-
Archivio News

LE CARTOLINE DI MESCHINI CHE VALORE HANNO? RISPONDE L'ESPERTO

La domanda -Ho trovato in un mercatino questa bella cartolina firmata G

di Enzo Anderloni | 17 settembre 2017

La domanda -Ho trovato in un mercatino questa bella cartolina firmata G. Meschini. Ha un valore collezionistico?

Risponde
Franco Alciati, presidente dell’Associazione Collezionisti Tennis

La risposta - Giovanni Meschini (Roma 1888 - Roma 1977) è stato un valente pittore, cartellonista ed illustratore di cartoline, biglietti augurali e santini, opere che eseguiva con grande maestria e finezza utilizzando la particolare tecnica del ‘pochoir’. Questo procedimento, assai in voga dall’inizio del novecento sino agli Anni Trenta, consisteva nella coloritura a tempera eseguita mediante l’uso di stampini ritagliati in corrispondenza delle parti da colorare. Esercitava nel proprio Atelier Ars Nova di Roma e la sua produzione si diffuse non solo in Italia ma in tutta Europa e soprattutto in Francia dove realizzò numerose cartoline. Il suo tema preferito è stato sempre rappresentato dalla donna che presentava sotto le più variegati vesti. Tra le sue molteplici cartoline non mancano certo quelle a tematica sportiva. Ne eseguì sul golf e lo sci e nel 1925 dedicò al tennis una superlativa serie di quattro postcards, dei veri capolavori che esaltano la femminilità e nel contempo illustrano al meglio la tecnica del gioco.
Nei primi Anni Trenta riservò altre cartoline al tennis e in particolare segnaliamo i due gradevoli pezzi qui riportati, una coppia di fidanzatini, innamorati nella vita ma anche… del nostro amato tennis.