-
Archivio News

MICHELE SORDILLO NUOVO NUMERO 1 DEGLI AMATORI

Nella classifica di metà anno nuovi volti in vetta al ranking maschile

di Enzo Anderloni | 04 luglio 2017

Nella classifica di metà anno nuovi volti in vetta al ranking maschile. Michele, 54enne romano, aveva vinto il primo SuperSlam giocato al Sud. Ora ha scalzato Luigi Croci in vetta. Tris lombardo in vetta al ranking femminle

Eravamo abituati a vederlo sempre là in alto, in cima alla classifica. Luigi Croci, il 38enne milanese funzionario di banca e tennista appena può, nel ranking ufficiale dal 24 ottobre 2013, con all’attivo più di 1.000 partite disputate nel circuito Fit-Tpra. Ma il mese di giugno, ricco di tornei con in palio punti maggiorati, ha rivoluzionato la classifica facendolo scivolare in 4a posizione, comunque sempre a ridosso dei primi. Le distanze tra i primi 5 o 6 giocatori possono essere colmate già aggiudicandosi i 3.000 punti del Super Slam Wimbledon (dal 7 al 9 luglio).

Ritratto da n.1
Il nuovo n.1 del ranking, con i suoi 25.398, punti è Michele Sordillo, 54 anni di Roma. Ha iniziato a giocare nel circuito Fit-Tpra un anno fa e dopo pochi mesi di rodaggio si è fatto notare vincendo gli Us Open di Napoli, il primo SuperSlam del Sud Italia, nella categoria limit 65.
Da allora è andato in crescendo infilando un successo dietro l’altro, dall'Australian Open al Forum Sport Center di Roma passando per tutta una serie di master culminata con il bottino pieno (Nizza, Halle e Londra) nel mese di giugno. Al secondo posto troviamo Paolo Tescione, 47 anni di Salerno, nel ranking dal 21 agosto 2015. Il suo alloro più prestigioso è l’Open maschile al Roland Garros giocato alla Canottieri Napoli, risultato che lo ha lanciato verso la rincorsa alla vetta. Ora lì, a soli 90 punti.

L’ingegner Carlo Mangiagalli occupa la terza posizione. Il 50enne milanese, non è una new entry del circuito con le sue 609 partite disputate dal 2013 ad oggi, è tra i favoriti al Awt World Ranking. Dietro di loro c'è anche il 32enne torinese Marco Ruello, project manager nelle telecomunicazioni, la punta di diamante dei fighters piemontesi. Entrato nella top ten grazie all’ultimo successo di pochi giorni fa al Master Londra disputato al Monviso Sporting Club di Torino, è un volto nuovo. Nel ranking da gennaio 2017, si distingue per simpatia e cordialità. In pochi mesi ha vinto ben 9 tornei Open e la sua marcia sembra non arrestarsi.

E le donne?
Nella classifica femminile non ci sono stati grossi ribaltamenti, anzi tengono la propria posizione le prime tre lombarde Iovino, Pagani e De Bortoli. Maria Pia Iovino, la “tigre della Brianza”, si mantiene nelle primissime posizioni ormai da due anni. 57 anni, responsabile amministrativo presso un mobilificio e valida promoter Fit-Tpra, è un’assidua giocatrice iscritta nel ranking dal 2013. Ha disputato 369 partite ufficiali e da gennaio è saldamente al n.1 del ranking. Al numero 2 c'è Claudia Pagani, la 43enne bergamasca con la passione per la scrittura che pur avendo impugnato la racchetta da pochi anni ha trovato il suo ambiente ideale nel circuito amatoriale scalando in breve la classifica. Subito dietro c'è Annamaria De Bortoli, 51enne di Rescaldina, che dall’alto del suo power 83 fa sentire il fiato sul collo alle prime della classe. Dal Sud avanza la 51enne palermitana Maria Gorgone, al 4° posto (ultimo utile per l'accesso diretto alle Finals). I numerosi eventi della stagione estiva potrebbero riservare delle sorprese.