-
Archivio News

BERRETTINI ENTRA NEI TOP 15 DELLA RACE TO MILAN

Con la finale conquistata nel challenger di Istanbul (Turchia), il romano sfonda il muro dei Top 20 della classifica che porta alle Next Gen Atp Finals di novembre a Milano

di Enzo Anderloni | 20 settembre 2017

Con la finale conquistata nel challenger di Istanbul (Turchia), il romano sfonda il muro dei Top 20 della classifica che porta alle Next Gen Atp Finals di novembre a Milano. Intanto il cinese Wu, dopo gli Us Open Jr…

di Alessandro Nizegorodcew - foto Getty Images

Continuità e qualità. Matteo Berrettini sta proseguendo con slancio la sua splendida stagione portando a casa l’ennesimo ottimo piazzamento e 55 punti Atp. Nel challenger di Istanbul, sul cemento outdoor, il romano ha raggiunto la finale superando Berankis, Kern, Donskoy e Bublik prima di arrendersi per 7-6 0-6 7-5 al più esperto Malek Jaziri. Berrettini, grazie al successo all’esordio su Ricardas Berankis, ha ottenuto la seconda vittoria in carriera su un tennista top 100, portandosi al best ranking di n.127. Il 21enne azzurro, favorito n.1 per le pre-quali che assegneranno la wild card italiana per le Atp Next Gen Finals, sta crescendo sotto il profilo tecnico, tattico e fisico grazie alla guida dell’ex davisman Vincenzo Santopadre e del tecnico Fit Umberto Rianna. A oggi nei primi 100 della ‘Race to Milan’ ci sono 5 italiani: Berrettini, Quinzi, Caruana, Carli e Pellegrino.

Da New York a Shanghai, Wu sa solo vincere
Yibing Wu non si ferma più. Il giovanissimo cinese, classe 1999, ha conquistato il primo titolo challenger a Shanghai. Wu, che due settimane fa aveva trionfato agli Us Open Junior sia in singolare che in doppio, ha superato alcuni ottimi giocatori tra cui Polansky, Moriya, Bachinger e soprattutto Yen-Hsun Lu. Attualmente n.320 Atp e leader indiscusso del ranking Itf under 18, Wu sta impressionando per la maniera in cui si è subito calato nel tennis professionistico ed è divenuto il più giovane finalista challenger asiatico dal 2007 (Nishikori a Carson). A Banja Luka invece è giunta la prima finale challenger dello spagnolo classe 1997 Carlos Taberner. L'iberico si è arreso all’ultimo atto al tedesco Maximilian Marterer dopo aver battuto Kecmanovic, Ojeda Lara, Milojevic e Toledo Bague.