-
Archivio News

ERAVAMO 4 AMICI AL BAR… ORA CE LA GIOCHIAMO A ROMA

La Capitale accoglierà circa 500 fighters per incoronare i campioni nazionali amatoriali

di Enzo Anderloni | 09 maggio 2017

La Capitale accoglierà circa 500 fighters per incoronare i campioni nazionali amatoriali. Si gioca dal 19 al 21 maggio, finali al Foro. Arriveranno da tutta Italia, compresi i ragazzi di Faenza che tra una birra e un sangiovese…

di Claudia Pagani

19-21 maggio. Si avvicina la data dell’appuntamento più atteso dell’anno, il Master di Roma che designerà il Campione Nazionale degli Amatori. In contemporanea alle fasi finali degli Internazionali BNL d’Italia è atteso l’arrivo nella capitale di più di 500 fighters che si daranno battaglia per aggiudicarsi il titolo. Tutti i qualificati nelle diverse categorie si stanno organizzando per non arrivare impreparati all’evento. Tra i gruppi più “agguerriti”, quello dell’Emilia-Romagna. Quattro amici faentini che scalpitano, in attesa di vivere un’esperienza di tennis e allegria da ricordare negli anni futuri. Conosciamogli meglio.

I quattro di Faenza
Andrea Canella, “l’Eccentrico”, è il fighter divenuto All Star che ha palleggiato con Mats Wilander ed è già stato a Roma lo scorso anno. Una bellissima esperienza che è davvero felice di poter ripetere in compagnia dei suoi amici, per disputare il doppio con Davide “Genio e Sregolatezza” Farina. Ha 40 anni, fa l’operaio e col suo Power 57 si è aggiudicato il Master Road to Rome della provincia di Ravenna, disputando un torneo di ottimo livello, ma sceglie di rappresentare la sua città nel tabellone del doppio maschile, sostituendo la coppia vincitrice Rustichelli/Cicognani.
Andrea spiega bene lo spirito che li contraddistingue tutti: “Solo qualche anno fa, non ci saremmo mai immaginati di andare tutti insieme a Roma a giocare grazie al Tpra. Faenza e la passione per il tennis hanno fatto in modo di farci conoscere, diventare fighters in campo e amici fuori dal campo. Siamo ragazzi tra i 38 e i 48 anni, con diverse esperienze sportive alle spalle, ma con tanta voglia di metterci in gioco ed è proprio così che ci siamo conosciuti: confrontandoci durante le partite e divertendoci davanti a una pizza dopo aver giocato”.

Tutti a Roma
Poi c’è l'altro Andrea, “The Man”, che di cognome fa Giorgi. Anche lui operaio, con il suo rovescio a una mano in via di estinzione e col suo power tornei 39 darà del filo da torcere ai suoi avversari nel limit 45. Il 43enne faentino ha partecipato allo stage estivo a Serramazzoni nell’agosto scorso e ora non rinuncia a cogliere la seconda opportunità di giocare nell’ambito degli Internazionali. Davide Farina, ora promosso ad All Star, finalmente sbarcherà a Roma dopo la sofferta rinuncia dello scorso anno e cercherà di puntare in alto, come sempre, dando il massimo. Così il 48enne romagnolo, sulla carta operaio addetto alle spedizioni e consegne ma “in realtà esperto di Sangiovese, pizza fritta e squacquerone”, potrà aggiungere al suo palmarès anche questa tappa, dopo essere stato finalista agli Awt Finals di Praga 2015 e di Napoli 2016.

Il “Ragioniere” al debutto
Infine Francesco Dal Borgo, il più giovane, fa l’impiegato ed è il “Ragioniere” del gruppo e con il suo tennis freddo e matematico vivrà comunque un’emozione unica perché è al suo debutto a di Roma. Il 38enne, che ha un power tornei 30, attualmente occupa il n.338 del ranking, ma è un giocatore in ascesa, almeno così sperano gli amici. Come l’anno scorso, tutti i fighters avranno la possibilità di avere il Pass Ground per poter veder giocare i loro idoli nelle giornate conclusive del torneo e sperare di essere finalisti per giocare poi al Foro Italico, alle spalle del Pietrangeli, sul campo n.7. Sognare, in fondo, non costa nulla.

A Roma si gioca in 5 circoli
5 circoli impegnati, 40 campi da gioco, 850 ore di tennis stimate. Questi sono i numeri del torneo di Roma 2017 che incoronerà il campione italiano amatoriale. Il Salaria Sport Village ospiterà le prime fasi di Open femminile, doppio femminile e doppio misto. Al Forum Sport Center spazio al Limit45 maschile, mentre al Villa Aurelia Sporting Club in scena il doppio maschile. Il Limit65 sarà protagonista al Pisana Tennis e il Le Palme Sporting Club farà da teatro all’Open maschile. Chi arriva in fondo va al Foro Italico, con le finali sul campo n.7.