-
Archivio News

I NOSTRI "NEXT": QUINZI SU, STOP BERRETTINI

Settimana agrodolce per i Next Gen azzurri: bel risultato in Portogallo per il marchigiano, mentre il romano Matteo Berrettini si deve fermare per un mese a causa di una distorsione ...

di Enzo Anderloni | 21 giugno 2017

Settimana agrodolce per i Next Gen azzurri: bel risultato in Portogallo per il marchigiano, mentre il romano Matteo Berrettini si deve fermare per un mese a causa di una distorsione alla caviglia sinistra. Intanto Zverev….

di Alessandro Nizegorodcew - foto Getty Images

Gianluigi Quinzi continua a convincere sotto la guida di coach Fabio Gorietti. Il marchigiano, classe 1996 e numero 240 Atp ha raggiunto una semifinale molto positiva nel challenger su terra battuta di Lisbona. Durante il torneo ha superato Adam Pavlasek, testa di serie n.2, il sudafricano Lloyd Harris e il giocatore di casa Pedro Sousa dopo una grande rimonta, prima di arrendersi per 7-6 7-6 all’ostico giapponese Taro Daniel. Brutte notizie da Caltanissetta, dove Matteo Berrettini si è procurato una brutta distorsione alla caviglia sinistra che lo costringerà a uno stop di circa un mese. Buona prova di Andrea Pellegrino nel torneo Itf da $15.000 di Bergamo, dove il pugliese si è spinto sino alla semifinale scalando alcune importanti posizioni nella ‘Race to Milan’. Nello stesso torneo bel quarto di finale del classe ’98 Giovanni Fonio.

L’erba risveglia la Next Gen
Dopo un Roland Garros non esaltante, alcuni dei migliori under 21 del circuito si sono fatti valere nel torneo olandese di S-Hertogenbosch, momento d’apertura della stagione su erba. Alexander Zverev, leader della ‘Race to Milan’, si è spinto in semifinale (vittorie sui francesi Adrian Mannarino e Julien Benneteau prima della sconfitta con il futuro vincitore del torneo Gilles Muller 7-6 6-2), mentre è arrivato nei quarti di finale Daniil Medvedev. Il russo, classe 1996, ha superato Haase e il rientrante Kokkinakis, prima di arrendersi a Ivo Karlovic con un duplice 6-4. Hanno superato un turno in Olanda anche il giovanissimo statunitense classe 1998 Stefan Kozlov e il messicano d’America Ernesto Escobedo. Sull’erba del challenger di Nottingham discrete prestazioni di Reilly Opelka e Marc Polmans: ottavi di finale.