-
Archivio News

FENOMENO FELIX: AUGER ALIASSIME STA ARRIVANDO

Il canadese a 16 anni e 10 mesi vince il primo titolo Challenger in carriera a Lione

di Enzo Anderloni | 23 giugno 2017

Il canadese a 16 anni e 10 mesi vince il primo titolo Challenger in carriera a Lione. A Djokovic erano serviti due mesi in più, a Nadal uno solo in meno. Storia, numeri e potenzialità di un predestinato

di Alessandro Nizegorodcew

Un passante incrociato di rovescio, il match point, l’urlo di liberazione e lo sguardo incredulo con le mani sul volto. Felix Auger-Aliassime ha conquistato a Lione il primo titolo challenger della carriera a 16 anni, come erano riusciti a fare in passato giocatori del calibro di Nadal, Chang e Gasquet. Il canadese, classe 2000, viene considerato dagli addetti ai lavori un predestinato: l’esplosività di Monfils, l’atteggiamento in campo di Djokovic, la personalità di Federer. Chiunque lo abbia visto dal vivo lo descrive come l’eletto del tennis mondiale. E anche gli sponsor, che difficilmente investono senza criterio, la pensano così con tanto di proposte da capogiro. Grazie al successo sulla terra battuta di Lione il canadese si è portato al best ranking al n.231, raggiungendo la piazza n.14 della ‘Race to Milan’. Che sia possibile una qualificazione per le Atp Next Gen Finals con ben 4 anni di anticipo? “Il potenziale di Felix è enorme - spiega Roberto Brogin, tecnico italiano da anni al lavoro per Tennis Canada - e si allena da noi da quando aveva 10 anni. Oltre al tennis esplosivo colpisce per il modo in cui serenamente prende decisioni fuori e dentro al campo. Altri aspetti positivi? Ha una famiglia umile e di sani valori”.

L'uomo dei record
Felix Auger-Aliassime nasce l'8 agosto, lo stesso giorno (19 anni dopo) di Roger Federer, da padre togolese e madre canadese. Inizia a giocare a 4 anni per volere di papà Sam, maestro di tennis scappato dall’Africa e dalla povertà nel 1996. Felix e la sorella maggiore Malika, di due anni più grande, crescono a pane e tennis. Cresciuto a L’Ancienne-Lorette, vicino all’aeroporto di Quebec City, ha cominciato ad allenarsi all’Académie de Tennis Hérisset-Bordeleau, per poi traferirsi in pianta stabile al National Tennis Centre di Montreal sotto l’egida di Tennis Canada. Proprio il Canada potrà contare per anni su una coppia di talenti straordinari. Da una parte lui, dall’altra il mancino Denis Shapovalov, di un anno più grande, nato a Tel Aviv e dallo splendido rovescio a una mano. Si profila così, anche al netto delle nuove regole, una squadra di Coppa Davis di grande valore, senza dimenticare l’eventuale apporto del Top 10 Milos Raonic.
I successi da junior sono immediati e, sin da giovanissimo, Auger-Aliassime palesa le sue straordinarie qualità tecniche e fisiche. Nel 2015, a Granby, si spinge ai quarti di finale diventando il giocatore più giovane a conquistare un match di categoria challenger all’eta di 14 anni, 11 mesi e 13 giorni. A livello giovanile intanto arriva al numero 2 del mondo diventando il più giovane vincitore del prestigioso Eddie Herr.

Crescita costante
Nel 2017 Auger-Aliassime ha proseguito la scalata in classifica, ma soprattutto alla piazza numero 133 della Race. Il suo tennis migliora di torneo in torneo, match dopo match, tra consapevolezza acquisita, capacità tattiche e una tecnica sempre più pulita. Il fisico è straordinario e già oggi, ancora non diciassettenne, sembra un piccolo Gael Monfils per esplosività e capacità difensive fuori dalla norma. Auger-Aliassime sa attaccare, gioca bene al volo e non ha paura di nulla. Un campione sta arrivando, è solamente questione di tempo.

La scheda di Felix Auger-Aliassime
Nato a Montreal; il: 8 agosto 2000
Altezza: 191 cm, peso: 82 kg
Ranking Atp: 231 (best ranking)
Ranking Itf junior: 13 (best ranking n.2)
Titoli Challenger: 1 (Lione 2017)
Titoli Futures: 2