-
Archivio News

FRANCES TIAFOE SE LA RIDE… A LUCI ROSSE

Terzo titolo Challenger per lo statunitense classe 1998

di Enzo Anderloni | 27 aprile 2017

Terzo titolo Challenger per lo statunitense classe 1998. Il successo è arrivato in Florida, dove durante il torneo c'è stato spazio anche per un siparietto… piccante. Intanto Polmans si allena a Roma, e nel circuito brillano Santillan e Halys

di Alessandro Nizegorodcew - foto Getty Images

Frances Tiafoe continua a vincere e a convincere. Il giovane statunitense classe '98 ha portato a casa il suo terzo titolo challenger, primo del 2017, sulla terra verde di Sarasota. Tiafoe ha superato Krueger, Arnaboldi, Laaksonen, J.Melzer e Sandgren. Lo statunitense si porta così al n.72 del mondo e al 5 della ‘Race to Milan’. La presenza a Sarasota di Tiafoe rimarrà celebre anche per la frase pronunciata dal giovane yankee (“He can’t be that good”, ovvero “Non può essere così bravo”) nel momento in cui una coppia, in un appartamento a ridosso del campo centrale, stava amoreggiando tra urla e gemiti.

Polmans prepara il ‘rosso’ in Italia
Marc Polmans, ‘Next Gen’ australiano, ha deciso di preparare la stagione europea sul ‘rosso’ facendo tappa alla Bfd Academy di Roma. “Mi sono allenato qualche giorno in Italia – ha spiegato il numero 193 Atp – per arrivare al meglio ai due $25.000 di Santa Margherita di Pula e, ovviamente, alle qualificazioni del Roland Garros”. Polmans ha destato un’ottima impressione sia sotto il profilo umano che tennistico, “anche se ha sicuramente molto da migliorare – racconta il preparatore fisico Stefano Baraldo -, ma ha un carattere e una determinazione che lo porteranno certamente in alto in classifica nei prossimi anni”.

Brillano Santillan e Halys
Continua la cura di coach Fabio Gorietti e della Tennis Training School di Foligno nei riguardi di Gianluigi Quinzi. Il marchigiano si sta ben comportando nei challenger cinesi su terra insieme ai compagni d’allenamento Thomas Fabbiano e Luca Vanni, raggiungendo un buon ottavo di finale a Qingdao, torneo nel quale è arrivato in semifinale l'altro “NextGen” francese Quentin Halys. A Taipei giunge al penultimo atto il giapponese d’Australia classe 1997 Akira Santillan, mentre a livello Futures l’unico successo “Next Gen” della settimana arriva nel $15.000 di Doha e porta la firma del ventenne austriaco Lucas Miedler.