-
Archivio News

LA NEXT GEN SFIDA ROGER

Ad Halle Federer ha vinto il 92° titolo in carriera, il nono sull'erba tedesca, ma per farlo ha dovuto superare tra semifinale e finale uno via l'altro il russo Karen ...

di Enzo Anderloni | 28 giugno 2017

Ad Halle Federer ha vinto il 92° titolo in carriera, il nono sull'erba tedesca, ma per farlo ha dovuto superare tra semifinale e finale uno via l'altro il russo Karen Khachanov (rischiando non poco) e il tedesco Sascha Zverev. Segno evidente di come la Next Gen sia già qui…

di Enzo Anderloni

Next Gen è già oggi, non solo domani. Chi sostiene che il tennis di vertice salterà una generazione e i successori di Federer e Nadal (e Murray e Djokovic) non sono i Cilic, i Nishikori e i Raonic ma usciranno dalle sfide tra i protagonisti delle prossime Next Gen Atp Finals di Milano ha avuto conferma dall’erba, tedesca e inglese.
In particolare ad Halle l’ennesima impresa di Roger Federer, la nona vittoria al Gerry Weber Open, è passata attraverso un confronto mai così diretto tra il Migliore di sempre (36 anni l’8 agosto) e i giovani del futuro, ragazzi che quando lui passava al professionismo non andavano ancora alla scuola materna.
I primi due della Race to Milan, la graduatoria che vedrà i primi 7 giocatori a fine anno qualificarsi per il ricco evento organizzato dal 7 all’11 novembre alla Fiera di Milano, gli si sono parati davanti uno dopo l’altro, in semifinale e finale.

Per primo ha provato ad abbatterlo Karen Khachanov, 21 anni, n.34 del mondo. E l’effetto visivo è stato impressionante: ci è andato vicinissimo. Colpiva la palla con più anticipo e più forza di Federer, ne prevedeva le intenzioni al servizio (solo 3 ace di Federer in un match sull’erba…) e lo attaccava sulla seconda palla con facilità in certi momenti imbarazzante. Aveva lui in mano il pallino del gioco e, con un paio di errori in meno nel tie-break del secondo set, a Roger non sarebbero bastate le magie finali. Per certi aspetti una situazione che sembrava annunciare il passaggio di consegne.
Infatti domenica sui quotidiani qualcuno ha scritto: questo Federer non vince Wimbledon. Salvo poi, contrordine, titolare lunedì: questo Federer Wimbledon lo vince, dopo la spettacolare finale in cui Roger è partito come un razzo, ha sempre anticipato Alexander Zverev (il Next Gen n.1) e, intortandolo persino con deliziose smorzate, l’ha fatto fuori in 53 minuti. Di magia (andatevi a rivedere la combo ‘smorzata-pallonetto al volo’ del primo set e poi la volée ‘no look’ che lo porta al match-point, per credere).

Quale sia la verità su Federer e Wimbledon 2017 lo vedremo tra pochi giorni. Capiremo meglio se quel brivido da apparente impotenza di fronte all’incalzare di Khachanov era merito della sostanza del russo o frutto di una giornata appannata del grande svizzero. Ma il solo fatto di essere qui a domandarcelo (e il ricordo dello sguardo accigliato di Ivan Ljubicic nel box di Federer) la dice lunga su chi sono già oggi i veri sfidanti al vertice.
Inoltre possediamo uno scatto fotografico appena successivo a quello della copertina di questo numero di SuperTennis Magazine, meno spettacolare ma molto significativo: mentre Federer ha entrambe le mani impegnate con la sua enorme coppa, Zverev ne mette una dietro la schiena della bellissima Eva Herzigova e la tira leggermente a sé. Giusto per far capire da che parte è destinato a tirare il vento…

Articolo tratto da SuperTennis Magazine n. 25 - 2017

Per scaricare il numero completo della nuova rivista settimanale potete CLICCA QUI Registrandovi al servizio My Fit Score potrete riceverla automaticamente ogni mercoledì via newsletter. La rivista è scaricabile (e stampabile) in formato pdf.

SuperTennis Magazine – Anno XIII – n.25– 28 giugno 2017

In questo numero
Prima pagina – La Next Gen sfida Roger Pag.3
Circuito mondiale: E adesso Federer deve vincere sempre Pag.4
Circuito mondiale: Bentornata Petra, in tempo per Londra Pag.6
Lo studio: Un italiano su due ama il tennis Pag.7
Focus Next Gen: Kokki, il predestinato (ancora) senza carriera Pag.8
Terza pagina: Il giorno del Pirata Pag.10
I numeri della settimana – KO Kei; 21 ritiri sull’erba Pag.12
Il tennis in tv – Erba turca: la novità live Pag.14
Giovani – Nardi e Pigato arrivano in anticipo a Crema Pag.16
Beach tennis – Scudetti in spiaggia Pag.17
Notizie dalle regioni – Lombardia, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Sardegna Pag.18
Circuito Fit-Tpra – Rivoluzione in vetta: Sordillo nuovo numero 1 Pag.22
Personal Coach – Vincere sull’erba seguendo l’attacco Pag.24
Racchette e dintorni – Wimbledon Style Pag.25
L’esperto risponde – Se la palla rimbalza, e tronado nel campo da cui proviene tocca il nastro, è ancora giocabile? Pag.27