-
Archivio News

BORSONI E ZAINI DA TENNIS: LO SPAZIO DI UN REGALO

Le occasioni del Black Friday sono passate: è già tempo di pensare a qualche idea natalizia per i vostri amici e parenti tennisti, quelli che l’attrezzaturaper giocare devono sempre portarsela ...

di Enzo Anderloni | 30 novembre 2018

Le occasioni del Black Friday sono passate: è già tempo di pensare a qualche idea natalizia per i vostri amici e parenti tennisti, quelli che l’attrezzatura
per giocare devono sempre portarsela dietro. Proviamo ad… aiutarli

di Mauro Simoncini

Sembra presto ma è meglio muoversi in anticipo: un bel regalo tennistico sotto l’albero di Natale farà sicuramente felici e contenti i vostri amici e parenti tennisti.
In diverse puntate proveremo a suggerirvi qualche idea per andare sul sicuro, cominciando da borse portaracchette e zaini, per viaggi e spostamenti più o meno lunghi, con e senza racchette.

BAG PORTARACCHETTE - Non si può non partire dai borsoni portaracchette che vediamo esibire su tutti i campi da tennis del globo. Da quelli dei circuiti professionistici Atp e Wta sino ai campi di Club di Quarta Categoria. Le capienze sono svariate, dipende ovviamente dal numero di racchette da contenere e quindi (ma non sempre) dal livello di gioco. Le bag possono essere da 3, 6, 9 o 12 racchette; quelle per tre telai hanno un solo comparto mentre quelle da sei due. Per i giocatori ‘a grande intensità agonistica’ o per chi comunque ha bisogno di spazi extralarge quelle da nove o dodici racchette hanno addirittura tre scomparti, con quello centrale dedicato ad asciugamani, portascarpe e tutti i vari ricambi e scorte necessari per match e allenamenti duri e intensi.

Di varianti possibili, anche all’interno dello stesso brand, ce ne sono quindi moltissime; ma la scelta più lineare prevede ovviamente l’abbinamento di racchetta e borsone, perché oramai ogni telaio ha la sua bag abbinata, nelle diverse versioni di dimensioni.

Qualche esempio più recente: la nuovissima Babolat Pure Aero di Rafa Nadal ha il suo portaracchette da 9 (nella foto sopra a sinistra) con due scomparti laterali molto capienti (uno termico per custodire al meglio telai e incordature), una tasca abbondante laterale per oggetti di valore, chiavi e quant’altro e il portascarpe centrale e isolato. Oppure la bag Wilson tutta in rosso griffata e autografata da Sua Maestà Roger Federer (nella foto qui sopra in versione da 12), in rosso con tre scomparti e tasche laterali e da un lato la firma del fuoriclasse svizzero. Bianco e nero, come logico, per la linea di Head dedicata alle Speed di Novak Djokovic e Alexander Zverev.
Colori particolari? Wilson ha recentemente creato le bag a tema con tutta linea Camouflage di racchette (Ultra e Blade) uscite dopo l’estate. Ecco in foto il portaracchette mimetico in grigio e nero (sopra) con tre grandi scomparti e le tasche con zip laterali.
E nessun problema se il destinatario è donna, ci sono anche soluzioni femminili, come la bag Yonex Pro da 9 racchette (nella foto sotto), dotata dei soliti tre scomparti, due laterali per le racchette (uno termico) e quello centrale per il resto dell’occorrente, oltre al consueto portascarpe con zip e tasca isolate.

ZAINO PIÙ PRATICO - Ci sono quelli che necessitano un borsone quasi da viaggio, perché hanno anche esigenze “da torneo”, con asciugamano e materiali da doccia, magliette di ricambio varie, scarpe etc.etc. Poi però c’è la grande platea degli appassionati tennisti che trovano il tempo di giocare in pausa pranzo o a fine lavoro, e hanno pure bisogno di qualcosa di pratico, non ingombrante e funzionale. Già da qualche stagione tutte le aziende hanno una linea di zaini abbinata alla famiglia di racchette anche esteticamente.
Per esempio Head (foto qui a sinistra) ha rinnovato prima gli zaini Speed dopo l’estate e da poco quelli Extreme: un grande scomparto centrale con tasche laterali ai lati e il portascarpe nella zona inferiore, adatto anche per contenere gli indumenti usati e sudati da tenere separati.
Il bianconero Speed più snello e compatto come design, quello Tour Team Extreme in giallo è anch’esso con scomparto adatto a contenere fino a due telai.

NON SOLO BORSE E ZAINI - Ci sono poi anche una serie di altre soluzioni per andare in campo ma non solo. La borsa Women’s Way Club di Head (foto qui a sinistra) è una borsa per signora a tutti gli effetti ma con una tasca laterale con zip adibita a una sola racchetta; un’elegante soluzione tutta femminile.

Poi si può decidere di non abbandonare il tennis neanche sul lavoro con una tracolla Tecnifibre (foto qui sotto a sinistra) marchiata Atp, ideale per un notebook, quindi perfetta anche per coach e maestri che hanno da fare anche alla scrivania.
Viaggiatori veri e propri con il tennis nel sangue? Babolat Team Xplore Cabin è un vero e proprio trolley con rotelle ma dotato anche di un comparto separato per le racchette. Se invece serve il bagaglio a mano, più contenuto e compatto, magari Head 4 Major Club Bag French Open è l’ideale, nè grande nè piccola, con materiale di qualità e sempre portascarpe separato.

NON SOLO… TENNIS - Oramai in pochi ne ignorano l’esistenza e in tanti già si sono cimentati. Siamo nella fase in cui molti tennisti, dei più disparati livelli, sono alle prime armi con il… padel.
Al di là delle racchette (cui dedicheremo e abbiamo dedicato spazio apposito su queste pagine), ci sono anche delle borse portaracchette, ovviamente di dimensioni ridotte, ma ugualmente colorate e decisamente meno ingombranti. Un esempio? Dunlop Élite Juani Mieres (nella foto qui a fianco) è proprio la borsa usata dal Top 10 del World Padel Tour da cui prende il nome.