi scudetti tennistici dell’anno. La manifestazione, organizzata dalla South Park SSD presso il Beach Park di Faenza, ha visto in campo 82 coppie maschili e 34 femminili. Il tricolore è stato conquistato dalla coppia laziale Doriano Beccaccioli e Davide Benussi e da quella lazio-emiliana Flaminia Daina e Nicole Nobile. I due tabelloni hanno però avuto evoluzioni ben differenti: nel femminile c’è stata una sorta di duopolio delle coppie finaliste mentre il torneo maschile, che vedeva tanti binomi pretendenti al titolo, ha visto molto più equilibrio. Molte i match tirati, dai quali sono emersi i favoriti Beccaccioli/Benussi (1). In finale gli emiliani Diego Bollettinari e Marco Faccini (6).
Nell’analisi di questo torneo, bisogna in primo luogo sottolineare il rimescolamento delle coppie, che è avvenuto all’inizio di questa stagione. Cappelletti e Carli, coppia dominatrice maschile negli ultimi anni, si sono separati e i due binomi rosa prìncipi, Bacchetta/Gasparri e Cimatti/Daina, sono stati ‘spezzati’ dalla pausa presa da Bacchetta. Il torneo maschile ha premiato il team più solido del momento, nel circuito ormai da qualche anno. Il torneo femminile ha confermato, invece, che ci sono ancora due tandem (quelli finalisti) che svettano.

Ferrara accoglie l’ITF
A mo’ di prologo degli ‘Assoluti’, il Dock Sport Village di Ferrara aveva ospitato il suo primo torneo ITF, secondo appuntamento internazionale in Italia del 2019 dopo l’evento di Monopoli a inizio anno. Erano presenti quasi tutte le future coppie protagoniste degli ‘Assoluti’ con successi di Spoto/Stuto e Cimatti/Gasparri. Nella giornata conclusiva si sono poi disputati anche tre tornei under maschili, che hanno permesso di vedere all’opera tanti esponenti della Next Gen del beach tennis azzurro.
Parlando di giovani, ma anche di più ‘grandicelli’, ci sono altri due aspetti da evidenziare: il numero di iscrizioni e poi la distribuzione geografica degli scudetti assegnati nei campionati under (11) e over (7). Le due competizioni hanno visto iscritte 202 coppie tra i giovani e 163 tra i ‘vet’, con 174 atleti in totale. Il che è un vero e proprio record per i Campionati Over Indoor. Sul fronte dei titoli, Emilia Romagna e Toscana si sono confermate le regioni più scudettate, subito seguite dal Lazio e dalla Sardegna.

Il Mondiale in Italia
Dai Campionati Italiani si passa poi ai Mondiali, perché l’edizione 2019 si giocherà a Terracina. Dopo le prime tre edizioni al Foro Italico, la parentesi bulgara del 2012 e le sei annate di Cervia, la competizione tornerà nel Lazio. Gli 11esimi Campionati Mondiali di Beach Tennis si disputeranno dal 10 al 16 giugno presso l’rDt Summer Village con l’organizzazione dell’Asd Amici dello Sport. Da quasi dieci anni Terracina è una delle sedi top in Italia e un preciso punto di riferimento per la FIT. Mancano ancora tre mesi ai Mondiali di giugno e il prossimo trimestre, subito a partire da marzo, sarà ricco di numerosi eventi, in Italia e all’estero, che ci daranno ulteriori elementi per analizzare l’evoluzione del mondo del beach tennis e dei suoi protagonisti.
Anche perché va tenuto sempre presente che il beach tennis è uno sport che coinvolge decine di migliaia di italiani. I tesserati FIT sono circa 5.000, i campi indoor - raddoppiati negli ultimi anni - si attestano tra le 400 e 500 unità; i circoli invece sono quasi 200, un centinaio le squadre che animano i tre Campionati nazionali (A, B e C), oltre a quelle che militano nel Campionato per non agonisti.

(a cura di Fabio Bagatella)