-
Archivio News

SOTTO L'ALBERO? I BORSONI PORTA RACCHETTE

L’idea-regalo per un amico (o famigliare) appassionato

di Enzo Anderloni | 16 dicembre 2017

L’idea-regalo per un amico (o famigliare) appassionato? Se una racchetta è una scelta troppo personale, una borsa o uno zaino sono più facili e meno costosi. E non mancano di design, tecnologia e nuove soluzioni…

di Mauro Simoncini

Le feste natalizie, oltre ai compleanni, sono il momento più indicato per cavalcare le passioni e gli hobby di amici, parenti e fidanzate/i. Si possono scegliere molte opzioni, differenti sia in base al livello di gioco sia per quanto riguarda il costo. Abbiamo già detto molte volte che prima di scegliere e acquistare una racchetta occorre sicuramente un test e una prova in campo, approfondita. Quindi a maggior ragione regalare un telaio diventa complicato, a meno di sapere già con certezza tutto, anche specifiche più tecniche come le dimensioni del manico etc.etc. E perdere però del tutto l’effetto-sorpresa.
Un pensiero meno impegnativo anche dal punto vista economico, al di là di tutto quello che riguarda l’outfit (laddove però ci si addentra troppo nei gusti personali e nella questione ‘misure’), potrebbe essere una borsa portaracchette o uno zaino. Da abbinare ovviamente al telaio che la persona cui vogliamo fare il regalo utilizza, al suo livello di gioco o all’uso che si immagina possa fare della borsa. Per capirci: un nuovo portaracchette termico, magari da 12 racchette potrebbe fare la felicità di un agonista, mentre magari un più agile zaino pieno di tasche colpirà nel segno il semplice amatore, che va a giocare con lo scooter. La scelta è molto ampia: si può proprio dire che ci sono borse per tutti i gusti.

Roger va di lusso
Non si può non partire considerando il borsone degli americani di Wilson destinato a tutti coloro che più o meno correttamente si destreggiano con le racchette di Federer, le Pro Staff 97. È sicuramente il modello più caro di tutti, probabilmente il più cool con il suo rivestimento ovviamente “all black” (esiste anche una versione rossa). Si passano abbondantemente i 100 euro ma attenzione: è dotato di un kit con pannello solare e ricarica per cellulari e altri dispositivi elettronici. Poi riunisce le doti dei migliori portaracchette: due grandi compartimenti isotermici oltre a un ampio comparto centrale con apertura a zip che può contenere fino a 12 racchette, con all’interno varie tasche. Due tasche esterne sono presenti per gli accessori. Gli spallacci sono imbottiti e regolabili (con manico centrale). In più è previsto un sacchetto con all’interno un piccolo cuscino da viaggio comodo ed elegante.
In alternativa, più compatto e per un uso totalmente differente lo zaino Vancouver Blu, quello abbinato al nuovo modello di Wilson Ultra. Porta due racchette senza fodera e ha un ampio compartimento principale, due tasche laterali per gli oggetti personali e gli accessori della racchetta e un tasca con zip per contenere scarpe o indumenti umidi.

Il borsone rosa e quello… radicale
Vi serve trovare un’alternativa femminile per i borsoni? Ecco MasterCombi di Head da 12 racchette color rosa-neon! Non si può dire che non si veda. Consueta organizzazione degli spazi con tre grandi scomparti per racchette o indumenti, uno dei quali isolato termicamente da Clima Control Technology, una tasca laterale per oggetti e accessori. I due spallacci sono regolabili e imbottiti.
Ovviamente per chi ha appena acquistato le nuovissime Radical con Graphene Touch ci sono le bag (da 9 o da 12 racchette) blu scure, con richiami all’arancione delle racchette nelle zip e le scritte Head ben visibili in bianco. E c’è, abbinabile o sostituibile, anche lo zainetto Radical Rebel, perfetto per i giocatori sempre in movimento: comparto posteriore imbottito e capiente per due telai, più l’ampio compartimento principale per il resto dell’attrezzatura. Sempre presente la tasca areata per vestiti sporchi o scarpe, ce n’è anche una frontale con chiusura a zip destinata a chiavi, portafoglio o altri accessori.

Gli zaini espandibili
Dai francesi di Babolat l’offerta non è da meno. Come avviene per tutti dipende a quale gamma ci si vuole affiancare: si va in bianco con le Strike, in blu con le nuove Pure Drive, in giallo e nero con le Pure Aero di Rafa Nadal. E anche in questo caso esiste la doppia possibilità di bag più o meno capienti da 9 o da 12 racchette (quindi con due o tre comparti separati) oppure di zainetti più compatti, comodi per chi ha da fare spostamenti corti e veloci, e magari su due ruote.
Proprio per completare ancora di più questo tipo di offerta, da Babolat arriva uno zaino nuovo in versione Extra Large. Si chiama Backpack Maxi, è nero e costa 90€. E’ concepito quasi come una borsa da tennis per capienza e dimensioni, come uno zaino per comodità e trasportabilità. Ma i francesi hanno preparato altre novità per questo Natale: zaino e bag espandibili. Due prodotti classici con la possibilità di raddoppiare i comparti grazie all’aiuto delle zip; in particolare la bag da 3 racchette arriva a contenerne addirittura 9. Il Racket Holder Expandable costa 65€.

La borsa che sta in piedi
Un’originale alternativa arriva dai giapponesi di Yonex. Non una bag qualsiasi, da 9 o da 12 racchette, e nemmeno uno zaino. È una borsa dalla dimensioni compatte: due racchette nei comparti laterali, scarpe, abbigliamento e ricambi in quello più grosso centrale, e il resto in un altro tascone più piccolo che si apre sempre frontalmente. Ma il valore aggiunto è che lo Stand Bag Pro di Yonex, come dice il nome, sta in piedi. Nel senso che resta in verticale poggiandosi sul lato corto, per intenderci quello verso la testa delle racchette.