-
Archivio News

GRAND PRIX E GLI ALTRI: TUTTI PAZZI PER I TORNEI WEEK-END

Nonostante la concomitanza con la Pasqua, i tornei amatoriali targati “Miami” fanno il pieno d’iscritti: +50% rispetto all’anno scorso

di Enzo Anderloni | 03 aprile 2018

Nonostante la concomitanza con la Pasqua, i tornei amatoriali targati “Miami” fanno il pieno d’iscritti: +50% rispetto all’anno scorso. Confermato il successo degli eventi speciali week-end a punteggio maggiorato

di Claudia Pagani

C’è grande fermento nel circuito Fit-Tpra. Perché la formula dei tornei Grand Prix sta avendo grande successo, così come la modalità condivisa di tornei implementata lo scorso anno. Il calendario tornei week-end con punteggi maggiorati, che segue le stesse tappe del circuito dei professionisti, è stato pensato principalmente per permettere di sviluppare a livello nazionale una competizione organizzata annualmente, stimolante per i fighters e il più uniforme possibile. L’obiettivo è chiaro: permettere a tutte le province e a tutte le regioni di organizzare lo stesso evento in contemporanea distribuendo gli stessi punti, per una classifica sempre più aperta e avvincente.

Tre tipologie di tornei
Partiamo dai Master 1300. Ne può essere attivato uno solo a livello provinciale per ogni categoria (maschile, femminile, doppio, ecc.). Quindi solo un circolo o un gruppo di due/tre circoli limitrofi, nel caso ci sia necessità di avere più campi a disposizione, può ottenere la tappa e decidere di inserire la categoria prescelta. Il prossimo appuntamento in agenda è quello di “Barcellona”, dal 20 al 29 aprile.

Poi ci sono i Grand Prix. Il nome giusto per i tornei di questo tipo, a cui posso partecipare fino a 64 giocatori. Hanno le stesse caratteristiche dei Master 1300 ma in più mettono in palio un “Grande Premio”, un bottino che vale ben 2.000 punti. Questi eventi inoltre sono “locked”, cioè non si possono aggiungere in calendario altri tornei con inizio in quel week-end. Prevedono anche l’attivazione dei tabelloni All-Star.

Che numeri!
Si è da poco giocato (il 16-17-18 marzo) il primo Grand Prix della stagione, Indian Wells, che è già tempo di volare Coast to Coast, dalla California alla Florida, per non perdersi il secondo appuntamento, quello targato “Miami”, in programma per il prossimo week-end. Con un vero boom di adesioni, un record assoluto di iscritti rispetto all’anno precedente nonostante la coincidenza con la Pasqua (si giocherà il 30, il 31 marzo e il primo aprile). E c’è ancora tempo per le iscrizioni last minute, contattando l’organizzatore del torneo indicato nella scheda dell’evento prescelto sul sito tpratennis.it sarà possibile inserire i ritardatari, fino alla generazione del tabellone. Nel frattempo sono già 148 i tornei attivati, contro gli 83 della stagione passata, ben 15 le province in più coinvolte (39 contro 24) e addirittura 1.568 gli iscritti a fronte dei 1.013 del 2017. Insomma, i Grand Prix hanno davvero i numeri.