-
Sempre in forma

La doccia? Meglio delicata

Chi pratica sport ne fa più d'una al giorno. Quindi è bene seguire i consigli del dermatologo: “Meglio detergenti delicati e gel, preservano la pellicola cutanea naturale. Dopo? Tamponarsi senza strofinare...”

di Fabio Bagatella | foto Getty Images | 12 giugno 2019

Al termine di una partita di tennis o di un allenamento, e in generale di ogni attività sportiva, arriva puntuale il momento della doccia. Questo semplice rituale, tanto rilassante quanto rigenerante per il nostro corpo affaticato, nasconde però alcuni dubbi e interrogativi, legati in particolar modo all'obiettivo di stressare il meno possibile pelle e capelli. Abbiamo chiesto consiglio alla dottoressa Emanuela Cecca, specialista in dermatologia, di darci qualche indicazione utile.
Dottoressa, ai tennisti e agli altri sportivi capita spesso di fare anche più di una doccia al giorno.
“Nel caso di più docce al giorno io suggerisco sempre di usare dei detergenti delicati, come uno shampoo per lavaggi frequenti, privilegiando quelli con tensioattivi non ionici e che non fanno tanta schiuma. Però sfatiamo un mito: lavarsi frequentemente, con o senza shampoo, non fa assolutamente cadere i capelli e quelli che troviamo sul piatto della doccia sarebbero caduti comunque”.
Buono a sapersi. E la pelle?
“Se si fanno più docce al giorno, consiglio di non usare sempre il sapone o il detergente liquido, perché possono essere troppo sgrassanti per la pelle. Si dovrebbero preferire le alternative più delicate: le classiche antiche saponette che, specialmente quelle non profumate, sono estremamente dolci con la pelle, oppure i gel detergenti che tolgono il piacere della schiuma, ma preservano quel film idrolipidico cutaneo naturale che ci protegge”.

E per il post-doccia, ci sono degli accorgimenti da tenere presente?
“Certamente. Anche la fase dell'asciugatura è molto importante, per non stressare troppo capelli e pelle. Per asciugare il corpo bagnato, si dovrebbe tamponare e non strofinare: un eccessivo strofinamento, unito a un eccesso di sudore, possono, infatti, irritare la pelle specialmente in alcune zone come le ascelle, il collo o il viso. Suggerirei anche di evitare l'asciugatura con tessuti sintetici, che nei viaggi sono più comodi perché occupano meno spazio, poiché asciugano di meno e trattengono più facilmente i batteri, quindi potrebbero essere causa di infezioni per la pelle. Il tocco finale, se possibile, dovrebbe essere una passata generale con l'aria tiepida dell'asciugacapelli, che toglie l'umidità residua, permettendo alla pelle di rimanere più protetta”.