-
Archivio News

CECCHINATO, SONEGO, QUINZI: L’ONDA AZZURRA CRESCE

Primo titolo Atp per il 25enne siciliano che entra tra i primi 60 del mondo

di Enzo Anderloni | 02 maggio 2018

Primo titolo Atp per il 25enne siciliano che entra tra i primi 60 del mondo; vittoria su Gasquet e nuovo best ranking per il 22enne piemontese; primo titolo Challenger per il 22 marchigiano. La nuova generazione italiana ha la mentalità giusta per puntare in alto

di Enzo Anderloni - Foto Getty Images

Diciassette italiani tra i primi 300 del mondo. 9 di loro hanno dai 26 anni in giù. Tre di loro, nella stessa settimana, hanno inciso una tacca nuova sul manico della racchetta. Marco Cecchinato, 25 anni, ha vinto a Budapest il primo torneo Atp della carriera e raggiunto la sua miglior classifica, n.59 del mondo. Lorenzo Sonego, 22 anni, quartofinalista nella stessa prova, si è a sua volta ulteriormente migliorato, salendo al n.141 dopo essersi regalato la soddisfazione di eliminare un campione come Richard Gasquet, n.29 del mondo e terzo favorito in terra ungherese. Gianluigi Quinzi (foto sotto), 22 anni, ha conquistato il suo primo Challenger Atp, sulla terra battuta abruzzese di Francavilla al Mare. In finale ha rifilato un netto 6-4 6-1 a Casper Ruud, il Next Gen norvegese cui tutti pronosticano un avvenire importante.

Alla vigilia degli Internazionali BNL d’Italia, che partono sabato 5 al Foro Italico di Roma con il torneo di Prequalificazione, la nuova onda del tennis maschile azzurro conferma tutti i buoni presupposti che la crescita delle ultime stagioni aveva evidenziato. Mentre si attendono degni eredi degli ancora fortissimi Federer e Nadal (e i vari Zverev, Shapovalov, Tsitsipas avanzano candidature ricche di personalità), il futuro del tennis italiano è pronto a proseguire la corsa lanciata da Seppi e Fognini, Lorenzi e Bolelli. Un gruppo di signori professionisti che ci ha riportato nell’élite della Coppa Davis, che individualmente ha mostrato di poter giocare alla pari con i più forti del mondo e che ancora può regalarci grandi soddisfazioni. Ha anche però mostrato la strada alla generazione successiva, che ora è pronta a giocarsi le sue carte con la giusta mentalità.

Non ha valore solo simbolico il fatto che sulla panchina di Marco Cecchinato, capace di battere in semifinale a Budapest proprio Andreas Seppi, ci fosse Simone Vagnozzi (nella foto). Per tanti anni compagno di scuderia (e tante volte compagno di doppio) di Seppi. Cresciuto come Andreas sotto la guida di Massimo Sartori. Gente partita da un paesino come Caldaro alla conquista del mondo. Simone è stato “solo” n.141 del mondo in singolare (e n.74 in doppio): splendido da veder giocare, ha pagato il fisico minuto e la statura (un metro e 73) che non lo aiutava contro i giganti del circuito. Ma ci ha provato fino in fondo e ha assorbito una cultura dello sport che gli permette di essere un ottimo punto di riferimento per Cecchinato.

Lo stesso si può dire per Christian Brandi, ex allievo di Riccardo Piatti, n.50 Atp in doppio, allenatore di Stefano Napolitano, 23 anni, oggi n.191, il prossimo emergente italiano che, siamo sicuri, si farà sentire.

Così, avvicinandoci all’appuntamento con gli IBI18, pronti ad ammirare la forza devastante di quel drago del rosso che si chiama Nadal, la grande curiosità è però per i nuovi, che hanno già dimostrato di poter dare spettacolo. E il bello è che tra questi ce ne sono parecchi dei nostri.

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 17 - 2018

Per scaricare il numero completo della nuova rivista settimanale potete CLICCARE QUI Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf.

SuperTennis Magazine – Anno XIV – n.17– 2 maggio 2018

In questo numero

Prima pagina –Un’onda azzurra Pag.3

Circuito mondiale: Cecchinato & Co., l’Italia che cresce Pag.4

Terza pagina: L’edizione n.75 nella storia d’Italia Pag.8

Focus Next Gen – Tsitsipas star rossa: da Barcellona a Roma Pag.10

I numeri della settimana –Primo titolo… siciliano Pag.12

Il tennis in tv – Le Pre-qualificazioni live Pag.14

IBI 18 – Un grande show da prima classe Pag.16

Pre- quali IBI18 – Da Roma a… a Roma: si decide tutto al Foro Pag. 18

Giovani: Junior Next Gen Italia al giro di boa Pag. 20

Veterani: Over, Alassio è d’oro Pag. 22

Circuito Fit-Tpra – C’è un Nadal anche tra gli amatori d’Italia Pag.23

Racchette & dintorni: Un campo? 7.000 chiodi e 50 quintali di terra Pag.24

L’esperto risponde – Se un giocatore bestemmia in campo viene squalificato? Pag.26