-
Archivio News

IL NEXT GEN PIÙ ROCK DEL MOMENTO È FELIX AUGER ALIASSIME

Auger-Aliassime non ancora 18enne ha già vinto 3 Challenger e questa settimana è protagonista a Milano

di Enzo Anderloni | 26 giugno 2018

Auger-Aliassime non ancora 18enne ha già vinto 3 Challenger e questa settimana è protagonista a Milano. Sui social ha già oltre 40 mila follower: è lui, che suona pianoforte e chitarra elettrica, il più ‘hot’ del momento

di Alessandro Nizegorodcew

Il predestinato batte un altro colpo. Classe 2000, il Next Gen dei record, Felix Auger-Aliassime sta vivendo un ottimo momento sulla terra rossa dei Challenger europei, condito dalla vittoria a Lione e dalla finale appena raggiunta a Blois, sempre in Francia. La classifica del 17enne canadese di Montreal recita best ranking al numero 151 del mondo e quattordicesima piazza nella Race to Milan. La scelta di non prendere parte alla stagione su erba e di saltare le qualificazioni di Wimbledon ha fatto discutere, ma Auger-Aliassime è parso consapevole e sicuro della decisione presa insieme al suo team. “È stata una scelta sofferta - ha spiegato - ma ben ponderata e con una logica precisa”.

La scalata di un predestinato
Auger-Aliassime prosegue la propria marcia verso i piani altissimi del tennis mondiale senza preoccupazioni o indecisioni. Risultati altalenanti, voglia di migliorarsi giorno dopo giorno e un team lungimirante attento a ogni piccolo dettaglio. Una ricetta che sta portando frutti al tennis del baby fenomeno canadese, uno che sulla terra rossa dei Challenger vanta una striscia di nove vittorie e una sola sconfitta (in finale a Blois contro Scott Griekspoor). “Sono molto giovane e sto vivendo una fase delicata nella quale ha grande importanza la costruzione del mio tennis - ha raccontato recentemente Auger-Aliassime -, motivo per cui, dopo alcuni risultati negativi sulla terra battuta, ho deciso insieme al mio team di rimanere sul ‘rosso’ per migliorare alcune caratteristiche specifiche del mio gioco. Ecco perché sono costretto a saltare la stagione su erba con grande rammarico, consapevole però di aver preso una decisione importante per la mia crescita tennistica e, conseguentemente, per la mia carriera”.

Il ragazzo dei record
Felix Auger-Aliassime è ormai sinonimo di record. Nel marzo 2015, alla sua prima apparizione Challenger a Drummondville, il canadese superò le qualificazioni senza però disputare il primo turno di main draw a causa di un problema fisico. Il luglio successivo si presentò al challenger di Granby dove, dopo aver passato il tabellone cadetto, si spinse sino a quarti di finale. Battendo all’esordio l’australiano Whittington divenne il più giovane vincitore di un match a livello Challenger all’età di 14 anni, 11 mesi e 13 giorni. Nello stesso anno, a inizio dicembre, Auger-Aliassime diventò il più giovane vincitore under 18 nella storia del prestigioso “Eddie Herr” e nel 2016 conquistò, a 16 anni e 34 giorni, il titolo junior agli Us Open divenendo il più giovane nella storia a riuscire in tale impresa e il terzo all’età di 16 anni (insieme a David Nalbandian e Richard Gasquet). Ma non finisce qui: nel 2017 divenne il primo classe 2000 a entrare nella Top 200 e, nel marzo 2018, è diventato il primo ‘millenial’ a conquistare un match in un main draw Masters 1000 sconfiggendo Vasek Pospisil a Indian Wells. In questa stagione sono giunti altri due record invidiabili. Vincendo a Lione, torneo già conquistato nel 2017, il canadese è diventato il più giovane tennista nella storia a confermare un titolo challenger. Grazie al successo in terra francese inoltre, Auger-Aliassime si è iscritto al ristrettissimo club di enfant prodige (di cui fanno parte anche Richard Gasquet, Juan Martin Del Potro e Novak Djokovic) che hanno saputo trionfare in tre challenger prima del diciottesimo anno di età.

Scoprendo Felix
A un passo dai 40.000 followers su Instagram, Auger-Aliassime sta ormai diventando protagonista sia fuori che dentro al campo, ma sempre con grande professionalità e pacatezza (non mancano ovviamente le foto divertenti per i fan. Ma chi è Auger-Aliassime? Quali le sue passioni? Tennisticamente il suo idolo è Roger Federer, ma ammira moltissimo anche Jo-Wilfried Tsonga e Gael Monfils. Felix si diletta con il pianoforte e la chitarra elettrica, ama andare al cinema ma anche passare il tempo libero in famiglia.

Papà Sam scappò dall’Africa
Felix Auger-Aliassime è nato a Montreal l’8 agosto 2000, lo stesso giorno (19 anni dopo) di Roger Federer, da padre togolese e madre canadese. Iniziò a giocare all’età di 4 anni per volere di papà Sam, maestro di tennis scappato dall’Africa e dalla povertà nel 1996. Felix e la sorella maggiore Malika, di due anni più grande, sono cresciuti a pane e tennis, ma è subito chiaro a tutti dove sia riposto il talento di famiglia. Cresciuto a L’Ancienne-Lorette, vicino all’aeroporto di Quebec City, ha cominciato ad allenarsi all’Académie de Tennis Hérisset-Bordeleau, per poi traferirsi in pianta stabile al National Tennis Centre di Montreal sotto l’occhio vigile di Tennis Canada. (al.ni.)