-
Archivio News

QUESTI DOPPISTI CHI LI HA VISTI? LE STAR DI COPPIA A LONDRA

Alla O2 Arena con Djokovic & co

di Enzo Anderloni | 15 novembre 2018

Alla O2 Arena con Djokovic & co. anche le migliori 8 coppie al mondo. Giocatori bravi nella specialità ma sconosciuti ai più. I migliori non hanno classifica in singolare, eppure c’è chi ha vinto oltre un milione di dollari

di Alessandro Mastroluca - foto Getty Images

Londra accende i riflettori sulla notte del doppio. Una specialità che si gioca tutti i giorni ma i cui protagonisti hanno nomi sempre più oscuri, sconosciuti ai più. Ne è passato di tempo dagli anni delle coppie d’oro, le stagioni di McEnroe e Fleming, o di Woodforde e Woodbridge. Gli stessi gemelli Bryan, Bob e Mike, gli ultimi eroi del gioco in coppia, hanno giocato insieme per l’ultima volta insieme a Madrid. L’intervento all’anca di Bob ha interrotto al Roland Garros una serie di 76 presenze di fila negli Slam e spinto Mike a scegliere come partner Jack Sock, che quest’anno ha guadagnato più dal doppio che dal singolare. Perché in doppio si guadagna anche se non si diventa famosi. Dei top 10 di fine stagione, i primi quattro superano il milione di dollari di prize money in stagione. Gli altri ricavano tra 700 e 850 mila dollari per portare avanti una specialità dall’appeal ridotto, come dimostrano le prime quattro coppie nella classifica Race di doppio di quest’anno. E dunque prime quattro protagoniste alla O2 Arena di Londra.

1 Marach/Pavic
Si è creata una curiosa, ma perfetta, alchimia tra Oliver Marach e Mate Pavic, la miglior coppia al mondo nel 2018. L’austriaco, 38 anni, è il più anziano membro di duo in testa a fine anno dai tempi di Sherwood Stewart nel 1984; Pavic il più giovane dal 1995, dopo Todd Woodbridge. Marach è il numero 1 della porta accanto, da tre anni gioca con una racchetta Artengo, che chiunque può comprare da Decathlon con meno di 100 euro. La qualità non è certo in discussione, ma l’immagine non è di sicuro quella di un Federer. Pavic è il primo croato a salire al numero 1, uomo o donna, in singolo o doppio. Insieme, hanno vinto quattro titoli. Hanno completato una serie di tre successi consecutivi a inizio anno, a Doha, a Auckland e all’Australian Open, sul ‘rosso’ hanno conquistato Ginevra e giocato la finale al Roland Garros. Finalisti a Wimbledon l’anno scorso, con 5 titoli in 13 finali in carriera, si sono qualificati per la prima volta alle ATP Finals: l’anno scorso sono scesi in campo da ‘alternate’ (riserve) per un solo match, battendo però i mitici Bryan.

2 Cabal/Farah
I colombiani Juan Sebastian Cabal e Robert Farah, finalisti all’Australian Open quest’anno, hanno conquistato il loro primo titolo in un Masters 1000 agli Internazionali BNL d’Italia di Roma. Si conoscono da sempre, hanno giocato insieme per la prima volta nel 2004 e debuttato nel circuito maggiore a Wimbledon nel 2011. Hanno giocato 25 finali e vinto 11 titoli, di cui quattro nel 2016, il loro anno migliore. Dopo la semifinale di Pechino, entrambi hanno ritoccato il best ranking in doppio: Cabal è salito al numero 8, Farah, figlio del capitano della nazionale libanese di pallavolo alle Olimpiadi del 1976, al numero 7. Sono i primi colombiani a qualificarsi alle ATP Finals.

3 Kubot/Melo
Marcelo Melo, detto “la Giraffa”, il numero 1 più alto di sempre (203 centimetri), torna a Londra con Lukasz Kubot dopo la finale del 2017. L’anno scorso hanno formato la miglior coppia della stagione, quest’anno sono scesi al numero 3 della Race. Hanno conquistato quattro titoli, a Sydney, Halle, Pechino e Shanghai, il quarto successo in sei finali Masters 1000. Kubot, che ha vinto oltre 20 titoli con 8 partner diversi e nel 2013 ha perso contro Jerzy Janowicz il primo quarto di finale tutto polacco nella storia di Wimbledon, è salito a gennaio in vetta al ranking di doppio e ci è rimasto per 19 settimane. Melo, che ha abbandonato a 15 anni il calcio per il tennis, votato miglior atleta brasiliano nel 2017, ha vinto almeno un torneo all’anno dal 2007. Insieme, nel 2017 hanno festeggiato la sua 400ma vittoria in doppio e la 300ma di Kubot.

4 Murray/Soares
Jamie Murray, il primo numero 1 britannico della storia (che ha vinto uno Slam prima del fratello Andy), e Bruno Soares, brasiliano cresciuto in Iraq, hanno raggiunto due semifinali nelle ultime due edizioni delle Atp Finals. Hanno iniziato a giocare insieme nel 2016, entrambi alla ricerca di nuovi partner dopo le stagioni di successo rispettivamente con Jonathan Peers e Alexander Peya.
“Come spesso capita, in questi casi parli in spogliatoio con chi conosci meglio, con chi credi di poter andare più d’accordo”, ha raccontato Soares. Dalle parole, son passati ai fatti: sono diventati la terza coppia a chiudere al numero 1 al primo anno, dopo Connell e Galbraith nel 1993, e Bjorkman e Woodbridge nel 2001). Soares, che ha festeggiato le 400 vittorie in doppio nel 2017, ha vinto almeno due titoli all’anno nelle ultime otto stagioni.