-
Archivio News

2011: L'ANNO DI DJOKOVIC E LA PRIMA DELLA SHARAPOVA

La Sharapova conquista nel 2011 il suo primo titolo al Foro Italico, dopo le semifinali del 2005 e 2008, nell’anno in cui Djokovic domina il mondo e infila a Roma ...

di Enzo Anderloni | 15 aprile 2017

La Sharapova conquista nel 2011 il suo primo titolo al Foro Italico, dopo le semifinali del 2005 e 2008, nell’anno in cui Djokovic domina il mondo e infila a Roma altre perle alla sua clamorosa serie vincente

di Alessandro Mastroluca – Foto A. Costantini

2011
Vincitore: Novak Djokovic (SRB)
Belgrado, 29 maggio 1987
“Guarda in dvd quelli che scalano l'Himalaya. Negli ultimi 200-300 metri prima della vetta, vanno avanti solo di volontà, perché la testa comanda sul fisico e ti fa migliorare sempre”. Igor Cetojevic, nutrizionista e motivatore, ha dato così la svolta alla carriera di Novak Djokovic. Nel 2011 il serbo diventa il primo giocatore che non si chiami Federer o Nadal a chiudere al numero 1 del mondo dal 2003. Disputa una delle migliori stagioni di sempre: vince tutte le prime 37 partite giocate, 70 su 76 in tutto l'anno, non lontano dal leggendario 1984 di McEnroe, dal 1974 dei 99 successi e 4 sconfitte di Connors, dal 2005 di Federer (81-4). Conquista tre Slam e cinque Masters 1000, ottiene 21 vittorie su 25 contro i top 10, 10 su 11 contro Federer e Nadal. È proprio il maiorchino l'avversario del serbo nella finale di Roma. La partita del torneo, però, rimane la semifinale vinta contro il miglior Murray mai visto fino a quel momento sulla terra rossa. Lo scozzese, primo britannico a spingersi così avanti al Foro Italico dal 1932, paga la disabitudine ai grandi match e si arrende dopo 3 ore e 2 minuti al tiebreak del terzo. Djokovic ha chiuso al sabato oltre le 23, la domenica la pioggia un po' lo aiuta nel togliere a Nadal le certezze in due dei suoi feudi, Madrid e Roma. La sua 39ma vittoria consecutiva nasce da una maggiore aggressività che lascia il maiorchino senza risposte. Nole vede i 46 successi di fila, il record di Vilas. Ci vorrà un Federer in versione “mago”, a Parigi, per cancellare il sogno.

Vincitrice: Maria Sharapova (RUS)
Nyagan, 19 maggio 1989
La storia di Maria Sharapova a Roma si può dividere in due periodi distinti. Prima del 2011, Sharapova aveva giocato al massimo due semifinali, nel 2005 (fermata a un set dalla finale, un po' a sorpresa, contro Patty Schnyder) e nel 2008 (batte Cibulkova e Wozniacki, dà forfait però contro Jankovic). Dal 2011, diventa la regina di Roma. Non è più “una mucca sul ghiaccio” quando gioca sulla terra rossa e un anno dopo diventerà la decima giocatrice a completare il Career Grand Slam dopo Maureen Connolly, Doris Hart, Shirley Fry, Margaret Smith Court, Billie Jean King, Chris Evert, Martina Navrátilová, Steffi Graf e Serena Williams. 35 titoli in carriera, 22 settimane al numero 1 del mondo e l'argento olimpico di Londra puntellano la storia della siberiana che in quel 2011, a Roma, beneficia del forfait di Vika Azarenka, a metà del secondo set, nei quarti. La semifinale contro Wozniacki, la sua decima sfida contro una numero 1 del mondo, è un'esibizione di pazienza e freddezza. La terza vittoria stagionale contro una top-10 la proietta da favorita alla finale contro Samantha Stosur, che sconfiggerà per l'ottava volta in altrettanti incontri. Troppa la differenza di classe e di esperienza, esacerbata dalle tre ore di pioggia che hanno spostato in avanti l'inizio della finale. Inizia così la nuova era della regina Maria.