-
Archivio News

"NON POTETE PERDERE GLI STAGE ESTIVI PER ADULTI"

6 proposte, 4 offerte diverse per tutti i gusti, dalla formula intensive a quella light

di Enzo Anderloni | 13 giugno 2017

6 proposte, 4 offerte diverse per tutti i gusti, dalla formula intensive a quella light. “Esperienza fantastica”, dice Davide. “Assolutamente da ripetere”, sottolinea Francesca. Mare, montagna e Foro Italico. Con i tecnici Fit e i tornei Tpra

di Claudia Pagani

Avere la possibilità di sottrarsi per qualche ora agli impegni di lavoro, distrarsi dalle faccende quotidiane e dedicarsi di più al tennis è il desiderio di qualsiasi amatore. Se in più si può approfittare della professionalità di tecnici federali unita al piacere della compagnia di altri appassionati, il divertimento è assicurato. Tutto troppo bello per essere vero? Non è un sogno, sono gli Stage Estivi Adulti della Federazione Italiana Tennis che, dopo il successo 2016, si potenziano per far fronte alle tantissime richieste già pervenute.
Una vacanza, in programma per i mesi di luglio e agosto, che dia l’opportunità di vivere una full immersion di tennis agli amatori over 18 con classifica fino a 4.1: ci si può già iscrivere on-line scegliendo tra il fascino del tempio del tennis al Foro Italico (Roma), il mare di Trabia (Palermo) per chi ama la classica vacanza estiva, gli appennini tosco romagnoli a Serramazzoni (Modena) e la montagna al Brallo di Pregola (Pavia) per chi cerca frescura e tranquillità.

Esperienza da ripetere
“1-10-100 Serramazzoni! È stata una settimana di tennis molto speciale. Oltre al lato tecnico ho apprezzato le doti umane di tutto lo staff, che ha permesso a tutti noi di diventare protagonisti di una indimenticabile avventura… urge ripetizione”. Furono queste le parole, al termine dello stage dello scorso agosto, di Francesca Morrone, 57 anni di Roma, direttrice amministrativa di teatri e soprattutto appassionata fighter che lo scorso anno ha scelto di passare le vacanze estive in compagnia del marito, Marco Morganti, 54 anni, avvocato e attuale n.35 del ranking Tpra (insieme nella foto), incontrandosi proprio a metà strada con la sorella maggiore Grazia, n.15 del ranking femminile, e il cognato Pasquale Ruggiero, 55 anni e n.65 in classifica, residenti a Torino e anche loro affezionati giocatori del circuito amatoriale.
“Lo stage è un modo per stare in compagnia di tanti appassionati come noi - aggiunge Marco -. Durante le attività, in campo e fuori, si crea una bella alchimia tra le persone e lo staff, tutto si svolge in un clima di amicizia e i miglioramenti nel gioco sono subito tangibili. Mia moglie per esempio, ha vinto il torneo femminile organizzato nella settimana e da quel momento ha preso fiducia in sé stessa, è entrata nella top 10 amatoriale e ora occupa la quinta posizione in classifica”. Tutto ciò è stato orchestrato da Claudio Donatelli, maestro nazionale e responsabile tecnico dello stage, che a giudizio unanime dei partecipanti si è dimostrato un grande professionista sia nel gestire i giovani maestri che nel motivare ogni singolo atleta. “Claudio si è dimostrato una persona molto sensibile e attenta. Girava su tutti i campi e interveniva al momento giusto con osservazioni tecniche precise sia nei confronti dei maestri che degli allievi”, conferma Pasquale.

Serve a vincere
In base al numero di adesioni si formano gruppi di tennisti cui viene garantita un’ora e mezza di tennis al mattino, un’ora e mezza al pomeriggio con i maestri (rapporto uno ogni 3 o 4 giocatori per migliorare la tecnica). Inoltre vengono organizzati tornei Fit-Tpra in base al proprio livello, per mettere in pratica attraverso l’attività agonistica quanto appreso nelle sessioni didattiche. E nel tempo libero, per chi ha ancora fame di tennis, campi a disposizione per ulteriori sessioni di gioco. “Una caratteristica distingue le nostre sezioni di lavoro - spiega Donatelli - cerchiamo di far giocare a ogni atleta almeno 1000 palline non al cesto come nei circoli ma in palleggio continuo con il maestro che ha la capacità di insistere su un colpo rimandando la pallina nella giusta porzione di campo. Alla fine della settimana ogni amatore deve aver imparato il più possibile perché questo è uno step per iniziare a giocare con un approccio diverso. Molti di loro in effetti mettono a frutto questi miglioramenti arrivando nelle fasi finali o addirittura vincendo i tornei cui si iscrivono”.

Formula light al Foro
Per chi avesse meno tempo a disposizione, o preferisse passare una vacanza in città, ecco il fascino del Foro Italico e la bellezza di Roma: ci sono due opportunità, dal 6 al 9 e dal 20 al 23 luglio, per lo stage di 3 giorni e mezzo con una sessione di allenamento di 2 ore al giorno, teoria in aula, un torneo Fit-Tpra e un po’ di tempo libero per visitare le bellezze della Capitale. I pochi che riusciranno a riservarsi un posto in anticipo potranno giocare sulla terra rossa su cui giocano i campioni, entreranno sul “Campo Pietrangeli” attraverso l'accesso dei giocatori, percorreranno la Galleria dei Campioni appena inaugurata. “È stata un’esperienza bellissima giocare al Foro, qualcosa da raccontare ai nipoti”, parola del 38enne Davide Vazzola di Lissone (Monza e Brianza), n.192 del ranking. È osteopata, infermiere e papà di due bimbi. Lo scorso anno, prima che nascesse il secondo, ha deciso di concedersi un sogno. “Da sempre cercavo di fare una full immersion di tennis, questa era l’occasione giusta perché poi, con due figli, il tempo per farlo non ci sarebbe più stato. Sono partito da solo iscrivendomi tramite il sito Fit-Tpra ma poi a Roma ho conosciuto altri appassionati delle mie zone e con loro è nata una bella amicizia. Per il resto - sottolinea - si lavora sui fondamentali con maestri super preparati”.

I 6 stage estivi con le date
6-9 luglio Foro Italico
20-23 luglio Foro Italico
31 lug - 6 ago Trabia (Pa)
14-20 agosto Serramazzoni (Mo)
21-27 agosto Serramazzoni (Mo)
21-27 agosto Brallo (Pv)

Le iscrizioni on-line, basta compilare un form
Iscriversi è facile: basta accedere al sito www.tpratennis.it cliccare sulla news in home-page relativa agli stage, in fondo alla pagina trovate il link per passare al modulo d'iscrizione. Qualche campo da compilare, le località e i turni da scegliere, le istruzioni relative ai pagamenti e il gioco è fatto. Il consiglio è quello di non attendere oltre per scegliere il Centro preferito e iscriversi (tutte le informazioni su www.tpratennis.it), non sono rimasti molti posti disponibili.