-
Archivio News

STEFANOS TSITSIPAS, LA NUOVA STAR ROSSA PRONTA PER ROMA

Il greco che è esploso nel “500” catalano sarà uno dei grandi protagonisti delle qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia

di Enzo Anderloni | 01 maggio 2018

Il greco che è esploso nel “500” catalano sarà uno dei grandi protagonisti delle qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia. Che vedranno in gara anche Fritz e Tiafoe oltre a diversi ex Next Gen da tenere d’occhio

di Alessandro Nizegorodcew - foto Getty Images

Le stelle Next Gen sono pronte a brillare anche a Roma. Le qualificazioni degli Internazionali BNL d’Italia vedranno in campo alcuni degli under 21 più interessanti del panorama internazionale, dal recente finalista di Barcellona Stefanos Tsitsipas a Frances Tiafoe sino a Taylor Fritz, senza dimenticare i giovani italiani che arriveranno dalle Prequalificazioni. Il tabellone cadetto si preannuncia di primissimo livello e, i tanti appassionati, potranno assistere da pochi metri alle gesta dei campioni del futuro. Sui campi del Foro Italico, negli anni, sono infatti passati attraverso le ‘quali’ tennisti del calibro di Juan Martin Del Potro, Novak Djokovic, Fabio Fognini e tanti altri.

Tsitsipas favorito numero 1
Un grande inizio di stagione e l’exploit a Barcellona, dove ha raggiunto la finale perdendo soltanto dal re della ‘terra’ Nadal, certificano Stefanos Tsitsipas come uno dei grandi favoriti delle qualificazioni oltre che, molto probabilmente, testa di serie numero 1. Il greco, ormai entrato nella top 50 Atp (e top 25 della Race), è uno dei pochi giovani dal rovescio a una mano e darà certamente spettacolo sui ‘campetti’ del Foro Italico, meta dei veri appassionati nei primissimi giorni del torneo. Stefanos, seguito come un’ombra dal padre coach Apostolos Tsitsipas, riesce a esprimersi al meglio su ogni superficie e su terra battuta, col suo tennis potente e brillante, potrebbe far innamorare più di un fan. Il 2018 di Tsitsipas è iniziato in maniera straordinaria e la sua crescita pare essere esponenziale: 19 vittorie e 13 sconfitte, la finale nell’Atp 500 di Barcellona, quarti di finale a Doha e Dubai e successi su giocatori come Richard Gasquet, Dominic Thiem e Pablo Carreno Busta. Roma attende Tsitsipas, lo spettacolo è assicurato.

Fritz e Tiafoe: la ricerca della terra perduta
I due tennisti yankee non sono specialisti del ‘rosso’, ma su una terra rapida come quella romana potrebbero essere insidiosi grazie al loro servizio potente e a incisivi colpi da fondo. Taylor Fritz, dopo un 2017 a tratti tribolato, complice il matrimonio e la nascita del suo primogenito, sembra aver ritrovato la retta via tennistica, motivazionale e tecnica. Ottavi di finale a Indian Wells, quarti di finale a Delray Beach e la vittoria nel challenger di Newport Beach sono risultati nelle corde di Fritz, ma è la semifinale su terra battuta nell’Atp di Houston che lascia ben sperare in vista degli Internazionali BNL d’Italia.

Grazie al servizio, a tratti devastante, può comandare lo scambio con il dritto, che sa eseguire in maniera sia piatta che carica di top spin. Non è uno specialista, ma è in grado di destreggiarsi al meglio su terra anche Frances Tiafoe, classe ’98, vincitore quest’anno a Delray Beach del primo titolo Atp in carriera. Anche lo statunitense sarà tra le teste di serie delle qualificazioni e potrà “fare show” con il suo stile un po’ artigianale ma sempre alla ricerca del colpo spettacolare, sia potente che di fino.

Jimbo guida gli azzurrini
Le Pre-qualificazioni, in scena dal 5 al 10 maggio, decreteranno come ogni anno i 4 tennisti che prenderanno parte al tabellone cadetto del Foro Italico. Gian Marco ‘Jimbo’ Moroni, classe ’98 romano, sta vivendo un periodo di forma straordinario ed è uno dei giovani azzurri maggiormente accreditati per la conquista di una wild card in qualificazioni. Ventisei vittorie su trentaquattro match giocati in stagione, tante ottime prestazioni, una nuova tranquillità acquisita a Madrid con coach Burrieza e, soprattutto, molti punti messi in cascina. Oltre a Moroni c’è grande attesa per capire dove potranno arrivare Andrea Pellegrino, pugliese classe ’97 che ben si sta comportando nei challenger nostrani sul rosso, e il romano d’America Liam Caruana, classe ’98, appena giunto nella Capitale per preparare al meglio le ‘Prequali’. Caruana, nonostante sia nato e cresciuto sul cemento, lo scorso anno ha palesato buoni doti sul ‘lento’ a Todi, raggiungendo la semifinale del challenger umbro.

Gli ex Next Gen alla prova del Foro
Jared Donaldson e Daniil Medvedev, già protagonisti nel 2017 alle Atp Next Gen Finals, faranno parte del main draw cadetto degli Internazionali BNL d’Italia. Medvedev, grazie ai suoi colpi particolarmente piatti, mostra un tennis diverso dal solito e, soprattutto dal vivo, può regalare grandi giocate grazie a un ‘timing’ di altissimo livello. Non sembra avere caratteristiche da terra Jared Donaldson, che però, se in giornata col servizio, può diventare difficile da affrontare su qualsiasi superficie. Occhi puntati anche su due ragazzi classe 1995 che stanno crescendo settimana dopo settimana: da una parte il mancino tedesco Maximilian Marterer, molto ostico sul ‘rosso’ e dall’altra il cileno Nicolas Jarry, avversario di Fabio Fognini nella finale dell’Atp 250 di San Paolo.