-
Eventi nazionali

Nations Challenge: 5° e 6° posto per l’Italia

Nei campionati europei under 12, giocati fra Digione e Ajaccio, gli azzurrini non sono riusciti ad andare oltre il 5° posto dei ragazzi e il 6° delle ragazze. C’è qualche rimpianto, ma la loro resta comunque un’ottima stagione. Titolo maschile alla Repubblica Ceca, femminile alla Russia.

di | 21 agosto 2019

Repubblica Ceca e Russia sul tetto d’Europa. Sono i due verdetti dell’edizione 2019 del Nations Challenge by Head promosso da Tennis Europe, i Campionati europei under 12 a squadre, che in Francia hanno premiato le due formazioni dell’Est Europa, vincitrici rispettivamente a Digione e Ajaccio.

L' Italia, qualificata per la Final Eight di entrambe le competizioni, ha guadagnato
  un quinto posto con i ragazzi, schierando una rappresentativa formata da Federico Cinà, Yannick Ngantcha e Jacopo Vasami (guidati da Luca Sbrascini) e un sesto posto con le ragazze, grazie a Francesca De Matteo, Aurora Nosei e Greta Petrillo, capitanate da Alberto Tirelli.

Il cammino dei nostri ragazzini è iniziato nel girone di qualificazione di Haren, in Olanda, e si è svolto all'insegna di risultati perentori visto che (con Cinà e Vasami schierati nei singolari) l'Italia ha superato per 3-0 prima l’Estonia, poi la Finlandia e quindi il Belgio. Contemporaneamente, sui campi dell'Olimpica Tennis di Rezzato (Brescia), le italiane recuperavano la sconfitta subita dalla Russia nella giornata inaugurale prevalendo per 3-0 sulla Turchia e per 2-1 su Polonia e Portogallo, sconfitto nel duello decisivo con De Matteo e Nosei in campo nei singolari.

A Digione, l'Italia maschile ha raccolto nel girone un bilancio di una vittorie e due sconfitte, battendo per 2-1 la Francia ma poi arrendendosi a Romania (2-1) e Repubblica Ceca (2-0), e approdando così ai play-off validi per la quinta posizione. Una posizione agguantata come nel 2018, grazie al successo per 3-0 ai danni della Finlandia. Contemporaneamente,
  ad Ajaccio, la nostra rappresentativa in gonnella seguiva un prcorso simile: vittoria sull’Ucraina per 2-1 e sconfitte con lo stesso punteggio di fronte a Slovacchia e Bulgaria, per poi vedersela con la sempre competitiva Repubblica Ceca nei play-off per 5° e 6° posto. In questo caso, tuttavia, l’esito è stato diverso, con le azzurre sconfitte per 2-1 e classificate così al sesto posto.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi