-
Wheelchair

“Tre categorie e tornei a girone”: quante novità nel circuito 2020

Dicembre ha chiuso la seconda edizione del Circuito nazionale di tennis in carrozzina Fit-Lab 3.11 ma si pensa già all'anno prossimo con novità davvero importanti. Ce le spiega Gianluca Vignali, coordinatore federale del settore Wheelchair

di | 28 dicembre 2019

Il Master disputato alla Canottieri Baldesio Cremona ha appena fatto calare il sipario sulla seconda edizione del Circuito nazionale di tennis in carrozzina FIT-LAB 3.11.

Ma è già tempo di pensare a quella dell'anno prossimo che si preannuncia ricca di innovazioni. Abbiamo chiesto a Gianluca Vignali, coordinatore nazionale del settore Wheelchair, di fare un bilancio di quanto accaduto quest'anno e di presentarci le novità del 2020.

Che cosa ci ha detto il Circuito 2019 sul tennis in carrozzina?

“Partiamo da un fatto: il tennis in carrozzina italiano è un movimento in crescita. Nell'ultimo anno solare il numero dei tesserati è aumentato del 30% e sfiora oggi le 300 unità. Il Circuito 2019 si è articolato in undici tappe che hanno toccato quasi tutta la nostra Penisola e si è concluso con il Master di Cremona".


"Ha vinto Edgar Scalvini che si è guadagnato anche la carrozzina offerta dalla LAB 3.11 (società piemontese produttrice di carrozzine da gioco e sponsor del Circuito, ndr) al termine di una bella finale su Bruno Carlucci. Tra i pluri-vincitori di tappa ci sono stati anche Giovanni Enrico Zeni e Manuel Zorzetto, che avevano chiuso ai primi due posti la classifica decretata dai piazzamenti ottenuti nelle undici tappe. Il Circuito ha confermato i numeri della scorsa edizione, i partecipanti sono stati sempre circa un'ottantina con molti nuovi protagonisti”.
Novità per la prossima stagione?
“Tante e importanti. Nel 2020 il Circuito proseguirà la collaborazione con la LAB 3.11 e si arricchirà di una nuova tipologia di tornei da organizzare sul territorio, i tornei a gironi di singolare e doppio. Si tratta di una risposta concreta alle criticità espresse proprio dal nutrito fronte dei nuovi giocatori verso i classici tornei a tabellone con eliminazione diretta del Circuito: sacrificare diversi giorni lavorativi per disputare magari una sola partita contro un avversario 'ingiocabile'. I tornei a gironi si terranno nel fine-settimana, il sabato e la domenica, e raggrupperanno i giocatori in base al loro livello. Per questo motivo abbiamo introdotto anche una seconda importante novità: le categorie. Saranno tre: prima, seconda e terza. Ognuna di esse sarà ulteriormente divisa in due sotto-gruppi per garantire la massima equivalenza possibile. In sintesi si potrà giocherà di più e contro i parigrado”.

Quindi addio ai tradizionali tornei a tabellone?
“No, anzi: continueranno a essere una parte integrante e fondamentale del Circuito. Tenendo conto delle disponibilità offerte dalle concomitanze con gli altri eventi nazionali e internazionali che si svolgeranno sul nostro territorio, abbiamo già stilato un calendario per il 2020, individuando le settimane dedicate ai tornei a tabellone e i fine-settimana riservati ai tornei a gironi".

"I circoli e le associazioni che vorranno organizzare i tornei a tabellone, sul modello di quelli svolti nei precedenti anni - aggiunge Vignali - dovranno fare richiesta, per le prime due date, 26-29 marzo e 16-19 aprile, entro il 24 dicembre 2019. Per tutte le altre date, 28-31 maggio, 25-28 giugno, 23-26 luglio, 17-20 settembre e 15-18 ottobre, il termine di scadenza è il 30 gennaio 2020. Per quanto riguarda, invece, i tornei a gironi, le richieste dovranno essere fatte entro 60 giorni prima dell'inizio del torneo. I week-end fissati sono: 15-16 febbraio, 7-8 marzo, 25-26 marzo, 6-7 giugno, 18-19 luglio, 5-6 settembre, 24-25 ottobre e 21-22 novembre. Il Circuito FIT-LAB 3.11 2020 si articolerà in sette tornei a tabellone e un numero al momento difficilmente stimabile di tornei a gironi che contiamo possa crescere in maniera progressiva nell'arco della stagione”.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi