-
Archivio News

LA FINALE FOTOCOPIA? SOLO 5 IN TUTTA LA STORIA DEGLI IBI

Elina Svitolina e Simona Halep si sono sfidate nella finale di Roma per due anni consecutivi: è successo solo altre 5 volte

di Enzo Anderloni | 22 maggio 2018

Elina Svitolina e Simona Halep si sono sfidate nella finale di Roma per due anni consecutivi: è successo solo altre 5 volte. Intanto Nadal stacca McEnroe in una speciale classifica di super-titolati…

di Giorgio Spalluto - foto Getty Images

5 le volte in cui si è ripetuta una stessa finale giocata l’anno precedente agli Internazionali BNL d’Italia. Elina Svitolina (nella foto) ha riaffrontato (e battuto) Simona Halep così come Margaret Smith aveva sconfitto Lesley Turner nel biennio 1963-64, Chris Evert aveva avuto la meglio su Martina Navrátilová nel '74-75 e poi di Virginia Ruzici nel '80-81). Infine Gabriela Sabatini si era imposta su Monica Seles nel '91- 92.

78 i titoli vinti in carriera da Rafael Nadal che stacca a quota 77 John McEnroe, consolidando il suo 4° posto tra i tennisti più titolati nella storia. A precederlo sono i soli Jimmy Connors (109 titoli), Roger Federer (97) e Ivan Lendl (94).

13 gli italiani che nell’Era Open hanno raggiunto almeno i quarti di finale agli Internazionali BNL d’Italia. Fognini si aggiunge a Bertolucci (1972 e 73), Barazzutti (1973, 76, 80), A. Panatta (1976, 77, 78, 79, 81), Zugarelli (1977), Ocleppo (1979), C. Panatta (1984), Cancellotti (1984), Canè (1987), Camporese(1989, 90), Gaudenzi(1994, 96), Volandri (2003, 07) e Seppi (2012).

10 le tenniste in grado di vincere gli Internazionali BNL d’Italia per almeno due anni consecutivi. Elina Svitolina si aggiunge a Margaret Court, Lesley Turner, Chris Evert, Gabriela Sabatini, Conchita Martinez, Amelie Mauresmo, Jelena Jankovic, Maria Sharapova e Serena Williams.

6 le vittorie consecutive contro una numero 1 ottenute da Elina Svitolina. Nel corso di questa serie di successi, la tennista ucraina ha sconfitto per 2 volte la Halep, in una occasione Serena Williams e per ben 3 volte Angelique Kerber.