-
Padel

Storico: anche a Cina e Giappone piace il padellone

La 'prima' di un giapponese e di un cinese nel circuito internazionale: la globalizzazione della disciplina prosegue. L'estate 2019 segna lo storico debutto dei due Paesi asiatici nel World Padel Tour. Protagonisti il nipponico Daisuke Shoyama e il pechinese Zhang Bohou

di | 09 agosto 2019

Il World Padel Tour dà il benvenuto all'Estremo Oriente. La globalizzazione del padel continua a ritmo serrato: a confermarlo è stato proprio il suo circuito internazionale, quello più importante nel quale giocano tutti i big della disciplina. Il World Padel Tour ha appena segnato lo storico debutto ufficiale di Giappone e Cina. I protagonisti sono stati il 43enne nipponico Daisuke Shoyama e il 22enne cinese Zhang Bohou.

Il primo samurai

Il torneo Master di Valladolid e il torneo Open di Malaga, due tappe della calda estate spagnola del World Padel Tour, hanno registrato un momento fondamentale nella storia del principale circuito mondiale: l'esordio in una competizione ufficiale di due 'colossi' dell'Estremo Oriente, il Giappone e la Cina appunto. Seguendo l'ordine cronologico, il primo debutto è stato quello del giapponese Daisuke Shoyama che ha giocato a Valladollid (Castilla e Leon) in coppia con lo spagnolo Hugo Garcia Martinez.
Classe 1975, Shoyama compirà 44 anni il prossimo 3 novembre e può considerarsi il leader del movimento padelista giapponese: gioca da tre anni, è uno dei pochi maestri giapponesi che si dedica esclusivamente alla disciplina e ha creato anche uno blog molto seguito. Acuto analizzatore degli avversari, il punto di forza di Shoyama sono le tattiche difensive tese a togliere spazio ai suoi avversari.
cfe44912-4a53-4bdc-a978-4d71d7bc607d
Play

Il debutto cinese e quello polacco

Dopo il Giappone è stata poi la Cina a fare il suo storico esordio nel World Padel Tour durante l'Open di Malaga (Andalusia). Il primo cinese a entrare ufficialmente in una ‘gabbia’ del circuito mondiale è stato il giovane Zhang Bohou: il 22enne pechinese, noto nell'ambiente con il nickname di Jerry, lo ha fatto grazie a una wild card della federtennis cinese in coppia con lo spagnolo Jose Pedro Montalban Martin.

L'appuntamento andalusiano ha segnato anche un'altra prima volta nel World Padel Tour, quella della Polonia con il 25enne Maciej Naduk in coppia con lo spagnolo Jorge Juan Gomez. L'internazionalizzazione del padel ha vissuto, dunque, un'altra importante puntata di un capitolo la cui conclusione è ancora tutta da scrivere.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi