-
Archivio News

KIA TENNIS TROPHY: I VINCITORI A FIRENZE

Dopo il debutto di Cagliari, si è svolta a Firenze la seconda tappa del Kia Tennis Trophy, il circuito diviso in 8 appuntamenti aperti agli amatori di tutta Italia

di Enzo Anderloni | 25 luglio 2017

Dopo il debutto di Cagliari, si è svolta a Firenze la seconda tappa del Kia Tennis Trophy, il circuito diviso in 8 appuntamenti aperti agli amatori di tutta Italia. Obiettivo: Melbourne e gli Australian Open 2018

di Claudia Pagani

Il Kia Tennis Trophy è l'unico torneo amatoriale, dedicato ai giocatori con classifica fino a 4.4, che permette ai vincitori di volare a Melbourne per gli Australian Open e assistere con Kia Motors alle semifinali sull'Arthur Ashe Stadium. Per questo negli anni, grazie alla sinergia con il circuito Tpra, è diventato uno degli appuntamenti più ambiti da migliaia di appassionati che si sfidano nelle 8 tappe programmate in tutta Italia per poter partecipare al master finale e aggiudicarsi il premio.
Ci è riuscita lo scorso anno Sabrina Nesti, di Prato, che ha voluto essere presente alla tappa presso il Tc Firenze per sostenere i compagni di club in tabellone. Una location suggestiva a due passi dal centro del capoluogo toscano, immersa nel verde del Parco delle Cascine. Salottini di pelle verde nella club house e spogliatoi con panche di legno e armadietti vintage, campi brandizzati per l’occasione. Molti i partecipanti accorsi dalla vicina Prato, uno di loro, Alberto Fabbri del Ct Etruria, è riuscito ad arrivare in finale, e a qualificarsi per il master di dicembre pur perdendo 9-4 dalla rivelazione del torneo, il pistoiese Filippo Sassella. Il quale, dopo essersi aggiudicato un combattuto quarto di finale per 9-5 contro l'altro pratese Fabio Viani, ha approfittato del ritiro per infortunio del fiorentino Neri Meucci ed è volato dritto in finale. Nella parte alta del tabellone invece Fabbri ha incontrato nei quarti Gianluca Lascialfari, del Tc Azzurra di Prato, che ha avuto il merito di eliminare il primo favorito, il bolognese Piergiorgio Lugasi e in semifinale l'altro fiorentino Neri Gazulli.

Conferma Debortoli
Se il tabellone maschile ha registrato una forte presenza di toscani, nel femminile c'erano tutte e tre le lombarde attualmente ai vertici della classifica AWT. Fuori in semifinale la testa di serie n.1 Maria Pia Iovino, battuta dalla new entry Virginia Bartolini per 9 a 7. La 22enne di Firenze, studentessa in Giurisprudenza, ha disputato un ottimo torneo eliminando anche la recente vincitrice dello slam su erba Donatella Olivari, di Prato, dopo un match lottatissimo vinto al tie break.
Virginia, del Tc Rifredi, è al suo primo torneo Tpra avendo ripreso in mano la racchetta da poco, dopo aver smesso da ragazzina per dedicarsi allo studio. “Per fortuna mi sono lasciata convincere a iscrivermi perché sono stati due giorni bellissimi - ha detto Virginia -. Nonostante la sconfitta in finale mi sono qualificata per il master, non potevo chiedere di meglio”. La Bartolini è stata infatti sconfitta per 9-2 dalla milanese Annamaria Debortoli, che dopo essersi aggiudicata in rimonta la semifinale su Claudia Pagani (9-6) ha fatto suo il titolo: “È il secondo anno che mi qualifico per il Master finale, farò di tutto per staccare il biglietto per gli Australian Open”.

Prossima tappa: Bari
La rincorsa verso il sogno di volare a Melbourne per assistere al primo grande slam della stagione 2018 continua dal 20 al 23 luglio al Ct Bari di via Martinez, con la terza tappa del Kia Tennis Trophy 2017. Intanto, a Firenze, grande entusiasmo degli organizzatori, come si evince dalle parole di Ivano Albergo: “Sono molto soddisfatto della risposta dei giocatori. Siamo riusciti a riempire entrambi i tabelloni, maschile e femminile, da 32. Ci siamo preparati a questo evento anche attraverso alcune tappe precedenti, le pre-quali Kia, che hanno messo in palio delle wild card per i vincitori, dando loro la possibilità di avere i posti assicurati in tabellone”. Forza fighters, l’Australia vi aspetta!