-
Archivio News

IL PRIMO SUPER-SLAM 2018 DEGLI AMATORI

Anche gli amatori cominciano a giocare i primi grandi match della nuova stagione: a fine gennaio tocca al primo major del calendario unico introdotto lo scorso anno

di Enzo Anderloni | 23 gennaio 2018

Anche gli amatori cominciano a giocare i primi grandi match della nuova stagione: a fine gennaio tocca al primo major del calendario unico introdotto lo scorso anno. La novità? Quest’anno ci sono i tabelloni all-star

di Claudia Pagani

Gli Australian Open sono il primo Slam dell’anno non solo per Nadal, Federer, Djokovic, Zverev, Dimitrov e il resto della compagnia. Lo sono anche per gli amatori, pronti al primo grande appuntamento della nuova stagione del circuito Fit-Tpra. Proprio nei giorni in cui a Melbourne si disputeranno le semifinali e le finali del primo slam dei Pro, in quasi tutte le regioni italiane gli appassionati della racchetta con classifica uguale o inferiore a 4.4 si contenderanno il primo Slam Fit-Tpra dell’anno. È il “SuperSlam Australian Open” in programma dal 26 al 28 gennaio a dare il via al calendario dei tornei amatoriali pensato sullo stampo dell’agenda Atp e diffuso su scala nazionale. Questo nuovo modo di pensare il circuito Fit-Tpra con tornei a date prefissate che assegnano punti proporzionalmente alla tipologia di evento e alla dimensione del tabellone, permette di portare in tutti i circoli le stesse tipologie di gara mettendo quindi a disposizione dei giocatori gli stessi punti. Ai fighters, come sono chiamati i protagonisti del circuito, il compito di riempire il tabellone per raggiungere il totale dei punti in palio.

Punti pesanti
Lo Slam, con i suoi 3.000 punti in palio, è un torneo davvero importante in ottica ranking e qualificazione al Master di fine anno. Una qualificazione che, va ricordato, vale un week-end offerto dalla Fit a tutti i migliori in classifica, per vivere tre giorni indimenticabili a tutto tennis.
A due settimane dall’evento sono già 17 le province coinvolte con ben 90 tornei programmati e circa 500 iscritti alla ricerca dei primi punti pesanti da mettere in dispensa, così da cominciare con il piede giusto la rincorsa proprio alle AWT Finals di fine stagione in programma dal 16 al 18 novembre, in contemporanea con le Finals Atp di Londra.

In campo anche gli All Star
Quest’anno la categoria degli All-Star, vale a dire quei giocatori che grazie ai loro miglioramenti e alle nuove norme hanno superato lo sbarramento di classifica Fit (4.4) imposto per poter prendere parte al circuito amatoriale, sarà presente in tutte le quattro prove dello Slam e nei 9 Grand Prix, maturando punti per una classifica dedicata e che prevede anch’essa un Master finale. Così anche chi non ha più i requisiti per far parte del ranking amatoriale ma non vuole perdere il contatto con gli amici e l’atmosfera Fit-Tpra ed attualmente ha una classifica fit non superiore a 4.2, tornerà ad avere la possibilità di vivere l’emozione della gara.

Iscrizioni, occhio alle tessere
Il primo Slam è ai blocchi di partenza ma per essere sicuri di giocare è necessario essere in regola con il rinnovo della tessera Fit agonistica o non agonistica per l’anno 2018. È sufficiente presentarsi nel proprio circolo e richiedere il tesseramento, allegando come sempre il certificato medico sportivo. Fatto questo non resta che collegarsi al sito www.tpratennis.it, cercare in “tornei ed eventi” il calendario, scegliere la tappa più vicina e iscriversi.